WP_Query Object
(
    [query] => Array
        (
            [post_type] => benvenuti
            [post__not_in] => Array
                (
                    [0] => 18875
                )

            [post_status] => publish
            [orderby] => date
            [order] => DESC
            [monthnum] => 0
            [year] => 0
            [paged] => 3
        )

    [query_vars] => Array
        (
            [post_type] => benvenuti
            [post__not_in] => Array
                (
                    [0] => 18875
                )

            [post_status] => publish
            [orderby] => date
            [order] => DESC
            [monthnum] => 0
            [year] => 0
            [paged] => 3
            [error] => 
            [m] => 
            [p] => 0
            [post_parent] => 
            [subpost] => 
            [subpost_id] => 
            [attachment] => 
            [attachment_id] => 0
            [name] => 
            [pagename] => 
            [page_id] => 0
            [second] => 
            [minute] => 
            [hour] => 
            [day] => 0
            [w] => 0
            [category_name] => 
            [tag] => 
            [cat] => 
            [tag_id] => 
            [author] => 
            [author_name] => 
            [feed] => 
            [tb] => 
            [meta_key] => 
            [meta_value] => 
            [preview] => 
            [s] => 
            [sentence] => 
            [title] => 
            [fields] => 
            [menu_order] => 
            [embed] => 
            [category__in] => Array
                (
                )

            [category__not_in] => Array
                (
                )

            [category__and] => Array
                (
                )

            [post__in] => Array
                (
                )

            [post_name__in] => Array
                (
                )

            [tag__in] => Array
                (
                )

            [tag__not_in] => Array
                (
                )

            [tag__and] => Array
                (
                )

            [tag_slug__in] => Array
                (
                )

            [tag_slug__and] => Array
                (
                )

            [post_parent__in] => Array
                (
                )

            [post_parent__not_in] => Array
                (
                )

            [author__in] => Array
                (
                )

            [author__not_in] => Array
                (
                )

            [ignore_sticky_posts] => 
            [suppress_filters] => 
            [cache_results] => 1
            [update_post_term_cache] => 1
            [lazy_load_term_meta] => 1
            [update_post_meta_cache] => 1
            [posts_per_page] => 10
            [nopaging] => 
            [comments_per_page] => 200
            [no_found_rows] => 
        )

    [tax_query] => WP_Tax_Query Object
        (
            [queries] => Array
                (
                )

            [relation] => AND
            [table_aliases:protected] => Array
                (
                )

            [queried_terms] => Array
                (
                )

            [primary_table] => ali_posts
            [primary_id_column] => ID
        )

    [meta_query] => WP_Meta_Query Object
        (
            [queries] => Array
                (
                )

            [relation] => 
            [meta_table] => 
            [meta_id_column] => 
            [primary_table] => 
            [primary_id_column] => 
            [table_aliases:protected] => Array
                (
                )

            [clauses:protected] => Array
                (
                )

            [has_or_relation:protected] => 
        )

    [date_query] => 
    [request] => SELECT SQL_CALC_FOUND_ROWS  ali_posts.ID FROM ali_posts  WHERE 1=1  AND ali_posts.ID NOT IN (18875) AND ali_posts.post_type = 'benvenuti' AND ((ali_posts.post_status = 'publish'))  ORDER BY ali_posts.post_date DESC LIMIT 20, 10
    [posts] => Array
        (
            [0] => WP_Post Object
                (
                    [ID] => 18174
                    [post_author] => 3
                    [post_date] => 2021-01-21 10:43:20
                    [post_date_gmt] => 2021-01-21 09:43:20
                    [post_content] => L'ultimo esercizio è sulla parola oltrePer un rapido ripasso, leggete questo articolo: https://aulalingue.scuola.zanichelli.it/benvenuti/2021/01/14/usi-e-significati-di-oltre/

 
                    [post_title] => Test 73- Usi e significati di "oltre"
                    [post_excerpt] => 
                    [post_status] => publish
                    [comment_status] => open
                    [ping_status] => open
                    [post_password] => 
                    [post_name] => test-73-usi-e-significati-di-oltre
                    [to_ping] => 
                    [pinged] => 
                    [post_modified] => 2021-01-21 10:43:20
                    [post_modified_gmt] => 2021-01-21 09:43:20
                    [post_content_filtered] => 
                    [post_parent] => 0
                    [guid] => https://aulalingue.scuola.zanichelli.it/?post_type=benvenuti&p=18174
                    [menu_order] => 0
                    [post_type] => benvenuti
                    [post_mime_type] => 
                    [comment_count] => 0
                    [filter] => raw
                )

            [1] => WP_Post Object
                (
                    [ID] => 18171
                    [post_author] => 3
                    [post_date] => 2021-01-21 10:42:50
                    [post_date_gmt] => 2021-01-21 09:42:50
                    [post_content] => Il prossimo esercizio è sugli avverbi di quantità.

Per ripassarli potete leggere questo articolo: https://aulalingue.scuola.zanichelli.it/benvenuti/2020/12/17/gli-avverbi-di-quantita/

Formate delle frasi con gli avverbi proposti nell'esercizio. Se le scriverete nei commenti, le correggerò.
                    [post_title] => Test 73 -  Gli avverbi di quantità
                    [post_excerpt] => 
                    [post_status] => publish
                    [comment_status] => open
                    [ping_status] => open
                    [post_password] => 
                    [post_name] => test-73-gli-avverbi-di-quantita
                    [to_ping] => 
                    [pinged] => 
                    [post_modified] => 2021-01-21 10:42:50
                    [post_modified_gmt] => 2021-01-21 09:42:50
                    [post_content_filtered] => 
                    [post_parent] => 0
                    [guid] => https://aulalingue.scuola.zanichelli.it/?post_type=benvenuti&p=18171
                    [menu_order] => 0
                    [post_type] => benvenuti
                    [post_mime_type] => 
                    [comment_count] => 0
                    [filter] => raw
                )

            [2] => WP_Post Object
                (
                    [ID] => 18167
                    [post_author] => 3
                    [post_date] => 2021-01-21 10:42:04
                    [post_date_gmt] => 2021-01-21 09:42:04
                    [post_content] => Care lettrici e cari lettori di Intercultura blog, siete pronti per un ripasso? Ecco alcuni esercizi per voi.

Buon test!

Prof. Anna

Le frasi desiderative esprimono desideri e auguri, ma quali sono i modi e tempi verbali adatti a questo tipo di proposizioni? e da quali elementi sono introdotte? Se non lo ricordate, potete ripassarlo qui prima di fare il test: https://aulalingue.scuola.zanichelli.it/benvenuti/2020/12/03/la-frase-desiderativa/
                    [post_title] => Test 73 - La frase desiderativa
                    [post_excerpt] => Care lettrici e cari lettori di Intercultura blog, siete pronti per un ripasso? Ecco alcuni esercizi per voi.
                    [post_status] => publish
                    [comment_status] => open
                    [ping_status] => open
                    [post_password] => 
                    [post_name] => test-73-la-frase-desiderativa
                    [to_ping] => 
                    [pinged] => 
                    [post_modified] => 2021-02-10 10:10:37
                    [post_modified_gmt] => 2021-02-10 09:10:37
                    [post_content_filtered] => 
                    [post_parent] => 0
                    [guid] => https://aulalingue.scuola.zanichelli.it/?post_type=benvenuti&p=18167
                    [menu_order] => 0
                    [post_type] => benvenuti
                    [post_mime_type] => 
                    [comment_count] => 0
                    [filter] => raw
                )

            [3] => WP_Post Object
                (
                    [ID] => 18141
                    [post_author] => 3
                    [post_date] => 2021-01-14 09:56:38
                    [post_date_gmt] => 2021-01-14 08:56:38
                    [post_content] => Care lettrici e cari lettori di Intercultura blog, bentrovati! La parola oltre è usata molto comunemente ma può metterci in difficoltà: si dice oltre ciò o oltre a ciò? è un avverbio, una preposizione o una congiunzione? Scopriamolo insieme.

Buona lettura!
Prof. Anna

La parola oltre ha più di una funzione e più di un significato. Può essere un avverbio o una preposizione, ma può dare luogo anche una locuzione congiuntiva.

Quando è un avverbio può significare:

Quando è una preposizione:

                    [post_title] => Usi e significati di "oltre"
                    [post_excerpt] => Care lettrici e cari lettori di Intercultura blog, bentrovati! La parola oltre è usata molto comunemente ma può metterci in difficoltà: si dice "oltre ciò" o "oltre a ciò"? è un avverbio, una preposizione o una congiunzione? Scopriamolo insieme.
                    [post_status] => publish
                    [comment_status] => open
                    [ping_status] => open
                    [post_password] => 
                    [post_name] => usi-e-significati-di-oltre
                    [to_ping] => 
                    [pinged] => 
                    [post_modified] => 2021-01-26 15:37:44
                    [post_modified_gmt] => 2021-01-26 14:37:44
                    [post_content_filtered] => 
                    [post_parent] => 0
                    [guid] => https://aulalingue.scuola.zanichelli.it/?post_type=benvenuti&p=18141
                    [menu_order] => 0
                    [post_type] => benvenuti
                    [post_mime_type] => 
                    [comment_count] => 3
                    [filter] => raw
                )

            [4] => WP_Post Object
                (
                    [ID] => 18103
                    [post_author] => 3
                    [post_date] => 2020-12-23 10:34:48
                    [post_date_gmt] => 2020-12-23 09:34:48
                    [post_content] => Care lettrici e cari lettori di Intercultura blog, forse mai come in questo momento siamo arrivati alla fine dell'anno con la speranza che le cose cambino. Condivido con voi questa bella canzone come augurio affinché questo accada.

Buone Feste e Buon Anno a tutti voi!

Prof. Anna

La canzone che ho scelto si chiama Cambierà del cantautore italiano Neffa, pubblicata il 20 giugno del 2006 tratta dall'album Alla fine della notte.

Di seguito il testo della canzone, tenete a portata di mano un vocabolario per cercare le parole che non conoscete e se avete qualche dubbio non esitate a scrivermi.

CAMBIERÀ

Un'altra notte finisce
E un giorno nuovo sarà
Anna non essere triste
Presto il sole sorgerà
Di questi tempi si vende
Qualsiasi cosa anche la verità
Ma non sarà così sempre perché tutto cambierà
Per ogni vita che nasce
Per ogni albero che fiorirà
Per ogni cosa del mondo
finché il mondo girerà
già si vedono
lampi all'orizzonte però
nei tuoi occhi io mi salverò
già si sentono tuoni aprire il cielo però
Grida forte e sai che correrò

Ora mi senti e ti sento
Siamo una sola anima
E celebriamo il momento
E il tempo che verrà
Se chi decide ha deciso
Che ora la guerra è la necessità
io stringo i pugni e mi dico
Che tutto cambierà
Per ogni vita che nasce
Per ogni albero che fiorirà
Per ogni cosa del mondo finché il mondo girerà
già si vedono
Lampi all'orizzonte però
Nei tuoi occhi io mi salverò
già si sentono
Tuoni aprire il cielo però
Grida forte e sai che correrò
Tutto cambierà
Sai che cambierà
Tutto cambierà
Vedrai che cambierà
Vedrai che cambierà
Tutto cambierà

Ora ascoltiamola e, se volete, cantiamola, fa bene alla pronuncia.

https://www.youtube.com/watch?v=YGeYCkqwuZU

E voi, cosa vorreste cambiare?

     
                    [post_title] => Cambierà
                    [post_excerpt] => Care lettrici e cari lettori di Intercultura blog, forse mai come in questo momento siamo arrivati alla fine dell'anno con la speranza che le cose cambino. Condivido con voi questa bella canzone come augurio affinché questo accada.
                    [post_status] => publish
                    [comment_status] => open
                    [ping_status] => open
                    [post_password] => 
                    [post_name] => cambiera
                    [to_ping] => 
                    [pinged] => 
                    [post_modified] => 2021-01-14 09:58:18
                    [post_modified_gmt] => 2021-01-14 08:58:18
                    [post_content_filtered] => 
                    [post_parent] => 0
                    [guid] => https://aulalingue.scuola.zanichelli.it/?post_type=benvenuti&p=18103
                    [menu_order] => 0
                    [post_type] => benvenuti
                    [post_mime_type] => 
                    [comment_count] => 15
                    [filter] => raw
                )

            [5] => WP_Post Object
                (
                    [ID] => 18075
                    [post_author] => 3
                    [post_date] => 2020-12-17 09:30:29
                    [post_date_gmt] => 2020-12-17 08:30:29
                    [post_content] => Care lettrici e cari lettori di Intercultura blog, siete curiosi di sapere quali sono gli avverbi di quantità e come si usano? Molto? Poco? Abbastanza? Vediamoli insieme.

Buona lettura!

Prof. Anna

Gli avverbi servono a modificare il significato di altri componenti del discorso, sono invariabili e possono essere classificati in base alla loro formazione o in base al loro significato.

Gli avverbi di quantità esprimono una quantità senza misurarla con esattezza, ma con attenzione all'abbondanza o alla scarsità di essa. Possono esprimere una quantità adeguata (abbastanza, sufficientemente), eccessiva (troppo, assai) o scarsa, insufficiente (poco, appena).

I principali avverbi di quantità sono: abbastanza, alquanto, altrettanto, appena, assai, meno, molto, niente, nulla, parecchio, più, poco, tanto, quanto, troppo, sufficientemente.

Le principali locuzioni avverbiali di quantità sono: pressappoco, all'incirca, né più né meno, a iosa, in abbondanza, di meno, un poco, a bizzeffe, su per giù (suppergiù).

Vediamone alcuni nello specifico:

Ecco alcuni avverbi di quantità ordinati secondo una scala di valori dal niente al moltissimo: nulla, niente, affatto, appena pochissimo, poco, alquanto, abbastanza, sufficientemente, piuttosto, quasi, molto,, parecchio, assai, tanto, moltissimo, troppo, eccessivamente.

Per ripassare altri tipi di avverbi:

https://aulalingue.scuola.zanichelli.it/benvenuti/2015/03/26/gli-avverbi-di-tempo-approfondimento/

https://aulalingue.scuola.zanichelli.it/benvenuti/2020/05/28/avverbi-di-luogo/

https://aulalingue.scuola.zanichelli.it/benvenuti/2013/05/09/tipi-di-avverbi-1/

https://aulalingue.scuola.zanichelli.it/benvenuti/2013/05/23/tipi-di-avverbi-2/

Per fare l'esercizio che segue vi consiglio di avere un dizionario a portata di mano.
                    [post_title] => Gli avverbi di quantità
                    [post_excerpt] => Care lettrici e cari lettori di Intercultura blog, siete curiosi di sapere quali sono gli avverbi di quantità e come si usano? Molto? Poco? Abbastanza? Vediamoli insieme.
                    [post_status] => publish
                    [comment_status] => open
                    [ping_status] => open
                    [post_password] => 
                    [post_name] => gli-avverbi-di-quantita
                    [to_ping] => 
                    [pinged] => 
                    [post_modified] => 2021-02-10 10:13:24
                    [post_modified_gmt] => 2021-02-10 09:13:24
                    [post_content_filtered] => 
                    [post_parent] => 0
                    [guid] => https://aulalingue.scuola.zanichelli.it/?post_type=benvenuti&p=18075
                    [menu_order] => 0
                    [post_type] => benvenuti
                    [post_mime_type] => 
                    [comment_count] => 5
                    [filter] => raw
                )

            [6] => WP_Post Object
                (
                    [ID] => 18034
                    [post_author] => 3
                    [post_date] => 2020-12-10 11:21:30
                    [post_date_gmt] => 2020-12-10 10:21:30
                    [post_content] => Care lettrici e cari lettori di Intercultura blog, vediamo insieme quando e come si usano questi segni di interpunzione.

Buona lettura!
Prof. Anna

IL PUNTO ESCLAMATIVO

Il punto esclamativo segnala una pausa lunga e indica che la frase va pronunciata con un'intonazione discendente. In italiano l'intonazione consente di distinguere una dichiarazione (intonazione discendente) da una frase interrogativa (intonazione ascendente); provate a pronunciare una frase con punto il esclamativo e una con il punto interrogativo, vi renderete subito conto della differenza.

Il punto esclamativo si usa:

IL PUNTO INTERROGATIVO

Si usa alla fine delle interrogative dirette conferendo alla voce un'intonazione ascendente: chi sei? Come state?. In una sequenza di più frasi interrogative, se il significato in sostanza non varia, si può usare l’iniziale minuscola anziché quella maiuscola nelle proposizioni successive alla prima: Come stai? male? bene?. Il punto interrogativo può anche indicare l'incertezza di un dato: Cino da Pistoia (1270-1336?).

Si può combinare con il punto esclamativo in frasi che esprimono stupore o incredulità e hanno un significato tra l’interrogativo e l’esclamativo (chiamate anche interrogative apparenti), o per riprendere una parola o un’espressione che ha suscitato stupore: questo regalo è proprio per me?!; hai detto dolci? Dolci?!?, quest'uso è più frequente in testi costruiti su un registro brillante, nei fumetti, nella pubblicità così come la ripetizione del punto interrogativo per evidenziare il carattere orale: cosa mi metto???

PUNTINI DI SOSPENSIONE

Si usano per segnalare che il discorso viene sospeso, per imbarazzo, per titubanza o allusività. Segnalano una pausa più lunga di quella del punto e indicano che la frase va pronunciata con un'intonazione sospensiva. Sono sempre tre, generalmente si attaccano alla parola che li precede e sono seguiti da uno spazio, a meno che il carattere successivo non sia una parentesi di chiusura o un punto interrogativo: Eh, se ne potrebbero ancora dire di cose... ; volevi parlare con me...?. Quando sono alla fine di una frase, cioè quando si vuole concludere un discorso e iniziarne un altro, la frase successiva inizia con la lettera maiuscola, altrimenti si usa la minuscola.

Si usano:

Per gli altri segni di interpunzione:

https://aulalingue.scuola.zanichelli.it/benvenuti/2018/10/25/la-punteggiatura-il-punto-e-la-virgola/

https://aulalingue.scuola.zanichelli.it/benvenuti/2020/05/14/la-punteggiatura-il-punto-e-virgola-e-i-due-punti/
                    [post_title] => La punteggiatura: il punto esclamativo, il punto interrogativo, i puntini di sospensione
                    [post_excerpt] => Care lettrici e cari lettori di Intercultura blog, vediamo insieme quando e come si usano questi segni di interpunzione.
                    [post_status] => publish
                    [comment_status] => open
                    [ping_status] => open
                    [post_password] => 
                    [post_name] => la-punteggiatura-il-punto-esclamativo-il-punto-interrogativo-i-puntini-di-sospensione
                    [to_ping] => 
                    [pinged] => 
                    [post_modified] => 2020-12-23 10:37:57
                    [post_modified_gmt] => 2020-12-23 09:37:57
                    [post_content_filtered] => 
                    [post_parent] => 0
                    [guid] => https://aulalingue.scuola.zanichelli.it/?post_type=benvenuti&p=18034
                    [menu_order] => 0
                    [post_type] => benvenuti
                    [post_mime_type] => 
                    [comment_count] => 0
                    [filter] => raw
                )

            [7] => WP_Post Object
                (
                    [ID] => 17950
                    [post_author] => 3
                    [post_date] => 2020-12-03 11:12:53
                    [post_date_gmt] => 2020-12-03 10:12:53
                    [post_content] => Care lettrici e cari lettori di Intercultura blog, si dice che i desideri siano il motore della vita, vediamo allora come esprimerli correttamente in italiano.

Buona lettura!

Prof. Anna

Le proposizioni desiderative sono proposizioni indipendenti che esprimono un desiderio, un augurio.

Per quanto riguarda il verbo, queste frasi possono averlo:

Molto spesso queste frasi sono introdotte da alcuni elementi:

ATTENZIONE!

La presenza di un elemento introduttore (che, se), generalmente facoltativa, diventa obbligatoria quando il verbo usato è alla prima persona con soggetto espresso (io): che io sia maledetto! (e non "io sia maledetto", ma è corretto dire sia "che tu sia maledetto" sia "tu sia maledetto!").

La forte carica emotiva del desiderio in ogni sua gradazione si manifesta in queste frasi anche mediante particolari intonazioni della voce, che, nello scritto, vengono contrassegnate solo dal punto esclamativo e perciò per individuare il particolare stato d'animo è necessario conoscere il contesto: almeno tornasse presto! (attesa ansiosa); oh, se avessi studiato di più! (rammarico); possiate vivere felici! (augurio).
                    [post_title] => La frase desiderativa
                    [post_excerpt] => Care lettrici e cari lettori di Intercultura blog, si dice che i desideri siano il motore della vita, vediamo allora come esprimerli correttamente in italiano.
                    [post_status] => publish
                    [comment_status] => open
                    [ping_status] => open
                    [post_password] => 
                    [post_name] => la-frase-desiderativa
                    [to_ping] => 
                    [pinged] => 
                    [post_modified] => 2020-12-10 11:22:09
                    [post_modified_gmt] => 2020-12-10 10:22:09
                    [post_content_filtered] => 
                    [post_parent] => 0
                    [guid] => https://aulalingue.scuola.zanichelli.it/?post_type=benvenuti&p=17950
                    [menu_order] => 0
                    [post_type] => benvenuti
                    [post_mime_type] => 
                    [comment_count] => 4
                    [filter] => raw
                )

            [8] => WP_Post Object
                (
                    [ID] => 17901
                    [post_author] => 3
                    [post_date] => 2020-11-26 10:45:41
                    [post_date_gmt] => 2020-11-26 09:45:41
                    [post_content] => Care lettrici e cari lettori di Intercultura blog, quale aggettivo usiamo per indicare chi è affetto da Covid?

Scopriamolo insieme.

Buona lettura!

Prof. Anna

Questi mesi ci hanno messo davanti a situazioni del tutto inaspettate, per descrivere questa nuova realtà i parlanti utilizzano parole che già esistono (pandemia, quarantena, distanziamento, congiunto), parole nuove (lockdown, droplet) e possono anche attribuire nuove accezioni a parole già esistenti (come il verbo tamponare che d'ora in poi significherà anche "sottoporre a un esame diagnostico prelevando mediante tampone un campione di secrezioni organiche").

Queste nuove parole fanno emergere nuovi dubbi linguistici ad esempio: il sostantivo Covid è maschile o femminile? A questo proposito potete leggere l'intervento di Mario Cannella su Aula di Lettere: https://aulalettere.scuola.zanichelli.it/interventi-d-autore/il-covid-o-la-covid/?fbclid=IwAR1-_D7nh2_3wT9trIP0l9cO57b7S4ZgSpbpBxP-xr1YJNTn0274zY-UREs

E qual è l'aggettivo che indica chi è malato di Covid? Ci potrebbe venire in mente covidoso, ma questo aggettivo esiste già e non ha nulla a che fare con questo argomento, infatti significa cupido, bramoso. Alcune testate giornalistiche hanno coniato il termine covidico. Questo aggettivo è formato con il sostantivo Covid e il suffisso -ico, che è uno tra i più usati per formare un aggettivo a partire da un nome (igiene-igienico; cubo-cubico). Secondo Treccani, che ha tentato di rispondere a questo quesito, il suffisso -ico non è appropriato perché indica appartenenza, modo, maniera (filosofico, biologico, balcanico), al suo posto propone covidotico per analogia con gli aggettivi tubercolotico (chi è affetto da tubercolosi), cirrotico (chi è affetto da cirrosi), scoliotico (chi è affetto da scoliosi), nevrotico (chi è affetto da nevrosi), psicotico (chi è affetto da psicosi), anche se, fa notare Treccani, il suffisso -otico si usa il più delle volte per formare aggettivi che derivano da nomi che terminano in -osi (tubercolosi, cirrosi, scoliosi, nevrosi, psicosi).

Covidico o covidotico? Questi due aggettivi non compaiono ancora sui vocabolari, saranno i parlanti a determinare quale dei due termini entrerà nell'uso. Treccani giudica covidotico più scomodo da pensare e quindi da usare, mentre l'aggettivo covidico ci fa venire in mente, per assonanza, altri aggettivi formati col suffisso -ico  che indicano chi soffre di una determinata patologia, come rachitico (chi presenta rachitismo), anoressico (chi soffre di anoressia) o bulimico (chi soffre di bulimia), questo ci spingerebbe a preferirlo a covidotico. Vedremo come andrà a finire.

E voi che cosa ne pensate? Avevate già sentito o usato questi due aggettivi? Quale vi sembra più adatto? Ci sono parole legate al Covid che sono entrate nel vostro vocabolario in questi mesi? Se sì, quali?

Condividete con noi le vostre risposte.

 

Fonti:

https://www.treccani.it/magazine/lingua_italiana/domande_e_risposte/lessico/lessico_805.html

lo Zingarelli 2021

Collegamenti:

https://rep.repubblica.it/pwa/generale/2020/04/20/news/covidico_la_nuova_era_dell_umanita_-254545284/

https://aulalingue.scuola.zanichelli.it/benvenuti/2018/04/26/la-formazione-delle-parole-i-suffissi-aggettivi-da-nomi/

 

 

 

 

 

 
                    [post_title] => Quale aggettivo indica chi è affetto da Covid?
                    [post_excerpt] => Care lettrici e cari lettori di Intercultura blog, quale aggettivo usiamo per indicare chi è affetto da Covid?
                    [post_status] => publish
                    [comment_status] => open
                    [ping_status] => open
                    [post_password] => 
                    [post_name] => quale-aggettivo-indica-chi-e-affetto-da-covid
                    [to_ping] => 
                    [pinged] => 
                    [post_modified] => 2020-12-23 10:37:45
                    [post_modified_gmt] => 2020-12-23 09:37:45
                    [post_content_filtered] => 
                    [post_parent] => 0
                    [guid] => https://aulalingue.scuola.zanichelli.it/?post_type=benvenuti&p=17901
                    [menu_order] => 0
                    [post_type] => benvenuti
                    [post_mime_type] => 
                    [comment_count] => 0
                    [filter] => raw
                )

            [9] => WP_Post Object
                (
                    [ID] => 17882
                    [post_author] => 3
                    [post_date] => 2020-11-19 10:05:58
                    [post_date_gmt] => 2020-11-19 09:05:58
                    [post_content] => La lingua dei giornalisti a volte è complicata: https://aulalingue.scuola.zanichelli.it/benvenuti/2020/10/29/la-lingua-dei-giornalismo/

Ripassatela con il prossimo esercizio.
                    [post_title] => Test 72- La lingua del giornalismo
                    [post_excerpt] => 
                    [post_status] => publish
                    [comment_status] => open
                    [ping_status] => open
                    [post_password] => 
                    [post_name] => test-72-la-lingua-del-giornalismo
                    [to_ping] => 
                    [pinged] => 
                    [post_modified] => 2020-11-19 10:05:58
                    [post_modified_gmt] => 2020-11-19 09:05:58
                    [post_content_filtered] => 
                    [post_parent] => 0
                    [guid] => https://aulalingue.scuola.zanichelli.it/?post_type=benvenuti&p=17882
                    [menu_order] => 0
                    [post_type] => benvenuti
                    [post_mime_type] => 
                    [comment_count] => 0
                    [filter] => raw
                )

        )

    [post_count] => 10
    [current_post] => -1
    [in_the_loop] => 
    [post] => WP_Post Object
        (
            [ID] => 18174
            [post_author] => 3
            [post_date] => 2021-01-21 10:43:20
            [post_date_gmt] => 2021-01-21 09:43:20
            [post_content] => L'ultimo esercizio è sulla parola oltrePer un rapido ripasso, leggete questo articolo: https://aulalingue.scuola.zanichelli.it/benvenuti/2021/01/14/usi-e-significati-di-oltre/

 
            [post_title] => Test 73- Usi e significati di "oltre"
            [post_excerpt] => 
            [post_status] => publish
            [comment_status] => open
            [ping_status] => open
            [post_password] => 
            [post_name] => test-73-usi-e-significati-di-oltre
            [to_ping] => 
            [pinged] => 
            [post_modified] => 2021-01-21 10:43:20
            [post_modified_gmt] => 2021-01-21 09:43:20
            [post_content_filtered] => 
            [post_parent] => 0
            [guid] => https://aulalingue.scuola.zanichelli.it/?post_type=benvenuti&p=18174
            [menu_order] => 0
            [post_type] => benvenuti
            [post_mime_type] => 
            [comment_count] => 0
            [filter] => raw
        )

    [comment_count] => 0
    [current_comment] => -1
    [found_posts] => 746
    [max_num_pages] => 75
    [max_num_comment_pages] => 0
    [is_single] => 
    [is_preview] => 
    [is_page] => 
    [is_archive] => 1
    [is_date] => 
    [is_year] => 
    [is_month] => 
    [is_day] => 
    [is_time] => 
    [is_author] => 
    [is_category] => 
    [is_tag] => 
    [is_tax] => 
    [is_search] => 
    [is_feed] => 
    [is_comment_feed] => 
    [is_trackback] => 
    [is_home] => 
    [is_404] => 
    [is_embed] => 
    [is_paged] => 1
    [is_admin] => 
    [is_attachment] => 
    [is_singular] => 
    [is_robots] => 
    [is_posts_page] => 
    [is_post_type_archive] => 1
    [query_vars_hash:WP_Query:private] => 1aa76668e944b339fc984c6f4739622b
    [query_vars_changed:WP_Query:private] => 
    [thumbnails_cached] => 
    [stopwords:WP_Query:private] => 
    [compat_fields:WP_Query:private] => Array
        (
            [0] => query_vars_hash
            [1] => query_vars_changed
        )

    [compat_methods:WP_Query:private] => Array
        (
            [0] => init_query_flags
            [1] => parse_tax_query
        )

)
Archivi: Benvenuti – Intercultura blog | Zanichelli Aula di lingue | Pagina 3