WP_Query Object
(
    [query] => Array
        (
            [post_type] => benvenuti
            [post__not_in] => Array
                (
                    [0] => 20579
                )

            [post_status] => publish
            [orderby] => date
            [order] => DESC
            [monthnum] => 0
            [year] => 0
            [paged] => 0
        )

    [query_vars] => Array
        (
            [post_type] => benvenuti
            [post__not_in] => Array
                (
                    [0] => 20579
                )

            [post_status] => publish
            [orderby] => date
            [order] => DESC
            [monthnum] => 0
            [year] => 0
            [paged] => 0
            [error] => 
            [m] => 
            [p] => 0
            [post_parent] => 
            [subpost] => 
            [subpost_id] => 
            [attachment] => 
            [attachment_id] => 0
            [name] => 
            [pagename] => 
            [page_id] => 0
            [second] => 
            [minute] => 
            [hour] => 
            [day] => 0
            [w] => 0
            [category_name] => 
            [tag] => 
            [cat] => 
            [tag_id] => 
            [author] => 
            [author_name] => 
            [feed] => 
            [tb] => 
            [meta_key] => 
            [meta_value] => 
            [preview] => 
            [s] => 
            [sentence] => 
            [title] => 
            [fields] => 
            [menu_order] => 
            [embed] => 
            [category__in] => Array
                (
                )

            [category__not_in] => Array
                (
                )

            [category__and] => Array
                (
                )

            [post__in] => Array
                (
                )

            [post_name__in] => Array
                (
                )

            [tag__in] => Array
                (
                )

            [tag__not_in] => Array
                (
                )

            [tag__and] => Array
                (
                )

            [tag_slug__in] => Array
                (
                )

            [tag_slug__and] => Array
                (
                )

            [post_parent__in] => Array
                (
                )

            [post_parent__not_in] => Array
                (
                )

            [author__in] => Array
                (
                )

            [author__not_in] => Array
                (
                )

            [ignore_sticky_posts] => 
            [suppress_filters] => 
            [cache_results] => 1
            [update_post_term_cache] => 1
            [lazy_load_term_meta] => 1
            [update_post_meta_cache] => 1
            [posts_per_page] => 10
            [nopaging] => 
            [comments_per_page] => 200
            [no_found_rows] => 
        )

    [tax_query] => WP_Tax_Query Object
        (
            [queries] => Array
                (
                )

            [relation] => AND
            [table_aliases:protected] => Array
                (
                )

            [queried_terms] => Array
                (
                )

            [primary_table] => ali_posts
            [primary_id_column] => ID
        )

    [meta_query] => WP_Meta_Query Object
        (
            [queries] => Array
                (
                )

            [relation] => 
            [meta_table] => 
            [meta_id_column] => 
            [primary_table] => 
            [primary_id_column] => 
            [table_aliases:protected] => Array
                (
                )

            [clauses:protected] => Array
                (
                )

            [has_or_relation:protected] => 
        )

    [date_query] => 
    [request] => SELECT SQL_CALC_FOUND_ROWS  ali_posts.ID FROM ali_posts  WHERE 1=1  AND ali_posts.ID NOT IN (20579) AND ali_posts.post_type = 'benvenuti' AND ((ali_posts.post_status = 'publish'))  ORDER BY ali_posts.post_date DESC LIMIT 0, 10
    [posts] => Array
        (
            [0] => WP_Post Object
                (
                    [ID] => 20563
                    [post_author] => 3
                    [post_date] => 2023-01-19 14:03:43
                    [post_date_gmt] => 2023-01-19 13:03:43
                    [post_content] => Cari lettori e care lettrici di Intercultura blog, di cosa parleremo oggi? Chissà! 

Buona lettura!

Prof. Anna

La parola chissà è il risultato dell'unione di due elementi: chi e sa; unendosi si ha il raddoppiamento della consonante iniziale del secondo elemento (sa): chissà. Si tratta quindi della frase interrogativa chi sa? che, cristallizzandosi, ha assunto valore avverbiale.

Chissà è un avverbio che:

Chissà forma anche alcune locuzioni:

 
                    [post_title] => Chissà!
                    [post_excerpt] => Cari lettori e care lettrici di Intercultura blog, di cosa parleremo oggi? Chissà! 
                    [post_status] => publish
                    [comment_status] => open
                    [ping_status] => open
                    [post_password] => 
                    [post_name] => chissa
                    [to_ping] => 
                    [pinged] => 
                    [post_modified] => 2023-01-19 14:04:09
                    [post_modified_gmt] => 2023-01-19 13:04:09
                    [post_content_filtered] => 
                    [post_parent] => 0
                    [guid] => https://aulalingue.scuola.zanichelli.it/?post_type=benvenuti&p=20563
                    [menu_order] => 0
                    [post_type] => benvenuti
                    [post_mime_type] => 
                    [comment_count] => 4
                    [filter] => raw
                )

            [1] => WP_Post Object
                (
                    [ID] => 20553
                    [post_author] => 3
                    [post_date] => 2023-01-12 14:05:25
                    [post_date_gmt] => 2023-01-12 13:05:25
                    [post_content] => Con i verbi volere, potere, dovere, sapere è possibile usare sia l’imperfetto sia il passato prossimo a seconda di quello che si vuole comunicare: https://aulalingue.scuola.zanichelli.it/benvenuti/2022/12/07/imperfetto-o-passato-prossimo-con-i-verbi-modali/.

Nel prossimo esercizio devi indicare se il risultato dell'azione è certo o è incerto.
                    [post_title] => Test 88 - L'uso dell'imperfetto con i verbi modali
                    [post_excerpt] => Nel prossimo esercizio devi indicare se il risultato dell’azione è certo o è incerto.
                    [post_status] => publish
                    [comment_status] => open
                    [ping_status] => open
                    [post_password] => 
                    [post_name] => test-88-luso-dellimperfetto-con-i-verbi-modali
                    [to_ping] => 
                    [pinged] => 
                    [post_modified] => 2023-01-12 14:06:42
                    [post_modified_gmt] => 2023-01-12 13:06:42
                    [post_content_filtered] => 
                    [post_parent] => 0
                    [guid] => https://aulalingue.scuola.zanichelli.it/?post_type=benvenuti&p=20553
                    [menu_order] => 0
                    [post_type] => benvenuti
                    [post_mime_type] => 
                    [comment_count] => 2
                    [filter] => raw
                )

            [2] => WP_Post Object
                (
                    [ID] => 20555
                    [post_author] => 3
                    [post_date] => 2023-01-12 14:04:26
                    [post_date_gmt] => 2023-01-12 13:04:26
                    [post_content] => Ricordate il significato delle espressioni formate con il verbo mettere e la preposizione a? Per ripassare questo argomento prima di affrontare il test, leggete qui: https://aulalingue.scuola.zanichelli.it/benvenuti/2022/12/15/i-molti-significati-del-verbo-mettere-mettere-a/
                    [post_title] => Test 88 - I molti significati del verbo mettere: mettere a
                    [post_excerpt] => Ricordate il significato delle espressioni formate con il verbo mettere e la preposizione a?
                    [post_status] => publish
                    [comment_status] => open
                    [ping_status] => open
                    [post_password] => 
                    [post_name] => test-88-i-molti-significati-del-verbo-mettere-mettere-a
                    [to_ping] => 
                    [pinged] => 
                    [post_modified] => 2023-01-18 15:39:21
                    [post_modified_gmt] => 2023-01-18 14:39:21
                    [post_content_filtered] => 
                    [post_parent] => 0
                    [guid] => https://aulalingue.scuola.zanichelli.it/?post_type=benvenuti&p=20555
                    [menu_order] => 0
                    [post_type] => benvenuti
                    [post_mime_type] => 
                    [comment_count] => 3
                    [filter] => raw
                )

            [3] => WP_Post Object
                (
                    [ID] => 20547
                    [post_author] => 3
                    [post_date] => 2023-01-12 14:04:09
                    [post_date_gmt] => 2023-01-12 13:04:09
                    [post_content] => Care lettrici e cari lettori di Intercultura blog, bentrovati!  Ecco alcuni esercizi per ripassare gli argomenti trattati di recente sul blog. Siete pronti?

In bocca al lupo!

Prof. Anna

Nelle frasi relative del seguente esercizio che viene usato in modo generico, sostituiscilo con il un pronome relativo cui preceduti dalla proposizione corretta.

Per ripassare il che polivalente prima di affrontare il test, potete leggere questo articolo: https://aulalingue.scuola.zanichelli.it/benvenuti/2022/12/01/il-che-polivalente/
                    [post_title] => Test 88 - Il che polivalente
                    [post_excerpt] => Care lettrici e cari lettori di Intercultura blog, bentrovati!  Ecco alcuni esercizi per ripassare gli argomenti trattati di recente sul blog. Siete pronti?
                    [post_status] => publish
                    [comment_status] => open
                    [ping_status] => open
                    [post_password] => 
                    [post_name] => test-88-il-che-polivalente
                    [to_ping] => 
                    [pinged] => 
                    [post_modified] => 2023-01-12 14:04:09
                    [post_modified_gmt] => 2023-01-12 13:04:09
                    [post_content_filtered] => 
                    [post_parent] => 0
                    [guid] => https://aulalingue.scuola.zanichelli.it/?post_type=benvenuti&p=20547
                    [menu_order] => 0
                    [post_type] => benvenuti
                    [post_mime_type] => 
                    [comment_count] => 4
                    [filter] => raw
                )

            [4] => WP_Post Object
                (
                    [ID] => 20534
                    [post_author] => 3
                    [post_date] => 2022-12-22 10:57:31
                    [post_date_gmt] => 2022-12-22 09:57:31
                    [post_content] => Care lettrici e cari lettori di Intercultura blog, quest'anno vorrei augurarvi buon Natale con una poesia che svela il senso più profondo di questa festività.

Auguri di cuore a tutti!

Prof. Anna

Alda Giuseppina Merini nasce e muore a Milano (21 marzo 1931 - 1 novembre 2009), è una delle poetesse italiane più celebri e più lette del Novecento.

Buon Natale

A Natale non si fanno cattivi
pensieri ma chi è solo
lo vorrebbe saltare
questo giorno.
A tutti loro auguro di
vivere un Natale
in compagnia.
Un pensiero lo rivolgo a
tutti quelli che soffrono
per una malattia.
A coloro auguro un
Natale di speranza e di letizia.
Ma quelli che in questo giorno
hanno un posto privilegiato
nel mio cuore
sono i piccoli mocciosi
che vedono il Natale
attraverso le confezioni dei regali.
Agli adulti auguro di esaudire
tutte le loro aspettative.
Per i bambini poveri
che non vivono nel paese dei balocchi
auguro che il Natale
porti una famiglia che li adotti
per farli uscire dalla loro condizione
fatta di miseria e disperazione.
A tutti voi
auguro un Natale con pochi regali
ma con tutti gli ideali realizzati.
In questa poesia Alda Merini, con la sensibilità che la contraddistingue, ci ricorda quanto sia importante volgere lo sguardo a chi è meno fortunato, a chi soffre. Augura a tutti noi un Natale con pochi regali, spogliandolo del suo aspetto più materiale e superficiale, concentrando l'attenzione sugli ideali. Un pensiero in particolare è dedicato ai bambini, a quelli meno fortunati, a cui si augura di uscire dalla loro condizione fatta di miseria e disperazione. L'augurio per tutti è quello di trovare sotto l'albero il dono più importante: la speranza. E voi, come passerete le feste natalizie? Per sapere di più sulla vita e sulle opere di Alda Merini: http://www.aldamerini.it/   [post_title] => Buon Natale di Alda Merini [post_excerpt] => Care lettrici e cari lettori di Intercultura blog, quest'anno vorrei augurarvi buon Natale con una poesia che svela il senso più profondo di questa festività. [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => open [post_password] => [post_name] => buon-natale-di-alda-merini [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2022-12-22 10:57:31 [post_modified_gmt] => 2022-12-22 09:57:31 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => https://aulalingue.scuola.zanichelli.it/?post_type=benvenuti&p=20534 [menu_order] => 0 [post_type] => benvenuti [post_mime_type] => [comment_count] => 2 [filter] => raw ) [5] => WP_Post Object ( [ID] => 20522 [post_author] => 3 [post_date] => 2022-12-15 13:54:06 [post_date_gmt] => 2022-12-15 12:54:06 [post_content] => Care lettrici e cari lettori di Intercultura blog, quante espressioni può formare il verbo mettere seguito dalla preposizione a? Vediamolo insieme. Il verbo mettere seguito da preposizioni semplici, da preposizioni articolate oppure da sostantivi forma un gran numero di espressioni polirematiche. Vediamo quali sono quelle formate con mettere + a: E quelle formate da mettere + a + articolo:   [post_title] => I molti significati del verbo "mettere": "mettere a" [post_excerpt] => Care lettrici e cari lettori di Intercultura blog, quante espressioni può formare il verbo "mettere" seguito dalla preposizione "a"? Vediamolo insieme. [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => open [post_password] => [post_name] => i-molti-significati-del-verbo-mettere-mettere-a [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2022-12-15 13:54:06 [post_modified_gmt] => 2022-12-15 12:54:06 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => https://aulalingue.scuola.zanichelli.it/?post_type=benvenuti&p=20522 [menu_order] => 0 [post_type] => benvenuti [post_mime_type] => [comment_count] => 3 [filter] => raw ) [6] => WP_Post Object ( [ID] => 20510 [post_author] => 3 [post_date] => 2022-12-07 13:53:27 [post_date_gmt] => 2022-12-07 12:53:27 [post_content] => Care lettrici e cari lettori di Intercultura blog, come si utilizzano questi due tempi con i verbi modali? Vediamolo insieme. Nelle scorse settimane abbiamo cercato di capire quando scegliere l'imperfetto e quando invece scegliere il passato prossimo: https://aulalingue.scuola.zanichelli.it/benvenuti/2022/11/10/imperfetto-o-passato-prossimo/ Ma come comportarsi con i verbi modali?  Con i verbi volere, potere, dovere, sapere è possibile usare sia l'imperfetto sia il passato prossimo a seconda di quello che si vuole comunicare: Ricapitolando con i verbi modali, si usa l’imperfetto se non si conosce l’esito di un’azione: dovevo uscire, ma pioveva troppo, qui si vuole comunicare che avevo intenzione di uscire, ma, a causa della pioggia, non l'ho più fatto; si usa invece il passato prossimo quando si sottintende che l’azione è andata a buon fine: sono dovuta uscire, anche se pioveva, in questo caso l'azione si è realizzata. [post_title] => Imperfetto o passato prossimo con i verbi modali [post_excerpt] => Care lettrici e cari lettori di Intercultura blog, come si utilizzano questi due tempi con i verbi modali? Vediamolo insieme. [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => open [post_password] => [post_name] => imperfetto-o-passato-prossimo-con-i-verbi-modali [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2022-12-07 13:53:27 [post_modified_gmt] => 2022-12-07 12:53:27 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => https://aulalingue.scuola.zanichelli.it/?post_type=benvenuti&p=20510 [menu_order] => 0 [post_type] => benvenuti [post_mime_type] => [comment_count] => 21 [filter] => raw ) [7] => WP_Post Object ( [ID] => 20495 [post_author] => 3 [post_date] => 2022-12-01 13:57:22 [post_date_gmt] => 2022-12-01 12:57:22 [post_content] => Care lettrici e cari lettori di Intercultura blog, mettetevi comodi che parliamo del che polivalente. Buona lettura! Prof. Anna Tra tutte le congiunzioni che è quella più usata in tutti i registri scritti e parlati, anzi è in assoluto una delle parole più in uso della lingua italiana, introduce infatti molte subordinate: le oggettive (sostengo che è colpa sua); le soggettive (è giusto che tu dica la verità); le dichiarative (non ammetto questo: che tu ti comporti così); e le relative quando l’antecedente del pronome relativo è un soggetto o un complemento oggetto (la donna che vedi è mia sorella; la donna che hai incontrato è mia sorella). Nella lingua parlata odierna e nell'italiano di uso medio è diffusa la tendenza a usare che con significato generico per introdurre vari tipi di subordinate che, in italiano standard, verrebbero introdotte da altre congiunzioni, la sua funzione specifica risulterà dal significato di insieme; è in questi casi che si parla di che polivalente. Il che polivalente compare nell'italiano di registro colloquiale antico e moderno, con tantissime attestazioni anche letterarie. Il che polivalente si usa per introdurre frasi: Si può parlare di che polivalente anche quando che si usa in modo generico nelle frasi relative in sostituzione di un pronome relativo cui o il quale preceduti da una proposizione: Il che polivalente è attestato in letteratura già in italiano antico, ci sono poi molti esempi in epoca più recente; il suo uso sottolinea una scelta stilistica di tipo popolare, è presente infatti in testi di canzoni, in Ragazzo fortunato di Jovanotti: sono fortunato perché non c'è niente che (di cui) ho bisogno oppure in Fiore di Maggio di Fabio Concato: tu che sei nata dove c'è sempre il sole, sopra uno scoglio che (da cui) ci si può tuffare o in titoli di film, come Maledetto il giorno che ti ho incontrato di Carlo Verdone. L'accettabilità di questo uso di che oscilla, non solo in base a livello di lingua adoperato (sorvegliato o non sorvegliato), ma dipende anche dal tipo di costrutti: il che temporale è appropriato anche in contesti formali ed è anzi l'unica possibilità in frasi che indicano la durata di un'azione in rapporto a una data unità di tempo (ora, giorno, anno): è un'ora che ti aspetto; erano dieci anni che andava avanti questa storia.  [post_title] => Il che polivalente [post_excerpt] => Care lettrici e cari lettori di Intercultura blog, mettetevi comodi che parliamo del "che" polivalente. [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => open [post_password] => [post_name] => il-che-polivalente [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2022-12-01 13:57:31 [post_modified_gmt] => 2022-12-01 12:57:31 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => https://aulalingue.scuola.zanichelli.it/?post_type=benvenuti&p=20495 [menu_order] => 0 [post_type] => benvenuti [post_mime_type] => [comment_count] => 2 [filter] => raw ) [8] => WP_Post Object ( [ID] => 20482 [post_author] => 3 [post_date] => 2022-11-24 14:04:01 [post_date_gmt] => 2022-11-24 13:04:01 [post_content] => Imperfetto o passato prossimo? Quando usare l'uno e quando l'altro? Per rispondere a queste domande potete leggere questo articolo: https://aulalingue.scuola.zanichelli.it/benvenuti/2022/11/10/imperfetto-o-passato-prossimo/ e poi fare il test. [post_title] => Test 87 - Imperfetto o passato prossimo? [post_excerpt] => Imperfetto o passato prossimo? Quando usare l'uno e quando l'altro? [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => open [post_password] => [post_name] => test-87-imperfetto-o-passato-prossimo [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2022-11-24 14:07:17 [post_modified_gmt] => 2022-11-24 13:07:17 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => https://aulalingue.scuola.zanichelli.it/?post_type=benvenuti&p=20482 [menu_order] => 0 [post_type] => benvenuti [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw ) [9] => WP_Post Object ( [ID] => 20485 [post_author] => 3 [post_date] => 2022-11-24 14:02:08 [post_date_gmt] => 2022-11-24 13:02:08 [post_content] => Il verbo mettere forma molte espressioni con diversi significati. Ricordi quelle di cui abbiamo parlato? Se hai bisogno di ripasso prima di affrontare il test, leggi qui:  https://aulalingue.scuola.zanichelli.it/benvenuti/2022/10/27/i-molti-significati-del-verbo-mettere-mettere-in/ https://aulalingue.scuola.zanichelli.it/benvenuti/2015/05/21/i-molti-significati-del-verbo-mettere/   [post_title] => Test 87 - I molti significati del verbo "mettere" [post_excerpt] => Il verbo mettere forma molte espressioni con diversi significati. Ricordi quelle di cui abbiamo parlato? [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => open [post_password] => [post_name] => test-87-i-molti-significati-del-verbo-mettere [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2022-11-24 14:08:01 [post_modified_gmt] => 2022-11-24 13:08:01 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => https://aulalingue.scuola.zanichelli.it/?post_type=benvenuti&p=20485 [menu_order] => 0 [post_type] => benvenuti [post_mime_type] => [comment_count] => 1 [filter] => raw ) ) [post_count] => 10 [current_post] => -1 [in_the_loop] => [post] => WP_Post Object ( [ID] => 20563 [post_author] => 3 [post_date] => 2023-01-19 14:03:43 [post_date_gmt] => 2023-01-19 13:03:43 [post_content] => Cari lettori e care lettrici di Intercultura blog, di cosa parleremo oggi? Chissà!  Buona lettura! Prof. Anna La parola chissà è il risultato dell'unione di due elementi: chi e sa; unendosi si ha il raddoppiamento della consonante iniziale del secondo elemento (sa): chissà. Si tratta quindi della frase interrogativa chi sa? che, cristallizzandosi, ha assunto valore avverbiale. Chissà è un avverbio che: Chissà forma anche alcune locuzioni:   [post_title] => Chissà! [post_excerpt] => Cari lettori e care lettrici di Intercultura blog, di cosa parleremo oggi? Chissà!  [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => open [post_password] => [post_name] => chissa [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2023-01-19 14:04:09 [post_modified_gmt] => 2023-01-19 13:04:09 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => https://aulalingue.scuola.zanichelli.it/?post_type=benvenuti&p=20563 [menu_order] => 0 [post_type] => benvenuti [post_mime_type] => [comment_count] => 4 [filter] => raw ) [comment_count] => 0 [current_comment] => -1 [found_posts] => 836 [max_num_pages] => 84 [max_num_comment_pages] => 0 [is_single] => [is_preview] => [is_page] => [is_archive] => 1 [is_date] => [is_year] => [is_month] => [is_day] => [is_time] => [is_author] => [is_category] => [is_tag] => [is_tax] => [is_search] => [is_feed] => [is_comment_feed] => [is_trackback] => [is_home] => [is_privacy_policy] => [is_404] => [is_embed] => [is_paged] => [is_admin] => [is_attachment] => [is_singular] => [is_robots] => [is_favicon] => [is_posts_page] => [is_post_type_archive] => 1 [query_vars_hash:WP_Query:private] => b896143b395494e79be537804647c89d [query_vars_changed:WP_Query:private] => [thumbnails_cached] => [stopwords:WP_Query:private] => [compat_fields:WP_Query:private] => Array ( [0] => query_vars_hash [1] => query_vars_changed ) [compat_methods:WP_Query:private] => Array ( [0] => init_query_flags [1] => parse_tax_query ) )
Archivi: Benvenuti - Intercultura blog | Zanichelli Aula di lingue

Benvenuti - Intercultura Blog

Aula di Lingue

In Evidenza