Il complemento di limitazione

Prof. Anna
Complementi,   grammatica,   La lingua italiana

Care lettrici e cari lettori di Intercultura blog, siete bravi in analisi logica? Dopo aver letto questo articolo lo sarete di più. Oggi analizziamo il complemento di limitazione: a cosa serve e da quali elementi è introdotto.

Buona lettura!

Prof. Anna

A mio parere, tu sei il migliore.

Siamo fortissimi in inglese.

Mio nonno è sordo da un orecchio.

Che cosa hanno in comune le espressioni in grassetto?

Servono a precisare i limiti entro i quali limiti è valido ciò che si afferma, sono complementi di limitazione.

Il complemento di limitazione specifica entro quali limiti ha valore ciò che è espresso da un aggettivo, da un sostantivo o dal predicato. Risponde alle domande: in che cosa? Limitatamente a che cosa? In quanto a che cosa?

Questo complemento può essere introdotto da una grande varietà di elementi, questo perché gode di largo uso. Ecco i più frequenti:

di → introduce un sostantivo che precisa una qualità generale espressa di solito mediante un aggettivo, limitandone il campo semantico, nelle frasi che seguono il campo semantico molto generale di esperto e forte viene riferito solo a informatica e carattere: è un esperto di informatica; è forte di carattere;

a, in → sono bravo in matematica; come stai a soldi?;

per → richiama l’idea di una comparazione, un’affermazione di carattere generale trova il suo limite nel confronto: tu sei troppo permaloso, per il mio carattere! (in confronto al mio carattere);

rispetto a, di fronte a, in confronto a, in relazione a: anche questi elementi hanno un valore comparativo: tuo figlio è molto maturo rispetto alla sua età;

quanto a, in quanto a, relativamente a, secondo, riguardo a, in fatto di, a detta di, a parere di, a livello di, ad avviso di: questi elementi hanno un significato di opinione, di giudizio personale: in quanto a soldi, non è un momento facile; dovrebbe rimettersi presto a detta del medico;

da → si usa talvolta in certi casi per descrivere la condizione di una delle due parti del corpo che sono in coppia: sono miope da un occhio.

Nel seguente esercizio dovete scegliere il corretto elemento introduttivo.

Seleziona la risposta corretta fra le opzioni disponibili. Al termine premi il pulsante "Correggi esercizio": vedrai le risposte giuste evidenziate in verde e quelle sbagliate in rosso.

1- Giulia è imbattibile . 2- Mio nipote è molto alto . 3- Maria supera tutti . 4- Io e te abbiamo gli stessi gusti . 5- non ti sei impegnato abbastanza. 6- Questo ristorante è caro . 7- Perché sei zoppo ? 8- Mi sembra un programma scadente . 9- Beati i poveri . 10. Sono del tutto ignorante

Per la lezione

Prosegui la lettura

Commenti [13]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  1. Ciao,
    Ho piaciuto molto quest’esercizio.
    Soltanto due sbagli.
    Grazie e un buon giovedì.

    • Zanichelli Avatar

      Molto bene Zilba!
      A presto
      Prof. Anna

      • Rino scrive:

        Prof. col suo permesso:
        Ma, “ho” piaciuto molto questo esercizio?
        Nooooooooooooooooooo!!!:-)
        Mi è piaciuto molto…

  2. Tony M scrive:

    Come alternativa a “sordo da un orecchio”, possiamo dire “sordo in un orecchio”? E come alternativa a “come stati a soldi?”, possiamo domandare “come stai con i soldi?”?

    • Zanichelli Avatar

      Caro Tony, è meglio dire “sordo da un orecchio” e “come stai a soldi?”, le alternative che mi proponi non sono in uso.
      Un saluto
      Prof. Anna

  3. Clara scrive:

    Cara Anna,
    Sono sodfisfatta di questo esercizio : 10/10
    Ho provato a fare alcune frasi che scrivo di seguito. Mi piacerebbe che Lei me le corrigesse.
    1. Lucia è pasionata di cucina.
    2. Secondo me, sei bravissima in “Fai da te”
    3. Il paziente ha perso la vista da un occhio
    4. A deta di tutti i proffessori è uno studente “10”
    5. In quanto alla sua situazione, non c’è niente di speciale?
    6. A mio avviso,te la cavi bene in italiano
    7. Tu sei diventata un’esperta rispetto a ballo latino
    8. In fatto di pittura, lei è mediocre
    9. Riguardo alla mia età,no te la dirò
    10. Secondo le previsioni meteorologiche domari farà brutto.
    Grazie in anticipo
    Un saluto

    • Zanichelli Avatar

      Cara Clara, ecco le mie correzioni:
      1. Lucia è appassionata di cucina.
      2. Secondo me, sei bravissima nel “Fai da te”
      4. A detta di tutti i professori è uno studente da “10”
      6. A mio avviso, te la cavi bene in italiano
      7. Tu sei diventata un’esperta di ballo latino
      8. In fatto di pittura, lei è mediocre
      9. Non ti dirò la mia età
      Un saluto
      Prof. Anna

      • Clara scrive:

        Grazie di tutto. Ne ho preso nota.
        Un caro saluto
        Clara

  4. Rino scrive:

    8/10: 2,7.
    La mia limitazione?
    Non sono costante nello studio.
    Saluti Prof.

    • Zanichelli Avatar

      Caro Rino, mi sembra un buon risultato!
      Un saluto
      Prof. Anna

  5. andree scrive:

    Gentile professoressa,
    “Non ti dirò la mia età” : dov’è il complemento di limitazione? Non caspico.
    Nelle frasi seguenti può confirmare “il complemento di limitazione”:
    1. La bambina cambia ” in peggio”.
    2. Su quel fatto è meglio “tacere”.
    3. Stare “a braccia conserte”.
    4. Battiamo “alla grande” il record di femminicci.
    5. È vecchio solo “per l’ anagrafe”.
    6. Vanno sempre “di corsa”.
    7. Scolare “d’un fiato” il bicchiere di marsala.
    8 .Portare qualcuno “a sirene spiegate” al pronto soccorso.
    9. Assaltare qualcuno “in branco”.
    Grazie

    • Zanichelli Avatar

      Caro Andree, nella prima frase che mi scrivi non c’è un complemento di limitazione.
      1. complemento di modo; 2. un verbo non può essere un complemento, in questo caso si tratta di una proposizione soggettiva; 3. complemento di modo; 4. complemento di modo; 5. complemento di limitazione; 6. complemento di modo; 7. complemento di modo; 8. complemento di modo; 9. complemento di modo.
      A presto
      Prof. Anna