La frase complessa: le proposizioni consecutive

Prof. Anna
congiuntivo,   grammatica,   La lingua italiana,   Sintassi

Care lettrici e cari lettori di Intercultura blog, oggi riprendiamo lo studio delle proposizioni subordinate; vediamo insieme come si presentano e cosa esprimono le proposizioni consecutive.

Buona lettura!

Prof. Anna

Le proposizioni consecutive esprimono la conseguenza dell’azione o del fatto contenuto nella reggente e sono collocate dopo di essa:

  • Maria è talmente bella (reggente) da fare innamorare tutti (consecutiva).

Le consecutive possono essere esplicite o implicite.

Le consecutive esplicite possono avere il verbo:

  • all’indicativo: la lezione era così noisa che mi sono addormentata;
  • al congiuntivo quando la conseguenza è soltanto ipotetica o possibile: è stato costruito in modo tale che non possa crollare nemmeno in caso di terremoto;
  •  al condizionale per indicare una conseguenza realizzabile soltanto a certe condizioni: sono così stanco che dormirei (se potessi).

Possiamo distinguere due tipi fondamentali di costrutti consecutivi:

  • costrutti forti: caratterizzati dalla presenza di un elemento introduttivo nella principale (tanto, talmente, tale, siffatto, simile ecc.) che viene ripreso dalla congiunzione che, collocata nella subordinata: sono tanto felice che non sto nella pelle;
  • costrutti deboli: senza antecedente in cui la reggente ha una sua autonomia semantica e ed è collegata alla consecutiva tramite una congiunzione composta o una locuzione congiuntiva (sicché, cosicché, tanto che, a tal punto che, al punto che, di modo che, in modo che, in maniera che ecc.): era stanco, sicché è andato a dormire.

Gli antecedenti fondamentali sono:

  • così: di uso larghissimo, può precedere un aggettivo, un participio o un avverbio: la nebbia era così fitta, che non si vedeva nulla;
  •  tanto: può essere avverbio o aggettivo: ho corso tanto, che mi è venuto il fiatone; ho remato con tanta forza, che ora mi fanno male le braccia;  propria di un registro colloquiale sono le intensificazioni così tanto e talmente tanto;
  • tale: si usa come aggettivo, senza articolo o con l’articolo indeterminativo: la paura era tale che siamo rimasti pietrificati; avevamo una tale paura che siamo rimasti pietrificati;
  •  talmente: modifica un aggettivo, un participio o un avverbio, tranne gli avverbi che finiscono in –mente: l’equazione era talmente difficile che nessuno è riuscito a risolverla.

Il costrutto implicito si può avere quando i soggetti della reggente e della subordinata coincidono: ero così commossa (io) da non poter parlare (io); ma anche quando la subordinata ha un soggetto generico: ha un profumo da perdere la testa.

Le consecutive implicite hanno il verbo all’infinito e sono introddotte:

  •  dalle preposizioni da, di e per spesso precedute da un antecedente: così da, tanto da, fino a, al punto di, in modo da, talmente da: è bello da impazzire (senza antecedente), è abbastanza grande per capire il problema; sono nervoso al punto di piangere;
  •  da aggettivi come degno o indegno seguiti da di + infinito: non sei degno di essere premiato.

Si possono includere tra le consecutive alcune proposizioni introdotte da verbi come impedire, salvare, trattenere + dal + infinito: mi trattengo dal piangere.

Proposizioni di adeguatezza

Con questo nome si indicano un tipo di proposizione affine alla consecutiva in cui la conseguenza non è realizzata, ma collegata a un certo rapporto di intensità. Nella reggente si trova un avverbio quantitativo come: troppo, poco, troppo poco, abbastanza, alquanto o il corrispondente aggettivo e la subordinata introdotta da perché col congiuntivo o da per e da con l’infinito: sei troppo stanco per guidare, è troppo complicato perché tu possa capire.

Seleziona la risposta corretta fra quelle disponibili. Se rispondi bene, vedrai lo sfondo diventare di colore verde.

  1. Scegli la frase corretta:
    • Quel cane così era buffo che tutti si fermavano a guardarlo.
    • Quel cane era così buffo che tutti si fermavano a guardarlo.
  2. Scegli la frase corretta:
    • Abbiamo vinto la partita sicché festeggiamo.
    • Abbiamo vinto la partita che festeggiamo.
  3. Scegli la frase corretta.
    • Mi annoio da morire.
    • Mi annoio di morire.
  4. Scegli la frase corretta:
    • La frittata era tanta salata che non si riusciva a mangiare.
    • La frittatta era tanto salata che non si riusciva a mangiare.
  5. Scegli la frase corretta:
    • Ci hai messo così tanto passione che meriti di vincere.
    • Ci hai messo così tanta passione che meriti di vincere.
  6. Scegli la frase corretta:
    • Ho pianto talmente tanto che mi bruciano gli occhi.
    • Ho pianto talmente tanto sicché mi bruciano gli occhi.
  7. Scegli la frase corretta:
    • Sei stato molto sgarbato, che mi sono vergognata.
    • Sei stato molto sgarbato, al punto che mi sono vergognata.
  8. Scegli la frase corretta:
    • Era davvero emozionato, tanto per non riuscire a parlare.
    • Era davvero emozionato, tanto da non riuscire a parlare.
  9. Scegli la frase corretta:
    • Sono abbastanza grande per capire il problema.
    • Sono abbastanza grande di capire il problema.
  10. Scegli la frase corretta:
    • La tua sincerità è degna da essere apprezzata.
    • La tua sincerità è degna di essere apprezzata.

Per la lezione

Prosegui la lettura

Commenti [6]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  1. Lucia scrive:

    Grazie. A volte non si ricorda tutto. Vado piu` intuitivo.

  2. Martin scrive:

    Per me la lezione era molto Importanz, grazie

    • Zanichelli Avatar

      Caro Martin, mi fa molto piacere. Se hai dubbi o domande, non esitare a scrivermi.
      A presto
      Prof. Anna

  3. Rino scrive:

    10/10 un inizio 2020 ottimale.

    • Zanichelli Avatar

      Molto bene Rino, buon 2020!
      A presto
      Prof. Anna

  4. Martin scrive:

    Grazie per la lezione interessante