Test 14 – il condizionale passato

Prof. Anna
Grammatica,   La lingua italiana,   Test,   Verbi

Cari lettori e care lettrici di Intercultura blog, è ora di ripassare gli argomenti da noi trattati nelle ultime settimane, usate dunque questi test come strumenti di autovalutazione, e ,se non vi sentite sicuri, andate a rileggere l’articolo relativo all’argomento del test.

Cominciamo con un esercizio per ripassare il condizionale passato.

Buon test!

Prof. Anna

Seleziona la risposta corretta fra quelle disponibili. Se rispondi bene, vedrai lo sfondo diventare di colore verde.

  1. Scegli la frase corretta:
    • Lara mi ha detto che il giorno dopo andrà dal medico.
    • Lara mi ha detto che il giorno dopo sarebbe andata dal medico.
    • Lara mi ha detto che il giorno dopo sarà andata.dal medico.
  2. Scegli la frase corretta:
    • Prevedono che il tempo sarà bello durante il fine settimana.
    • Prevedono che il tempo sarebbe stato bello durante il fine settimana.
    • Prevedono che il tempo sarebbe bello durante il fine settimana.
  3. Scegli la frase corretta:
    • Ieri sera sarei andato volentieri a letto presto, ma ho dovuto lavorare fino a tardi.
    • Ieri sera andrei volentieri a letto presto, ma ho dovuto lavorare fino a tardi.
    • Ieri sera avrei andato volentieri a letto presto, ma ho dovuto lavorare fino a tardi.
  4. Scegli la frase corretta:
    • Luca sarebbe offerto con piacere la cena a tutti, ma non gliel'hanno permesso.
    • Luca offrirebbe con piacere la cena a tutti, ma non gliel'hanno permesso.
    • Luca avrebbe offerto con piacere la cena a tutti, ma non gliel'hanno permesso.
  5. Scegli la frase corretta:
    • Stasera c'è uno spettacolo interessante, mi piacerà molto andarci.
    • Stasera c'è uno spettacolo interessante, mi sarebbe piaciuto molto andarci.
    • Stasera c'è uno spettacolo interessante, mi piacerebbe molto andarci.
  6. Scegli la frase corretta:
    • Ti avrei telefonato, ma non ho potuto perché avevo il cellulare scarico.
    • Ti ho telefonato, ma non ho potuto perché avevo il cellulare scarico.
    • Ti telefonerei, ma non ho potuto perché avevo il cellulare scarico.
  7. Scegli la frase corretta:
    • Mi avevi assicurato che ci darai una mano.
    • Mi avevi assicurato che ci avresti dato una mano.
    • Mi avevi assicurato che ci daresti una mano.
  8. Scegli la frase corretta:
    • Ero sicura che ti saresti impegnato di più.
    • Ero sicura che ti impegneresti di più.
    • Ero sicura che ti sarai impegnato di più.
  9. Scegli la frase corretta:
    • Non pensavo che oggi pioverebbe.
    • Non pensavo che oggi avrebbe piovuto.
    • Non pensavo che oggi piove.
  10. Scegli la frase corretta:
    • Dottore, vorrei fissare un appuntamento, sarebbe stato possibile per domani?
    • Dottore, vorrei fissare un appuntamento, sarà possibile per domani?
    • Dottore, vorrei fissare un appuntamento, sarebbe possibile per domani?

Prosegui la lettura

Commenti [12]

Rispondi a Ardita Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  1. Maria scrive:

    Ancora difficile ma sta migliorando!

  2. Marta scrive:

    Sono stata molto brava senza fare nessun sbaglio. Nonostante, mi risulti più facile scegliere la frase corretta, quando devo costruirla da sola faccio molti errori. Cosa devo fare?

    • Zanichelli Avatar

      Cara Marta, è normale avere più difficoltà nel costruire una frase dal niente, prova ad esercitarti nella conversazione o nella scrittura.
      Un saluto
      Prof. Anna

  3. Ardita scrive:

    sono albanese e non ho avuto nessuna difficolta con le risposte

    • Zanichelli Avatar

      Ciao Ardita, benvenuta su Intercultura blog e complimenti per il tuo risultato!
      A presto
      Prof. Anna

  4. Helena scrive:

    Prof. Anna
    Le riporto una frase sentita alla televisione:
    chi potrebbe essere stato ?
    è la stessa cosa come – chi sarebbe potuto essere?
    quale di queste due è giusta (più corretta)
    Grazie

    • Zanichelli Avatar

      Cara Helena, la prima frase è corretta: “chi portebbe essere stato?”; mentre nella frase “chi sarebbe potuto essere” l’ausiliare del verbo “potere” dovrebbe essere “avere” e non “essere”: “chi avrebbe dovuto essere”, infatti i verbi modali vogliono l’ausiliare “avere” quando sono seguiti dal verbo “essere”.
      Un saluto
      Prof. Anna

  5. Loris scrive:

    Ho sbagliato la n° 1.
    Lara mi ha detto che il giorno dopo andrà dal medico.
    Non mi sembra così scorretta: mi ha detto (presente) il giorno dopo (futuro): andrà dal medico!
    La frase potrebbe essere così?:
    Lara mi ha detto che andrà dal medico

    • Zanichelli Avatar

      Caro Loris, non è scorretta nemmeno la frase che proponi tu, per esprimere posteriorità in dipendenza da un tempo passato si usa il condizionale passato ma è possibile anche usare il fututo.
      A presto
      Prof. Anna

  6. Paola scrive:

    Moltó bene

  7. Marco scrive:

    Salve, potrebbe confermarmi il mio ragionamento rispetto ad alcune frasi?

    “Se io temessi che tu sia malato, ti farei curare.”
    “Avrei timore che tu fossi (e non “che tu sia”) ecc…”

    Allora, nella prima frase usiamo il congiuntivo presente nella subordinata oggettiva “che tu sia malato” (retta da “se io temessi”) in primis perché il verbo della reggente esprime incertezza (temessi) al presente; ed esprime un rapporto di contemporaneità rispetto alla reggente (temessi); e in secondo luogo usiamo il congiuntivo presente nella subordinata oggettiva per una più forte accentazione di una condizione immediata.

    Nella seconda frase invece bisogna dire che i verbi di volontà, desiderio, opportunità al condizionale presente (come nel nostro caso) reggono preferenzialmente il congiuntivo imperfetto nella subordinata (d’altra parte “avrei timore” o “avrei paura” potrebbe essere attratto da questi verbi [volontà, desiderio, etc], visto che semanticamente “avrei timore” o “avrei paura” significherebbe “non desidererei”, “sperare che qualcosa non accada” etc; quindi la costruzione con il congiuntivo imperfetto è corretta (però diremmo, con verbi che esprimono incertezza, ma non desiderio, preferenza, etc, “crederei che tu sia bravo”; “immaginerei che tu abbia ragione” etc; in questo caso il condizionale presente nella reggente regge il congiuntivo presente). Stessi ragionamenti per queste frasi: in presenza di un verbo esprimente volontà, desiderio, opportunità, necessità (in questo caso: “avrei necessità” o “avrei bisogno”), la frase dipendente (“che tutti i delegati verificassero) e la sua coordinata (e inviassero) avrà preferenzialmente il congiuntivo imperfetto: verificassero, inviassero.

    Corretto?