Test 43- La scelta dell’ausiliare nei tempi composti-

Prof. Anna
grammatica,   La lingua italiana,   test,   Verbi

Cari lettori e care lettrici di Intercultura blog, ripassiamo insieme la scelta dell’ausiliare nella formazione dei tempi composti: essere o avere?

Gli articoli che affrontano questo argomento sono i seguenti: http://aulalingue.scuola.zanichelli.it/benvenuti/2016/04/21/approfondimento-la-scelta-dellausiliare-nei-tempi-composti-prima-parte/; http://aulalingue.scuola.zanichelli.it/benvenuti/2016/04/28/approfondimento-la-scelta-dellausiliare-nei-tempi-composti-seconda-parte/, rileggeteli con attenzione se non vi sentite sicuri.

Buon test!

Prof. Anna

Seleziona la risposta corretta fra le opzioni disponibili. Al termine premi il pulsante "Correggi esercizio": vedrai le risposte giuste evidenziate in verde e quelle sbagliate in rosso.

1- L'anno scorso corso la maratona e arrivato terzo. 2- Mi sembri triste, cosa ti capitato? 3- Credo di avere preso l'influenza, tossito tutta la notte e ho qualche linea di febbre. 4- Non mi piaciuto questo film. 5- Il tuo cane mi ha fatto paura, sbucato fuori all'improvviso e cominciato ad abbaiare. 6- Gli uccellini si posati su un ramo poi improvvisamente volati via. 7- Io e mio marito quattro splendidi figli. 8- dovuto accettare il suo invito per non essere scortese. 9- Quanto cresciuto tuo nipote, ormai diventato grande! 10- Sono un po' preoccupata, Marco voluto partire da solo e non conosce bene la strada.

Per la lezione

Prosegui la lettura

Commenti [10]

Rispondi a Rino Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  1. Prof.ssa Anna Si non ricordo male ci sono verbi che possono avere o uno o l’altro come ausiliare? Avere-essere capitato / avere- essere diventato / avere-essere voluto. Prof.ssa chiedo consiglio per potere parlare con fluidità mi blocco Grazie mille

  2. Rino scrive:

    Anche qui tutto ok.
    10/10.
    Genti. ma Prof.Anna, ma sarebbe corretto dire
    è molto migliore?
    Fonte autorevole persona.
    Grazie mille.

    • Zanichelli Avatar

      Caro Rino, sì, è corretto.
      A presto
      Prof. Anna

  3. Cara Prof. ANNA ,
    Mi scusi ma non riesco a capire la differenza tra

    8. (Io) ” ho dovuto accetare il suo invito” e 10.- ” Marco è voluto partire da solo”
    Io avevo messo “ha voluto partire” mentre si deve dire : “è voluto partire”
    Davvero la ringrazio della sua risposta.

    • Zanichelli Avatar

      Cara Norma, il verbo modale (volere) prende l’ausiliare del verbo che accompanga (in questo caso “partire”) quindi “essere”.
      A presto
      Prof. Anna

  4. Cara professoressa. Non sono Italiana sono Slovena, ma vorrei imparare a parlare l’italiano. Ho un dubbio enorme sulla vostra lingua. Se il parlante è femmina si dice: Mi ha chiamata o mi ha chiamato, mi ha lasciata o mi ha lasciato, mi ha telefonata o mi ha telefonato? Ma il verbo »dire« come si coniuga mi ha detto o mi ha …….?????

    Grazie mille professoressa.

    Vesna Bašin

    • Zanichelli Avatar

      Cara Vesna, il participio passato concorda solo con il pronomi diretti e obbligatoriamente solo con i pronomi diretti di terza persona singolare e plurale, se il pronome diretto non è di terza persona, l’accordo è facoltativo, cioè può esserci o può non esserci, quindi le frasi “mi ha chiamato”, “mi ha chiamata”, “mi ha lasciato”, “mi ha lasciata” sono tutte corrette, mentre sono corrette solo le frasi “mi ha telefonato” e “mi ha detto” perché in questi casi il rponome “mi” è indiretto: “ha telefonato a me” e “ha detto a me”. Per ripassare questo argomento ti consiglio questo articolo:http://aulalingue.scuola.zanichelli.it/benvenuti/2012/02/16/ripassiamo-luso-dei-pronomi-diretti-con-il-passato-prossimo/
      A presto
      Prof. Anna

  5. dooto scrive:

    I am color blind please change the colors