Uso dei pronomi reciproci l’uno e l’altro

Prof. Anna
grammatica,   La lingua italiana,   pronomi

Care lettrici e cari lettori di Intercultura blog, si dice Mario e Maria si amano l’un l’altro o Mario e Maria si amano l’un l’altra? E cosa succederebbe se il nome femminile venisse prima di quello maschile? Proviamo a fare chiarezza.

Buona lettura!

Prof. Anna

Uno e altro sono due pronomi indefiniti.

UNO

Il pronome uno e i suoi composti (ciascuno, nessuno ecc.) non sono mai soggetti a troncamento tranne che davanti ad altro (nessun altro, qualcun altro).

ALTRO

Il pronome altro indica l’alterità, ossia la diversa identità di una persona o di una cosa rispetto a un termine di riferimento espresso o sottinteso: mangio un altra fetta di torta (oltre a quella, o a quelle, che ho già mangiato); non ho altro da dire (ulteriori cose, in aggiunta a quelle che ho già detto).

Uno e altro danno vita a diversi nessi correlativi: l’uno suonava, l’altro cantava; gli uni arrivavano, gli altri partivano. In frasi affermative, il singolare uno può anche non avere l’articolo determinativo: uno cucinava, l’altro apparecchiava.

L’UN L’ALTRO

L’uno e l’altro possono indicare reciprocità, significando reciprocamente, a vicenda: Mario e Luca si aiutano l’un l’altro = Mario e Luca si aiutano a vicenda.

Nel caso uno dei due soggetti sia femminile, il pronome concorda al nome a cui si riferisce: Mario e Lucia si amano l’un l’altra; quel ragazzo e quella ragazza si amano l’un l’altra.

E quando il nome femminile precede quello maschile? Possiamo dire Maria e Mario si amano l’una l’altro? In questo casi si consiglia di invertire i nomi cui i pronomi si riferiscono, per mantenere la forma l’un l’altro/a, quindi Mario e Maria si amano l’un l’altra; quel ragazzo e quella ragazza si amano l’un l’altra.  Lo stesso vale per le forme plurali, facendo precedere le forme maschili (gli uni, le altre).

È sempre necessario, anche con le preposizioni, accordare i pronomi di reciprocità al genere dei soggetti di cui si parla, useremo, ad esempio, l’uno con l’altro se ci si riferisce a due nomi maschili (Marco e Luca si aiutano l’uno con l’altro), nel caso invece di un maschile e un femminile useremo l’uno con l’altra (Marco e Lia si aiutano l’uno con l’altra).

In presenza di preposizioni entrambi i pronomi possono essere femminili se si riferiscono a due nomi femminili: Marta e Lucia sono sincere l’una con l’altra  e il nome femminile può precedere il maschile Marta e Luca sono sinceri l’una con l’altro; anche tutte le altre flessioni del pronome si mantengono in presenza di preposizioni: gli uni degli altri; gli uni per gli altri; le une con le altre ecc.

Seleziona la risposta corretta fra quelle disponibili. Se rispondi bene, vedrai lo sfondo diventare di colore verde.

  1. Scegli la frase corretta:
    • Bisogna imparare a rispettarsi l'un per l'altro.
    • Bisogna imparare a rispettarsi l'un l'altro.
  2. Scegli la frase corretta:
    • Cara, io e te siamo fatti l'uno per l'altro.
    • Cara, io e te siamo fatti l'uno per l'altra.
  3. Scegli la frase corretta:
    • Anna e Luca si sostengono l'una l'altro.
    • Luca e Anna si sostengono l'un l'altra.
  4. Scegli la frase corretta:
    • Bisogna fidarsi gli uni gli altri.
    • Bisogna fidarsi gli uni degli altri.
  5. Scegli la frase corretta:
    • Matteo e Laura sono leali l'uno con l'altra.
    • Matteo e Laura sono leali l'uno con l'altro.
  6. Scegli la frase corretta:
    • Quelle ragazze si fidano le une delle altre.
    • Quelle ragazze si fidano gli uni delle altre.
  7. Scegli la frase corretta:
    • Quei due animali si sono sbranati gli uni gli altri.
    • Quei due animali si sono sbranati l'un l'altro.
  8. Scegli la frase corretta:
    • In questo momento difficile ci stringiamo gli uni agli altri per trovare conforto.
    • In questo momento difficile ci stringiamo gli uni degli altri per trovare conforto.
  9. Scegli la frase corretta:
    • Grazia e Paolo si aiutano l'un l'altra.
    • Paolo e Grazia si aiutano l'un l'altra.
  10. Scegli la frase corretta:
    • Maria e Marta non sanno niente l'una dell'altra.
    • Maria e Marta non sanno niente l'una per l'altra.

Per la lezione

Prosegui la lettura

Commenti [1]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  1. Lucia scrive:

    Grazie. E` stato utile.