Uso delle preposizioni nelle espressioni di tempo e di luogo

Prof. Anna
grammatica,   La lingua italiana,   Le preposizioni

Cari lettori e care lettrici di Intercultura blog, usare correttamente le preposizioni è uno degli aspetti più difficili della lingua italiana poiché spesso non ci sono regole ma ci sono tante eccezioni e usi particolari. Oggi vedremo quali sono le preposizioni più adatte da usare in alcune espressioni di tempo e di luogo.

Buona lettura!

Prof. Anna

ESPRESSIONI TEMPORALI

davanti ai nomi o alle parti del giorno:

mattino o mattina: possiamo usare le preposizioni –di– e -al-: di mattino – di mattina – al mattino – alla mattina: "al mattino mi piace dormire fino a tardi" = "di mattina mi piace dormire fino a tardi", oppure -stamattina- senza preposizioni: "stamattina andiamo al mercato";

pomeriggio: usiamo  –di-, –al– e –nel-: di pomeriggio – al pomeriggio- nel pomeriggio: "vado in palestra di pomeriggio";

sera: usiamo –di– e –alla-: di sera – alla sera: "di sera lavoro fino a tardi", oppure -stasera- senza preposizioni: "stasera andiamo a teatro";

notte: si usa –di– oppure -stanotte- senza preposizioni: "di notte si vedono le stelle", "stanotte non ho dormito bene";

davanti ai nomi dei giorni della settimana:

→ se usiamo –al– o –di– davanti al nome del giorno vogliamo indicare un’abitudine, qualcosa che si verifica ogni settimana: "al martedì vado in piscina", "di sabato non lavoro"; lo stesso significato si ottiene usando l’articolo determinativo davanti al nome del giorno "il martedì vado in piscina" = "ogni martedì vado in piscina";

→ se invece usiamo il nome del giorno da solo, senza preposizioni, vogliamo dire che quell’azione si verificherà solo quel determinato giorno della settimana successiva: "lunedì andiamo a cena fuori" = "lunedì prossimo andiamo a cena fuori";

davanti ai nomi dei mesi:

→ possiamo usare sia –a– sia –in-: "a Marzo andrò in vacanza", "ci siamo sposati in Luglio";

davanti ai nomi delle stagioni:

→ si usa –in– oppure –di-: "in estate – d’estate", con "primavera" è meglio usare solo –in– o –a– "a primavera";

ESPRESSIONI DI LUOGO

 • per esprimere la città di provenienza:

→ possiamo usare il verbo "essere" seguito dalla preposizione –di-: "sono di Berlino";

oppure usiamo il verbo "venire" con la preposizine –da-: "vengo da Parigi";

per esprimere il paese di provenienza:

→ si usa il verbo "venire" e la preposizione –da– nella sua forma articolata: "vengo dalla Romania";

il verbo "andare":

→ è seguito da –a– se la meta è una città: "vado a Roma";

→ è seguito da –in– se la meta è una nazione: "andiamo in India";

il verbo "venire":

→ è seguito dalla preposizione –da– sia che l’origine sia una città sia che l’origine sia una nazione: "vengo da Londra", "veniamo dalla Spagna".

Seleziona la risposta corretta fra le opzioni disponibili. Al termine premi il pulsante "Correggi esercizio": vedrai le risposte giuste evidenziate in verde e quelle sbagliate in rosso.

1- Di solito pomeriggio dormo un'oretta. 2- Andiamo dal dottore . 3- Non esco mai sera. 4-  A Palermo estate fa molto caldo. 5- Sonia viene Milano. 6- Compio gli anni Dicembre. 7- Quest'estate andiamo tutti Barcellona. 8- I miei amici vengono Grecia. 9- Spesso andiamo a pranzo fuori. 10- Luca e Marta vanno Giappone per un mese.

Per la lezione

Prosegui la lettura

Commenti [29]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  1. Grazie per l’esercizio molto utile ed interessante. L’uso delle preposizioni si impara con la pratica della lingua. A me, succede di sbagliare lasciando il mio francese prevalere sul mio italiano …:-)) Buon fine pomeriggio.

  2. Françoise scrive:

    Grazie per l’esercizio molto utile ed interessante. L’uso delle preposizioni si impara con la pratica della lingua. A me, succede di sbagliare lasciando il mio francese prevalere sul mio italiano … :-)) influenza dalla lingua madre … Buon fine pomeriggio.

  3. Anita scrive:

    Cara Prof.ssa Anna,
    Questa volta non ho studiata brevemente sul questa lezione è ho solo scelto la 5º frase scorretta, che io avessi dovuto fare coretta. La causa è che io sia a volta ancora in confusione con i verbi andare ed venire, ma ne fa sempre meglio. Subito che l’ho visto ho avuto un “aha Erlebnis”, cioè un espressione “Olandese” che abbiamo preso dagli Tedesci e non so la significa in italiano, ma direi, “oh, è vero!, che un sbaglio!”! Due è un mezz’ora dopo dopo mi ho preparato e mangiato la cena, ho fatto il testo ancora di nuova senza un’errore che mi piace. Quindi i testi orali che faccio per me con gli due verbi, si pagano.
    Vorrei sapere oppure uso la seguente frase corretta: “Il scorso venerdì sono andato a Parighi per tre giorni”.
    Lei ringrazio a priori per la sua posposto ed anche per questa lezione utilmente.
    Con saluti cordiali dal Olanda
    Anita

    • Zanichelli Avatar

      Cara Anita, la frase corretta è: “lo scorso venerdì (o -venerdì scorso-) sono andato a Parigi per tre giorni”.
      A presto
      Prof. Anna

  4. Elena scrive:

    Ho appena questo sito.
    Complimenti per il bellissimo lavoro che avete fatto in tutti questi anni. Gli esercizi sono fantastici e stimolanti.
    Bravi!
    Elena

    • Zanichelli Avatar

      Cara Elena, benvenuta su Intercultura blog!
      A presto
      Prof. Anna

  5. Cara prof. Ana

    Gli esercizi con l’uso delle preposizione sono sempre molto importante, perhè è un argomento che lascia dubbio tra gli studenti stranieri.
    Grazie.

    Aparecida

  6. Silvana scrive:

    Sarebbe sbagliato dire: Non esco mai la sera?

    • Zanichelli Avatar

      Car Silvana , la frase è corretta.
      A presto
      Prof. Anna

  7. Giovanna scrive:

    L’esercizio è stato utilissimo per mia nipote! grazie.

    • Zanichelli Avatar

      Cara Giovanna, benvenuta su Intercultura blog!
      Un saluto a te e a tua nipote
      Prof. Anna

  8. Laura scrive:

    Ciao Prof. Ana,
    Capisco che l’argomento di questo articolo è l’uso delle preposizioni ma sarebbe corretto anche dire “il pomeriggio esco a fare la spesa”, senza usare la preposizione?
    Grazie!!

    • Zanichelli Avatar

      Cara Laura, la frase che mi scrivi è corretta.
      Un saluto
      Prof. Anna

  9. FID scrive:

    davanti agli Stati americani si usa la preposizione semplice in o articolata nel

    • Zanichelli Avatar

      Caro Fid, non so se la tua domanda mi è chiara, se intendi davanti a “Stati Uniti” si deve usare “negli” (negli Stati Uniti) se intendi davanti ai nomi dei singoli stati americani si usa “in” (in California, in Colorado ecc.).
      Un saluto
      Prof. Anna

  10. Salve,

    avrei una domanda sull’uso dell’articolo determinativo “lo”.

    Secondo la regola riportata sopra sull’uso dell’articolo determinativo “lo” sarebbe più corretto scrivere “il Chopin” e non “lo Chopin”. Tuttavia, a me la prima forma “il Chopin” mi suona cacofonica. Mi suona meglio “lo Chopin”. Sarei grato se mi deste il vostro parere. Spero a presto

    • Zanichelli Avatar

      Caro Marcantonio, le parole di origine straniera che che cominciano con “ch” + vocale prendono l’articolo “lo” quando a pronuncia è “sc+vocale”, quindi è corretto “lo Chopin”.
      Un saluto
      Prof. Anna

  11. virginia scrive:

    E’ o non è corretto dire: ” va immediatamente seduto”?

    • Zanichelli Avatar

      Cara Virginia, la frase non è del tutto corretta, meglio dire “va’ immediatamente a sederti”.
      A presto
      Prof. Anna

  12. Desideria scrive:

    Alla veneranda età di 60 anni, ho avuto la necessità di fugare qualche dubbio, insinuato da un mio superiore.
    Mi sono stupita di aver trovato risposte chiare (e riscontri!).
    Grazie per l’aiuto.
    Desideria

    • Zanichelli Avatar

      Cara Desideria, benvenuta su Intercultura blog. Se hai altri dubbi o domande, non esitare a scrivermi.
      A presto
      Prof. Anna

  13. Graziano scrive:

    Buonasera Prof.ssa Anna, nelle date è corretto l’uso della preposizione DI?
    Esempio: il 15 di febbraio 1979 oppure il 15 febbraio 1979?
    Grazie per un suo commento.
    Buonasera.
    Graziano

    • Zanichelli Avatar

      Caro Graziano, in questo è corretto usare la preposizione “di”, ma è corretta anche la data senza preposizione.
      Un saluto
      Prof. Anna

  14. Doxos scrive:

    Cara prof.ssa Anna, quale forma e quella corretta (se c’è differenza) tra l’anno/all’anno.

    Mi hanno offerto mille euro l’anno/all’anno.

    Grazie.

    • Zanichelli Avatar

      Caro Doxos, sono corretti entrambi i costrutti.
      A presto
      Prof. Anna

  15. José scrive:

    Gentile prof. Anna,
    Ho due dubbi rispetto all’uso delle preposizioni:
    1.- Come si fa per distinguere un’abitudine da un momento specifico, sia con le stazioni, sia i mesi, sia le parti del giorno? “di/in estate”, “ad/in agosto”, “di/nel pomeriggio” si usano per indicare un’abitudine oppure un’azione in un determinato momento? Esempi: “il martedì vado in piscina” significa “ogni martedì vado in piscina” e “martedì vado in piscina” significa “questo martedì vado in piscina”, ma “di/in estate vado al mare” significa “ogni estate” o “questa estate”?, oppure “ad/in agosto vado al mare” significa “ogni agosto” o “questo agosto”?, oppure “di/nel pomeriggio vado in piscina” significa “ogni pomeriggio” o “questo pomeriggio”?
    2.- Può omettersi la preposizione davanti alle parti del giorno? Esempi: “bevo caffè la mattina” = “bevo caffè di mattina”? oppure “la mattina mi piace dormire fino a tardi” = “alla mattina mi piace dormire fino a tardi”? oppure “vado in palestra il pomeriggio” = “vado in palestra nel pomeriggio”?
    La ringrazio anticipatamente per le sue risposte.
    Cordiali saluti

    • Zanichelli Avatar

      Caro José, quando si tratta di preposizioni spesso non ci sono regole precise, ma piuttosto indicazioni d’uso. Solitamente davanti ai nomi dei giorni della settimana se usiamo –al– o –di– davanti al nome del giorno vogliamo indicare un’abitudine, qualcosa che si verifica ogni settimana: “al martedì vado in piscina”, “di sabato non lavoro”; lo stesso significato si ottiene usando l’articolo determinativo davanti al nome del giorno “il martedì vado in piscina” = “ogni martedì vado in piscina”; se invece usiamo il nome del giorno da solo, senza preposizioni, vogliamo dire che quell’azione si verificherà solo quel determinato giorno della settimana successiva: “lunedì andiamo a cena fuori” = “questo lunedì andiamo a cena fuori”; se dico “in estate o d’estate” vogliamo indicare un’abitudine, intendo quindi dire “ogni estate”, per specificare di quale estate si tratta dovrò dire “questa estate”, “la prossima estate” ecc.; l’espressione “nel pomeriggio” può sia indicare un’abitudine che indicare “questo pomeriggio” soprattutto se si capisce già dal contesto che si tratta di “questo pomeriggio”: “oggi devo andare in banca, credo che ci andrò nel pomeriggio”, l’espressione “di pomeriggio” indica più spesso un’abitudine “di pomeriggio preferisco non uscire”, ma non è scorretto usarla come “nel pomeriggio”; è possibile non usare la preposizione davanti ai nomi delle parti del giorno, infatti le frasi che mi scrivi sono corrette.
      A presto
      Prof. Anna

  16. Steffy scrive:

    Gentile Prof.ssa Anna,
    Vorrei sapere se le frasi seguenti sono tutte e due corrette, per favore.

    1. Dove compri il pane?
    2. Da dove compri il pane?

    La ringrazio

    • Zanichelli Avatar

      Cara Steffy, è corretta la frase 1, la frase 2 non è corretta.
      Un saluto
      Prof. Anna