Le preposizioni CON e SU

Prof. Anna
grammatica,   La lingua italiana,   Le preposizioni

Cari lettori e lettrici di Intercultura blog, oggi proseguiamo il nostro studio delle preposizioni semplici.

Buona lettura!

Prof. Anna

CON

La preposizione con serve generalmente ad indicare un rapporto di compagnia o unione.

Con serve ad introdurre i seguenti complementi:

1- Compagnia

Domani esco con Marta.

Scrivo la relazione con un collega. In questo caso con può essere rafforzata da insieme: scrivo la relazione insieme con un collega (o insiame a un collega).

2- Unione

Mi piace la pasta con il pomodoro.

Prendo il caffè con due cucchiaini di zucchero.

3- Mezzo

In questo caso con serve ad indicare una cosa, una persona o un animale mediante il quale si compie un’azione.

Di solito viaggio con l’aereo.

Devi aprire la porta con questa chiave.

4- Modo

Indica il modo in cui si svolge un’azione.

Devi studiare con attenzione.

Luca guida con prudenza.

5- Qualità

Indica una caratteristica di una cosa, persona o animale.

Lara è una ragazza con gli occhi azzurri.

6- Causa

Indica la causa per la quale viene compiuta l’azione espressa dal verbo.

Con questa pioggia non ho voglia di uscire.

Non riesco a studiare con questo mal di testa.

7- Tempo

Con la primavera torna il caldo.

Non riesco a guidare con il buio.

8- Limitazione

Serve per indicare l’ambito a cui si riferisce l’azione.

Come va con il lavoro?

Sono in ritardo con i pagamenti delle bollette.

SU

La preposizione indica genericamente vicinanza e posizione superiore.

Si usa anche per:

1- Stato in luogo

Gil occhiali sono sul (su+il) tavolo.

Può indicare anche vicinanza: ho una casa sul lago (ho una casa vicino al lago).

Indica anche la sfera sulla quale si estende il comando o l’influenza:

Diana ha una grande influenza su di lui.

Elisabetta I regnò sull’(su+l’) Inghilterra per un lungo periodo.

2- Moto a luogo

Mi arrampico su un albero.

Salgo su una scala.

Può sinificare verso: le finestre guardano sul cortile.

Può sinificare contro: la pioggia batte sui (su+i) vetri.

3- Arogomento

Indica l’argomento di cui si parla o si scrive.

Sto leggendo un libro su Leonardo Da Vinci.

Io e mia sorella discutiamo spesso sulle (su+le) cause della crisi economica.

4- Tempo determinato

Stasera arriviamo sul tardi.

Ci vediamo domattina sul presto.

5- Tempo continuato

In questo caso su ha il valore di circa.

Rimaniamo in montagna sui quindici giorni.

Lo spettacolo dura sulle due ore.

6- Età  (approssimativa, cioè si avvicina alla misura esatta)

Anna è una ragazza sui vent’anni.

Mio padre è sulla (su+la) sessantina.

7- Prezzo (approssimativo)

Questa maglietta costa sui trenta euro.

8- Quantità, misura (approssimativa)

Peso sui sessanta chili.

9- Modo

Luca sta studiando sul serio.

Vorrei un vestito su misura.

10- Distributivo

Un ragazzo su tre non finisce la scuola.

Ci sono sette disoccupati su cento abitanti.

 

Seleziona la risposta corretta fra quelle disponibili. Se rispondi bene, vedrai lo sfondo diventare di colore verde.

  1. Scegli la frase corretta:
    • Mi piace stare fuori su questo bel sole.
    • Mi piace stare fuori con questo bel sole.
    • Mi piace stare fuori in questo bel sole.
  2. Scegli la frase corretta:
    • Rita è sposata con un indiano .
    • Rita è sposata su un indiano.
    • Rita è sposata un indiano.
  3. Scegli la frase corretta:
    • Devi imparare ad affrontare le cose per calma.
    • Devi imparare ad affrontare le cose con calma.
    • Devi imparare ad affrontare le cose su calma.
  4. Scegli la frase corretta:
    • Vado in montagna per le vacanze.
    • Vado su montagna per le vacanze.
    • Vado con montagna per le vacanze.
  5. Scegli la frase corretta:
    • Io e te non siamo d’accordo su molti argomenti.
    • Io e te non siamo d’accordo in molti argomenti.
    • Io e te non siamo d’accordo con molti argomenti.
  6. Scegli la frase corretta:
    • Per questa febbre non puoi andare a scuola.
    • Su questa febbre non puoi andare a scuola.
    • Con questa febbre non puoi andare a scuola.
  7. Scegli la frase corretta:
    • Ho lasciato le chiavi nel tavolo.
    • Ho lasciato le chiavi sul tavolo.
    • Ho lasciato le chiavi a tavolo.
  8. Scegli la frase corretta:
    • Vorrei un succo d’arancia con il ghiaccio.
    • Vorrei un succo d’arancia sul ghiaccio.
    • Vorrei un succo d’ arancia in ghiaccio.
  9. Scegli la frase corretta:
    • Mi ha avvertito con una telefonata.
    • Mi ha avvertito su una telefonata.
    • Mi ha avvertito in una telefonata.
  10. Scegli la frase corretta:
    • Roma dista da qui sui 100 chilometri.
    • Roma dista da qui con 100 chilometri.
    • Roma dista da qui da 100 chilometri.

Per la lezione

Prosegui la lettura

Commenti [28]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  1. Loredana scrive:

    Gentile Prof.ssa Anna
    Se dico “un turista brasiliano, identificato con il nome di Walte,…”
    la preposizione con, in questo caso, introduce un complemento di modo o di qualita’?
    La ringrazio.
    Loredana
    PS: Adoro le sue spiegazioni

    • Zanichelli Avatar

      Cara Loredana, in questo caso introduce un complemento di mezzo.
      A presto
      Prof. Anna

  2. Maria scrive:

    Si può dire “con le vertigini sono quasi guarita”? intendendo riguardo alle vertigini, oppure si deve dire solo “sono guarita dalle vertigini”?

    • Zanichelli Avatar

      Cara Maria, è più corretto dire: “sono guarita dalle vertigini”.
      A presto
      Prof. Anna

  3. Maria scrive:

    Grazie per avermi risposto. Approfitto per dirimere altri 2 dubbi. Il primo è questo: se in ufficio una collega è solita arrivare alle 9 ma un giorno arriva alle dieci io come devo dire quando la vedo “pensavo non saresti venuta” oppure”pensavo non venissi”?
    Il secondo è questo: se a parlare è una donna, come deve dire “Mio marito mi ha maltrattata” oppure può dire anche “mio marito mi ha maltrattato”?
    Grazie. Maria

    • Zanichelli Avatar

      Cara Maria, in questo caso puoi usare entrambe le frasi perché la differenza temporale è minima “pensavo prima, che non venissi prima” oppure “pensavo prima, che non saresti venuta dopo”; per quanto origuarda la seconda domanda, anche in questo caso sono corrette entrambe le opzioni: in presenza di un tempo composto con ausiliare -avere- il participio può concordare o può non concordare con l’oggetto, se quest’ultimo è espresso dai pronomi -mi-ti-ci-vi: Luca ci ha invitato a cena, Luca ci ha invitati a cena; mentre l’accordo è obbligatorio in presenza dei pronomi lo-la-li-le: Luca le ha invitate a cena.
      A presto
      Prof. Anna

  4. Maria scrive:

    Da circa 1 anno sul giornale “leggo” che si prende alla metropolitana, ogni tanto il titolo di un articolo è seguito dall’espressione “2.0”. Che cosa significa?Ho scritto alla redazione ma non mi hanno risposto. Lei mi sa aiutare nella comprensione di questa “espressione”. Grazie, Maria.

    • Zanichelli Avatar

      Cara Maria, questa espressione, nata per indicare uno stato di evoluzione del World Wide Web, ora significa comunemente “nella sua più recente e aggiornata versione”, è usata principalmente per definire prodotti tecnologici, ma ultimamanete si è estesa ad altri ambiti. Spero di aver chiarito il tuo dubbio.
      Un saluto e a presto
      Prof. Anna

  5. Alberto scrive:

    Gentile Prof.ssa Anna nelle frasi “la cavalleria prevalse sulla fanteria” e “la cavalleria ebbe la meglio sulla fanteria”, “sulla fanteria” che complemento è? Grazie e cordiali saluti.

    • Zanichelli Avatar

      Caro Alberto, in questo caso si tratta di un complemento di stato in luogo figurato, indica cioè la sfera sulla quale si estende il comando, l’autorità.
      Un saluto
      Prof. Anna

  6. Sara scrive:

    Gentile professoressa, vorrei sapere se e’ corretto dire “l’aereo e’arrivato in ritardo” oppure “l’aereo e’arrivato con ritardo”, “partiro’ co,l treno” oppure “partiro’ in treno”, “partiro’ per Ferragosto” oppure “partiri’ a Ferragosto”.
    La ringrazio in anticipo per la risposta, cordiali saluti!
    Sara

    • Zanichelli Avatar

      Cara Sara, è corretto dire “è arrivato in ritardo” se vuoi essere più specifica potrai dire per esempio “è arrivato con trenta minuti di ritardo”, così come si dice per esempio “partirò con il treno delle otto di mattina” oppure “partirò in treno”, se intendi che partirai il giorno di Ferragosto si dice “partirò a Ferragosto”.
      Un saluto
      Prof. Anna

  7. Da parecchio tempo ho visto che si scrive “benvenuto su internet”, “Andiamo sul Facebook” ecc, al posto di benvenuto a internet, andiamo al facebook, rispettivamente. Ho bisogno delle spieghazioni. Grazie in anticipo.

    • Zanichelli Avatar

      Caro Gabriel, è corretto dire “benvenuto su Facebook” o “andiamo su internet”, mentre non è corretto dire “benvenuto al Facebook” o “andiamo a internet”, la scelta della preposizione dipende dal nome che accompagna, quindi per esempio si dice “benvenuto a Roma”, “benvenuto in Italia” ma “benvenuto su Facebook” e ancora si dice “andiamo a Roma”, “andiamo in Italia”, “andiamo in internet” e anche “andiamo su internet”. Ti consiglio questo articolo sulle preposizioni “a” e “in”: https://aulalingue.scuola.zanichelli.it/benvenuti/2009/11/05/le-preposizioni-a-e-in/
      Un saluto
      Prof. Anna

  8. Vanessa scrive:

    Gent.le Prof.ssa Anna nella frase “quell’uomo è troppo vecchio per voi”, “per voi” è un complemento di paragone o di limitazione?
    Grazie
    Vanessa

    • Zanichelli Avatar

      Cara Vanessa, si tratta di un complemento di limitazione.
      A presto
      Prof. Anna

  9. 8. Scegli la frase senza errori.

    Vorrei una succo d’arancia con il ghiaccio. = e` falso. E` il succo = un succo (maschile)
    Vorrei un succo d’arancia sul ghiaccio.
    Vorrei un succo d’ arancia in ghiaccio.

    • Zanichelli Avatar

      Cara Konstantina, hai ragione, c’è un errore. Grazie per la segnalazione.
      A presto
      Prof. Anna

  10. Guadalupe scrive:

    cara Prof.ssa,
    come faccio ha trovare le spiegazioni delle altre preposizioni?

  11. Salve Prof. Anna, come sta?
    È corretto dire “Il testo parla sul calcio”?
    Aspetto la Sua risposta!
    Grazie!

    • Zanichelli Avatar

      Caro Joao, è corretto dire: “il testo parla di calcio”.
      A presto
      Prof. Anna

  12. José scrive:

    Gentile prof. Anna,
    Ho due dubbi rispetto alla preposizione “su”:
    1.- Quale frase è corretta?: “Leggo su di lei sul giornale”, “Leggo su di lei nel giornale”, “Leggo di lei sul giornale”, “Leggo di lei nel giornale”; mi sembra che sia la prima ma le altre sono scorrette?
    2.- Ho letto che “su” è una preposizione propria (allora avrebbe solo una funzione grammaticale), ma mi sembra che abbia la funzione di preposizione (“Anna è sulla collina”) e di averbio (“vai più su e la vedrai”); allora, non sarebbe una preposizione impropria?
    La ringrazio anticipatamente per le sue risposte.
    Cordiali saluti

    • Zanichelli Avatar

      Caro José, la frase più appropriata è: “leggo di lei sul giornale. “Su” è sia preposizione semplice (Anna è sulla collina), sia avverbio (vai più su e la vedrai).
      Un saluto
      Prof. Anna

  13. José scrive:

    Gentile prof. Anna,

    Potrebbe dimenticare il mio commento anteriore e considerare quello che è sotto:

    Ho due dubbi rispetto alla preposizione “su”:
    1.- Per introdurre un complemento può utilizzarsi più di una preposizione. Per esempio, per esprimere un argomento può utilizzarsi la preposizione “su” (“Io e mia sorella discutiamo spesso sulle cause della crisi economica”), ma anche la preposizione “di” (“Io e i miei amici parliamo spesso di calcio”). Per esprimere un stato in luogo può utilizzarsi “su” o “in”, ho anche letto (Accademia della Crusca. “Impiattare”. http://www.accademiadellacrusca.it/en/italian-language/language-consulting/questions-answers/risposta-impiattata): “disporre, mettere, adagiare, posizionare «nel/sul» piatto”.
    Il mio dubbio è su quando è possibile scambiarli e quando no; ad esempio, quali frasi sono corrette?: “Leggo su di lei sul giornale”, “Leggo su di lei nel giornale”, “Leggo di lei sul giornale”, “Leggo di lei nel giornale”; mi sembra che sia la prima ma le altre sono corrette?
    2.- Ho letto che “su” è una preposizione propria (allora avrebbe solo una funzione grammaticale), ma mi sembra che abbia la funzione di preposizione (“Anna è sulla collina”) e di averbio (“vai più su e la vedrai”); allora, non sarebbe una preposizione impropria?
    La ringrazio anticipatamente per le sue risposte.
    Cordiali saluti

    • Zanichelli Avatar

      Caro José, per introdurre il complemento di argomento “di” è più frequente e funziona come specificazione (parliamo di calcio), “su” si usa con certi particolari verbi (riflettere, meditare ecc.) che recano un’idea di indugio su un argomento ben circoscritto e puntale. Con il verbo “leggere” è più frequente trovare “di”. “Su” può essere sia preposizione sia avverbio.
      Un saluto
      Prof. Anna

  14. Grazie per gli esercizi per migliorare le mie conoscenze.

    • Zanichelli Avatar

      Cara Marlene, benvenuta su Intercultura blog! Se hai dubbi o domande, non esitare a scrivermi.
      A presto
      Prof. Anna