I molti significati del verbo “tenere”

Prof. Anna

Cari lettori e care lettrici di Intercultura blog, il verbo tenere ha un significato molto ampio e per questo è molto versatile e adatto a formare espressioni di vario genere. Oggi ne vedremo alcune, approfondendone il significato e gli usi.

Buona lettura!

Prof. Anna

Il verbo tenere è un verbo della seconda coniugazione, può essere usato transitivamente o intransitivamente. L’ausiliare è avere in entrambi i casi.

La forma tieni dell’imperativo può assumere in unione con particelle pronominali le forme tiemmi (per tienimi), tienne (per tienine), tiello (per tienilo). Tienti è l’imperativo della forma intensiva o riflessiva tenersi (tienti forte!).

Vediamo insieme alcune espressioni formate con questo verbo:

tenere qualcosa da conto ⇒ conservare qualcosa con cura: questo orologio ha un grande valore, tienilo da conto!;

tieni conto di qualcosa ⇒ prendere qualcosa in considerazione, dare il giusto peso a qualcosa: nel conteggio delle spese tieni conto della benzina;

tenere qualcosa a mente ⇒ ricordare qualcosa: mi raccomando, tieni a mente l’ora dell’appuntamento;

tenere il piede in due staffe ⇒ barcamenarsi tra due posizioni tra loro opposte, allo scopo di uscire senza danno da una situazione difficile: Marco non sa se rimanere con sua moglie o continuare la relazione con Lucia, per ora tiene il piede in due staffe;

tenere la lingua a posto, tenere a freno la lingua ⇒ non parlare, non insultare qualcuno: spesso non sai tenere la lingua a posto e parli a sproposito;

tenere qualcuno o qualcosa in pugno ⇒ avere qualcuno in proprio potere, essere sicuro di ottenere qualcosa, : i ladri non hanno scampo, la polizia li ha intercettati e ormai li tiene pugno;

tener in piedi ⇒ mandare avanti, sorreggere con la propria azione o anche solo con la propria presenza: è lui che tiene in piedi la baracca;

tenere le distanze ⇒ non entrare in confidenza con qualcuno, mantenere un atteggiamento distaccato: è meglio tenere le distanze da quella persona, non mi ispira fiducia; 

tenere a bada qualcuno o qualcosa ⇒  tenere qualcuno o qualcosa sotto controllo o sotto sorveglianza  per evitare che si opponga a qualcosa o qualcuno con atti o parole o per guadagnare tempo e potersi difendere meglio: vai pure, li tengo a bada io; 

tenere d’occhio qualcuno o qualcosa⇒ sorvegliare, controllare qualcuno o qualcosa , spiare, controllarne i movimenti: tieni d’occhio tuo fratello, non voglio che combini qualche guaio; 

tenere il broncio, tenere il muso   mostrarsi sdegnoso e taciturno nei confronti di qualcuno da cui si ritiene di aver ricevuto un’offesa o un torto: è una settimana che mi tiene il broncio.

Seleziona la risposta corretta fra quelle disponibili. Se rispondi bene, vedrai lo sfondo diventare di colore verde.

  1. La frase "tenere in piedi l'azienda" significa:
    • avere l'azienda sotto controllo
    • mandare avanti con la propria azione, con il proprio lavoro l'azienda
  2. La frase "non tenermi il muso!" significa:
    • non essere offeso!
    • non avere paura!
  3. La frase "quando compri qualcosa devi tenere conto del rapporto qualità prezzo" significa:
    • quando compri qualcosa devi prendere in considerazione il rapporto qualità prezzo
    • quando compri qualcosa devi ricordarti il rapporto qualità prezzo
  4. La frase: "tieni a bada la tua rabbia, non voglio avere guai" significa:
    • non parlare della tua rabbia, non voglio aver guai
    • tieni sotto controllo la tua rabbia,non voglio avere guai
  5. La frase: "la squadra sapeva di avere la vittoria in pungno" significa:
    • la squadra sapeva che avrebbe vinto
    • la squadra sapeva di dovere lottare per la vittoria
  6. La frase: "non volevi tenere le distanze da Susanna?" significa:
    • non volevi riavvicinarti a Susanna?
    • non volevi trattare Susanna con distacco?
  7. La frase: "pensavo di poter tenere il piede in due staffe, ma alla fine devo prendere una decisione" significa:
    • pensavo di poter ignorare le diverse opzioni, ma alla fine devo prendere una decisione
    • pensavo di potere non prendere una posizione netta, barcamenandomi tra due posizioni, ma devo prendere una decisione
  8. La frase: "bisogna tenere da conto tutte le bollette per almeno cinque anni" significa:
    • bisogna pagare tutte le bollette per almeno cinque anni
    • bisogna conservare tutte le bollette per almeno cinque anni
  9. La frase: "tieni d'occhio la pressione, non deve essere troppo alta" significa:
    • non controllare la pressione, non deve essere troppo alta
    • controlla la pressione, non deve essere troppo alta
  10. La frase: "tieni a mente che la partenza è stata rimandata" significa:
    • comunica agli altri che la partenza è stata rimandata
    • ricordati che la partenza è stata rimandata

Per la lezione

Prosegui la lettura

Commenti [88]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  1. Witold scrive:

    “i ladri non hanno scampo, la polizia li ha intercettati e ormai li ha pugno”

    Questo non mi sembra un esempio per “tenere qualcuno o qualcosa in pugno”

    Tanti saluti di Germania
    Witold

    • Zanichelli Avatar

      Caro Witold, in questo caso la frase significa “i ladri non hanno scampo, la polizia li ha intercettati e ormai li ha sotto controllo”.
      Un saluto

      Prof. Anna

  2. ana scrive:

    Ciao Prof. Anna

    Grazie.
    Saluto
    Ana

  3. Ans scrive:

    Cara prof. Anna,

    Quanto mi piacciono i vostri esercizi. Le frase spesso sono molto utili da usare nella pratica.
    Grazie per il vostro lavoro di insegnarci di più della bella lingua italiana.

    Un caro saluto,
    Ans

  4. Ans Sanna scrive:

    Cara prof. Anna.

    Quanto mi piacciono i vostri esercizi. Le frase usati sono molto utili nella pratica.
    Grazie per il vostro lavoro per insegnarci un pò di più della bella lingua italiana.

    Un caro saluto,
    Ans

    • Zanichelli Avatar

      Caro Ans, grazie per il tuo commento.
      A presto
      Prof. Anna

  5. Lucia scrive:

    Grazie!

  6. Piotr scrive:

    Ciao Prof. Anna,
    Vorrei ringraziarti per questo esercizio, è infatti utilissimo!
    Grazie mille, e saluti dalla Polonia 🙂
    Piotr

    • Zanichelli Avatar

      Caro Piotr, grazie a te per il tuo commento!
      Un saluto e a presto
      Prof. Anna

  7. PICCOLA SVISTA
    Nel seguente breve capoverso:

    tenere qualcuno o qualcosa in pugno ⇒ avere qualcuno in proprio potere, essere sicuro di ottenere qualcosa, : i ladri non hanno scampo, la polizia li ha intercettati e ormai li ha pugno;

    non è stato usato il verbo ‘tenere’, ma il verbo ‘avere’.

    La formulazione corretta è:
    i ladri non hanno scampo, la polizia li ha intercettati e ormai li TIENE in pugno

    • Zanichelli Avatar

      Cara Gea, grazie per la segnalazione.
      A presto
      Prof. Anna

  8. Rino scrive:

    10/10.
    En plein!
    Un caro saluto.

    • Zanichelli Avatar

      Molto bene Rino, ottimo risultato!
      A presto
      Prof. Anna

  9. Anita scrive:

    Cara Prof.ssa Anna,
    Questa volta ho commesso un errore nonostante che non riuscire concentrarmi molto bene. Nella scorsa settimana avevo un appuntamento con la dermatologa, chi m’ha esaminata veramente bene e fortunamente non ho una cosa infettiva e Lei m’ha dato alcune considerazioni e devo continuare rubare i miei piedi con le pomate. Lei ha toccato l’occhio di gazza in vicino che m’ha fatto gridare come un leone. Lei m’ha raccomandato andare subito a casa e prendere un riposo bene, ma questa ragazza ha fatto prima una tasca spese pesanta e sono ritornata molto stanca a casa con un male orribile. Negli scorsi giorni mi sono riuscita riposare molto bene con una coperta calda sulle mie gambe che mi ha fatto veramente bene. Adesso camino meglio e la mia amica era sorpresa nonostante che abbia ancora alcuni crampi ma non dolorosi di d’avanti. Ma non chieda come ho superato mieo scorso periodo dificolto, ma questa leonessa licca i feriti al momento. Con questo Lei do i miei saluti dal mio cuore
    Anita dalla Olanda

    • Zanichelli Avatar

      Cara Anita, mi fa piacere sapere che stai meglio.
      Questa leonessa si lecca le ferite ma è pronta a ruggire di nuovo!
      Un saluto e a presto
      Prof. Anna

      • Anita scrive:

        Cara Prof.ssa Anna,
        Per caso mi ho difeso con una ombrella contro tre ragazzi, chi stavano cercare una vittima, quando videro il pulsante dell’ombrello, se ne andarono immediatamente. Anche perciò ne ho comprato. È passato fra la macchina mia e la casa mia. Che cosa ero felice ed anche furiosa. Questa ombrella ho sempre con me nella tasca mia.
        Credo il raffreddore muscolare fosse un colpo d’aria.
        Con questo Lei saluto cordialmente dalla Olanda
        Anita

        • Zanichelli Avatar

          Cara Anita, l’ombrello non serve solo a proteggerci dalla pioggia!

          A presto

          Prof. Anna

          • Anita scrive:

            Che un esperienza, vero, Prof.ssa Anna? 🙂 ha, ha, ha, ha. Ancora cari saluti dalla Olanda, dove anche noi abbiamo dimonstrati contro la violenza contro le donne con il rossetto sotto l’occhio
            Anita

  10. anto scrive:

    salve, prof.ssa Anna

    – Sono corrette queste frasi scritte, in tutti i suoi aspetti (grammaticali, punteggiatura, lessicali, verbali etc.)?

    Se cambi idea (domani) e ti va di fare un giro, mi raccomando, avvisami!
    Sabato, se usciamo, che facciamo?
    Va bene, solo perché muori dalla voglia di vedermi!

    – Sono corrette entrambe le forme scritte?

    Buongiorno scemo!
    Buongiorno, scemo!

    – In forma scritta si può ed è corretto l’uso prolungato della vocale per implorare, incitare, etc. una persona? o è da ritenersi come errore e quindi bisogna per forza mettere una vocale (es. Preparati!)?

    Preparatiiiii!

    grazie mille

    • Zanichelli Avatar

      Cara Anto, le frasi che mi scrivi sono tutte corrette; è meglio usare sono una vocale (preparati!).
      A presto
      Prof. Anna

      • anto scrive:

        ah, okay, ma “preparatiii” è da considerarsi come errore nel linguaggio scritto, nel suo lessico! oppure è solamente una questione di preferenza l’uso di una sola vocale?

        grazie mille

        • Zanichelli Avatar

          Cara Anto, in un testo informale non è un errore, lo eviterei in testi più formali.
          Un saluto
          Prof. Anna

  11. claudio scrive:

    salve, prof.ssa

    Ditemi se queste frasi sono corrette in tutti i suoi parametri (ortografici, lessicali, grammaticali, punteggiatura, etc.) se c’è da modificare parole o correggere/aggiungere punteggiature varie, avvisatemi!

    1) Sarebbe bello stare una giornata insieme!
    2) Che devi fare allora?
    3) Se tu parli tanto, io che dovrei dire? E’ bello quel film, non mi inviti mai a vedere un film horror!
    4) Ciao tesoro!
    5) Mi fai compagnia o devi dormire?
    6) Intanto non sei venuto!
    7) Ma quindi per oggi?
    8) Vieni a Milano che ci andiamo a fare un giro?
    9) Io sono pronta comunque!
    10) Appena sono a Roma, ti avviso!
    11) Ti aspetto, ci facciamo un caffè!
    12) Ma tu hai da fare stasera?

    grazie mille

    • Zanichelli Avatar

      Caro Claudio, le frasi che mi scrivi sono corrette.
      A presto
      Prof. Anna

      • claudio scrive:

        menomale, quindi anche tutti i tempi verbali che ho usato erano corretti? 🙂

        • Zanichelli Avatar

          Caro Claudio, i tempi verbali erano corretti.
          Un saluto
          Prof. Anna

  12. JAMILA scrive:

    buongiono professoressa,

    queste frasi sono corrette a livello di tempi verbali, punteggiature (da togliere o da aggiungere), lessicali, grammaticali, etc.?

    Avvisami quando finisci!
    Per me puoi comunque venire!

    • Zanichelli Avatar

      Cara Jamila, i periodi che mi scrivi sono corretti.
      A presto
      Prof. Anna

  13. jamila scrive:

    salve, professoressa

    Ditemi se queste frasi sono corrette in tutti i suoi parametri (ortografici, lessicali, grammaticali, punteggiatura, tempi verbali, etc.) se c’è da modificare parole o correggere/aggiungere punteggiature varie, avvisatemi!

    – Mi manchi tantissimo, ciccino mio!
    – Ciccino, ma io ti manco?
    – Vieniti a fare un giro a Roma!
    – Buon pranzo cucciolo mio!
    – Buonanotte ciccino mio!
    – Ma perché devi uscire con Claudia domani?
    – Bene… ma se stavo ancora con te, meglio!
    – A che ora ci vediamo stasera?
    – Sì, e tu sei mio!
    – Allora, zittiscimi. Se no… non posso!
    – Domani a che ora ci vediamo?
    – Buon pranzo amore!
    – Ti avviso alle 16:00, che io vado prima dai cani!
    – Sì, perché sei il mio fidanzato
    – Giorno amore
    – Ho voglia di baciarti, ho voglia di coccole e ho voglia di stare con te (come sabato scorso)! tu?
    – Però il 31 è giovedì, quindi ci vediamo un altro film!
    – Ciao come stai?
    – Va bene, avvisami!
    – Ma dove stai?
    – A me ci tieni?
    – Come mai vieni spesso a Palagiano?
    – Poi fammi sapere tu allora!
    – Vieni, mi manchi!
    – Ciao bello!
    – Ti ho sognato stanotte, ma non ricordo niente. So solo che stavi tu!
    – Buonanotte cucciolo mio!
    – Andiamo a Roma domani pomeriggio?
    – Ma io ti amo tantissimo amore mio!
    – Ah, io ti sposo!
    – Fatti trovare sotto casa!
    – Cucciolo, mi manchi!
    – Possiamo andare da qualche parte domani sera o non è pronta ancora la macchina?
    – Tua per sempre!
    – Ti posso chiamare, amore?
    – Ok, 00:30! A che ora ci vediamo?
    – Deve essere vero il bacino, non virtuale!
    – Se una ragazza ti dice: “Mi piaci, usciamo insieme?”. Tu che rispondi?
    – Io ti penso sempre, anche tu pensami!
    – A che ora ci vediamo sabato?
    – Ma noi due quando ci mettiamo insieme?

    soffermatevi su tutti gli aspetti elencati prima, soprattutto se c’è l’obbligo di mettere o togliere una virgola! o se bisogna usare/eliminare altri tipi di punteggiatura! grazie mille

    • Zanichelli Avatar

      Cara Jamila, ecco qualche correzione: “vieni/venite a fare un giro a Roma”; “buongiorno amore”; “Ho voglia di baciarti, ho voglia di coccole e ho voglia di stare con te (come sabato scorso)! Tu?”; “Ti ho sognato stanotte, ma non ricordo niente. So solo che eri tu!”.
      Un saluto
      Prof. Anna

      • jamila scrive:

        Grazie, però vorrei alcune delucidazioni, se possibile, su queste frasi

        “Ti ho sognato stanotte, ma non ricordo niente. So solo che stavi tu!”. mi avete corretto dicendo che devo usare il verbo “eri” invece di “stavi”! Ma “stavi” non si può usare lo stesso per far intendere comunque che lui stava nel sogno? penso che sia più o meno la stessa cosa del verbo “eri”!

        “Ho voglia di baciarti, ho voglia di coccole e ho voglia di stare con te (come sabato scorso)! tu?”; su questa frase io avevo messo la minuscola alla parola “tu” dopo il punto esclamativo perchè comunque è prosecuzione della frase di prima (non un altro discorso differente)! O a prescindere è obbligatorio l’uso della maiuscola in quella frase?

        – “vieniti” riferito ad una persona è da considerare errore oppure si può usare come alternativa a “vieni”?
        – giorno non può essere usata come alternativa a buongiorno?
        – infine in una delle tanti frasi che vi ho scritto “Ciao come stai?” siccome non mi avete corretta, volevo sapere una cosa! Non si dovrebbe mettere la virgola dopo la parola “ciao”

        siete gentilissimeeee <3

        • Zanichelli Avatar

          Cara Jamila, il verbo “stare” significa “rimanere in un luogo, trovarsi in un luogo”, in questo caso non è corretto perché la frase significa “so solo che (quella persona nel sogno) eri tu” quindi è necessario usare il verbo “essere”; dopo il punto esclamativo generalmente si usa la lettera maiuscola; la forma “vieniti” non è corretta; è necessario scrivere -‘giorno- con l’apostrofo; la virgola dopo “ciao” non è obbligatoria.

          A presto

          Prof. Anna

  14. antonio scrive:

    salve prof.ssa

    sono corrette queste frasi che ti scrivo? in caso contrario correggetemi su eventuali virgole da mettere o da togliere, sui tempi verbali, sui termini, sulle punteggiature etc.

    – Ma tu vuoi una storia seria con me? Perché se tu vuoi solo scopare, lo sai che per me non va assolutamente bene!
    – Aspetta fino a domani pomeriggio!
    – Quindi, vuoi una storia seria?
    – Certo, io sono qui!
    – Però ti faccio sapere giovedì!
    – Per giovedì hai già un appuntamento?
    – Dai, quando torno a Milano, andiamo a Varese?
    – Ma tanto non ci vedremo mai!
    – Ricordati di passarmi a prendere!
    – Non esco più oggi, facciamo domani?
    – Penso di sì (con un’amica)! Se vuoi, vieni! Ci facciamo un caffè!
    – A che ora oggi pomeriggio?
    – Ma domani a che ora ci vediamo?
    – Non è che non ti credo, ma ci sono tante cose che non mi quadrano. Quanto ci tieni a me?
    – Però più passano i giorni e più ti fai sentire sempre di meno!
    – Mio per sempre!
    – Ci vediamo un film horror stasera?
    – Sì, voglio che ci vediamo sabato (se ti va)! Ho bisogno di cambiare aria!
    – Ok, mi manchi tantissimo!
    – Oggi ti sento lontano… e mi manchi tantissimo!
    – Quando vengo a Roma, andiamo a Rovigo?
    – Dove stai parcheggiato?
    – Io sono pronta comunque!
    – Scrivimi ogni tanto!
    – Oggi cosa si fa, tesoro mio?
    – A che ora potresti venire?
    – Fammi sapere subito!
    – Tua per sempre!
    – Ma non è la tua ex?
    – Con chi stai in giro?

    grazie mille

    • Zanichelli Avatar

      Caro Antonio, le frasi che mi scrivi sono corrette.
      A presto
      Prof. Anna

  15. claudio scrive:

    salve, professoressa

    Ditemi se queste frasi sono corrette in tutti i suoi parametri (ortografici, lessicali, grammaticali, punteggiatura, tempi verbali, etc.) se c’è da modificare/aggiungere parole o correggere/aggiungere punteggiature varie, avvisatemi!

    – Finché ci vedremo… passeranno dei mesi!
    – Allora… se non mantieni la parola, sei un bugiardo!
    – La finisci di fare così, mi stai irritando!
    – Quindi, vedi di mantenere la tua parola!
    – Beh, sì! Ma non è che è gelosa qualche tua girl? Perché ho visto che hai abbastanza foto con alcune ragazze…
    – Mi manchi tantissimo, ciccino mio!
    – Mai niente mi porti, uffa!
    – Cucciolo, che vuoi da mangiare?
    – Quando vengo al “Celebrità”, ti avviso!
    – Fammi sapere subito per oggi pomeriggio
    – Mi mancano i tuoi baci e le tue coccole, a te?
    – Tu non sei triste che non ci vediamo?
    – Non te la prendere, ma se io e te ci mettessimo insieme… come tratteresti mia figlia Claudia?
    – Ho visto che non hai perso tempo a vederti con un’altra, giustamente ha preso il mio posto. Bravo, stasera vediti il film horror!
    – Quando verrai, vedrai!
    – Ahahah, allora ci vediamo subito
    – Con chi (se posso chiedere)?
    – Se (veramente) ci tieni così tanto a me, non ti stufi!
    – Non voglio essere un’opzione. Non accetterò di essere una delle donne con cui chatti su Whatsapp
    – Tu vai sempre quando non vado io
    – Ci andavamo a fare il caffè!

    grazie mille

    • Zanichelli Avatar

      Caro Claudio, le tue frasi sono corrette, ma, se ho capito bene il significato, è meglio formulare la prima così: “prima di poterti rivedere, passeranno dei mesi”.
      Un saluto
      Prof. Anna

      • claudio scrive:

        il senso della frase è quasi ironico, siccome non vado a trovarla da un sacco di tempo ecco perché lei ha scritto così

        finché ci vedremo… passeranno dei mesi!

        quindi ora che vi ho dato la spiegazione, è corretta in tutti i suoi aspetti questa frase o per forza va modificata (essendo scorretta quella che vi ho scritto)?

        • Zanichelli Avatar

          Caro Claudio, va comunque modificata perché così non ha senso. Se la frase che ti ho proposto io non rispecchia il significato che tu vuoi dare, prova a riformularla in un altro modo.

          Un saluto
          Prof. Anna

          • claudio scrive:

            il senso della frase è questo:

            lei mi dice che mi deve dare le botte quando verrò a trovarla (in senso scherzoso)
            e io rispondo dicendo “vedremo se sarà così quando verrò”
            poi lei mi scrive dicendo “finché ci vedremo… passeranno dei mesi”

            perché è da parecchio tempo che non vado a trovarla

            quindi quale frase sarebbe corretta? grazie mile

          • Zanichelli Avatar

            Caro Claudio, dopo aver capito il contesto in cui la frase è inserita ti consiglio di usare questa frase: “prima di poterti rivedere… “.
            Un saluto
            Prof. Anna

          • claudio scrive:

            ah okay,

            e questa frase potrebbe andare bene?:

            – Fino a quando ci vedremo… passeranno dei mesi!

          • Zanichelli Avatar

            Caro Claudio, è corretto dire “prima di poterti rivedere passeranno dei mesi”.
            Un saluto
            Prof. Anna

          • claudio scrive:

            e questa frase può andare bene (così da non usare il verbo “potere”):

            – Prima che ci vedremo… passeranno dei mesi!

          • Zanichelli Avatar

            Caro Claudio, puoi dire “prima di vederci”.
            Un saluto
            Prof. Anna

          • claudio scrive:

            ok allora faccio come dite voi e scrivo così:

            – Prima di vederci… passeranno dei mesi!

            grazie mille per tutto!

  16. chiara scrive:

    salve gentilissima prof.ssa

    mi può dire se queste frasi sono corrette (sotto tutti i punti di vista) a livello grammaticale, lessicale, punteggiatura, tempi verbali etc… se c’è da correggere/aggiungere/eliminare/cambiare ditemi dove

    – Va bene! Domani mattina ti scrivo e vediamo cosa facciamo!
    – Andiamo a Milano domani?
    – Buongiorno scemo!
    – Ti rispondo appena posso!
    – Buonanotte ciccino!
    – E quando andiamo?
    – Tu avvisami (che se posso, ci vediamo)!
    – Perché non mi avvisi mai? Sto a casa!
    – Sei bello, scemo! Altrimenti non starei qui a messaggiare con te!
    – Per farmi il labbro gonfio!
    – Dillo che ti manco!
    – Ci tieni tanto a me? Voglio delle conferme!
    – Ciccino, quando ci vediamo… mi fai i massaggi ai reni?
    – … però farò in modo di uscire di nuovo (io e te)!
    – Io sono pronta comunque!
    – Buonanotte, cucciolo mio!

    aspetta una vostra risposta, grazie mille

    • Zanichelli Avatar

      Cara Chiara, le frasi che mi scrivi sono corrette, te ne correggo solo una: “però farò in modo che usciamo di nuovo (io e te)!”.
      Un saluto
      Prof. Anna

      • chiara scrive:

        la frase è al singolare (farò in modo di uscire) e non al plurale (usciamo noi) per il semplice fatto che i genitori di lei non la fanno uscire con lui (non vogliono che frequenti quel ragazzo)! quindi la mia frase di prima

        … però farò in modo di uscire di nuovo (io e te)!

        è corretta? oppure la vostra frase è quella da usare? (dopo che vi ho spiegato il senso della frase)

        • Zanichelli Avatar

          Cara Chiara, se il senso è che farai in modo di uscire con lei, è corretto dire “farò in modo che usciamo di nuovo”.
          Un saluto
          Prof. Anna

          • chiara scrive:

            è lei che spera/cerca di trovare un modo per uscire con lui (dato che i genitori di lei non vogliono che esca con quel ragazzo)

            quindi lei rivolgendosi a lui può scrivere così?

            – … però farò in modo di uscire di nuovo (io e te)!

            oppure è corretta la vostra versione e cioè:

            – però farò in modo che usciamo di nuovo (io e te)!

            grazie mille per la vostra disponibilità e gentilezza <3

          • Zanichelli Avatar

            Cara Chiara, potresti scrivere: “però farò in modo di uscire di nuovo con te”.
            Un saluto
            Prof. Anna

          • chiara scrive:

            okay 🙂 grazieeeeeeeee

  17. adele scrive:

    buongiorno prof.ssa Anna,

    mi sa dire se queste frasi sono corrette (parole, tempi verbali, punteggiature, lessico, ortografia, eccetera)?
    in caso contrario correggetemi se c’è da eliminare, modificare, aggiungere!

    – Bravo, bravo… a me non mi porti!
    – Con chi vai a fare shopping?
    – Domani mattina, appena esco dalla palestra, ti chiamo!
    – Non adesso, domani pomeriggio andiamo a Roma e ci stiamo lì!
    – Se tu dici che non mi ami, mi dici che usciamo a fare?
    – Tu con me fai lo stronzo, ed io ti rispondo così!
    – Però mi piacerebbe vederti!
    – Però qualche volta mi devi venire a trovare!
    – Portami tu da mangiare!
    – … e quando ci vediamo? Domani sera usciamo o hai da fare?
    – Te ne stai andando a Viterbo senza di me, bastardo!
    – Andiamo giovedì sera a Milano?
    – Quando ci dobbiamo vedere di nuovo?
    – Adesso come stai (senza i miei baci)?
    – Buongiorno pazzo!
    – Se tu sei bravo, io sono una santa! Sei uno STRONZO! Devo ripeterlo?
    – Qualche volta dobbiamo andare anche noi al cinema!
    – Ma stai a casa o sei uscito?
    – Ciccino, devi aspettare!
    – Siamo in pericolo se tu vieni a casa mia! Primo perché le persone non si fanno i fatti loro, secondo perché sta sempre qualcuno nell’appartamento (o mio padre o i miei fratelli).
    – Mannaggia tua, mi fanno male le labbra!
    – I tuoi baci sono stati belli!
    – Con chi stai ora?
    – Dobbiamo andare a Roma una sera di queste?
    – Anche se mi alzo tardi… mi devi aspettare!
    – Ma tu ci tieni a me?
    – Vai sempre senza di me!
    – Ti fidanzeresti con me?

    attendo una vostra risposta grazieeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee

    ci voleva questo sito 🙂 è utile

    • Zanichelli Avatar

      Cara Adele, qualche correzione: “non adesso, domani pomeriggio andiamo a Roma e ci restiamo/ci fermiamo lì!”; “siamo in pericolo se tu vieni a casa mia! Primo perché le persone non si fanno i fatti loro, secondo perché c’è sempre qualcuno nell’appartamento (o mio padre o i miei fratelli)”.
      Un saluto
      Prof. Anna

  18. Adele scrive:

    buongiorno prof.ssa Anna,

    mi sa dire se queste frasi sono corrette (parole, tempi verbali, punteggiature, lessico, ortografia, eccetera)?
    in caso contrario correggetemi se c’è da eliminare, modificare, aggiungere!

    – Ti bacio tutto!
    – Uff, ciccino… mi manchi tantissimo!
    – Tu non mi vieni mai a trovare.
    – Buonanotte cucciolo mio, a domani!
    – Tu non esci oggi?
    – Quindi… domani vieni?
    – Ti ho sognato!
    – Io vado a dormire, buonanotte ciccino mio!
    – Ma vedi che quando sto con te e quando mi baci, sto bene!
    – Allora… facciamo così, ti riempio di baci a non finire!
    – Va bene, a che ora usciamo allora?
    – Se stavo con te ora, che mi facevi?
    – Sai, ho un po’ di voglia!
    – Perché non voglio essere presa in giro!
    – Perché ieri non ti sei fatto sentire tanto!
    – … e allora puoi stare tranquillo, possiamo uscire tranquillamente!
    – Mi hai abbandonata! Quando ci dobbiamo vedere, stronzo?
    – Sto a casa! Va bene, ti avviso!
    – Dove te ne vai?
    – Sei bellissimo, che fai?
    – Usciamo stasera, andiamo a Venezia?
    – Quindi ti piaccio!
    – A che punto stai?
    – Tu a che ora devi venire?
    – Quanto ti manco?
    – Mi manchi tantissimo, ciccino mio!
    – Ti riempio di baci!
    – Sembri un donnaiolo!
    – Cucciolo, mi manchi tantissimo!
    – Quanto mi manchi!
    – Quando ci vediamo?
    – Mi mancano i tuoi baci!
    – Perché ci tieni così tanto a me?

    grazie mille 🙂

    • Zanichelli Avatar

      Cara Adele, le frasi sono corrette.
      Un saluto
      Prof. Anna

  19. Chiara scrive:

    salve, prof. Anna

    mi può dire se queste frasi sono corrette (sotto tutti i punti di vista) a livello grammaticale, lessicale, punteggiatura, tempi verbali etc…? se c’è da correggere/aggiungere/eliminare/cambiare ditemi dove.

    – Certo, quando vuoi!
    – Va bene! Dai… vado a dormire, ci vediamo dopo!
    – Ma se tu non ti fai sentire più (quando stai con qualcuna), non posso prendermela?
    – Sì, ma tu domani pomeriggio devi venire?
    – Stai ancora in giro? O sei casa?
    – Magari, ti aspetto!
    – Vienimi a prendere!
    – Non ti dico più di uscire, se ti va di uscire… avvisami! Mi sono rotta le palle di dirti “Usciamo, usciamo”. E’ una settimana che non usciamo, se vuoi uscire… io sono qui!
    – Però ho una voglia!
    – Stanotte ti ho sognato!
    – Perché ci tieni così tanto a me?
    – Posso venire da te?
    – Ti adoro, amore mio!
    – Dormiamo insieme?
    – Mi manchi tantissimo, amore mio!
    – Quanto mi manchi!

    grazie mille

    • Zanichelli Avatar

      Cara Chiara, è meglio dire: “sei ancora in giro?”; “mi sono rotta le palle di dirti: “usciamo, usciamo”. Le altre frasi sono corrette.
      Un saluto
      Prof. Anna

      • Chiara scrive:

        ah okay, la ringrazio

        quindi dopo le virgolette aperte devo usare la u minuscola e non maiuscola, giusto?

        “usciamo, usciamo” e non “Usciamo, usciamo”

        • Zanichelli Avatar

          Cara Chiara, dopo i due punti puoi usare la minuscola.
          Un saluto
          Prof. Anna

          • Chiara scrive:

            lo sapevo pure io che dopo i due punti si può usare la minuscola come qui sotto

            I miei colori preferiti sono: giallo, verde, celeste e grigio.

            ma anche con i due punti e dopo aver aperto la virgoletta posso usare la minuscola?

            Mi sono rotta le palle di dirti: “usciamo, usciamo”.

            grazie mille per la vostra disponibilità

          • Zanichelli Avatar

            Cara Chiara, se i due punti introducono un discorso diretto (come in questo caso), è necessario usare la maiuscola (Mi sono rotta le palle di dirti: “Usciamo, usciamo”. Scusa ho sbagliato io nel commento precedente.
            A presto
            Prof. Anna

  20. claudio scrive:

    salve, professoressa

    Ditemi se queste frasi sono corrette in tutti i suoi parametri (ortografici, lessicali, grammaticali, punteggiatura, tempi verbali, etc.) se c’è da modificare/aggiungere parole o correggere/aggiungere punteggiature varie, avvisatemi!

    – Fino a che ora rimani qua?
    – Avvisami quando sei arrivato.
    – Stai già iniziando a venire?
    – Ma se ti ho detto che sono pronta.
    – Me le slacci, mi dai tanti bacini e poi mi fai le coccole.
    – E allora mi devi dare un bacio.
    – A Roma devi andare?
    – Mi fai compagnia?
    – Quando ci vediamo?
    – Posso scendere?

    grazie

    • Zanichelli Avatar

      Caro Claudio, le frasi che mi scrivi sono corrette.
      A presto
      Prof. Anna

  21. claudio scrive:

    salve, professoressa

    Ditemi se queste frasi sono corrette in tutti i suoi parametri (ortografici, lessicali, grammaticali, punteggiatura, tempi verbali, etc.) se c’è da modificare/aggiungere parole o correggere/aggiungere punteggiature varie, avvisatemi!

    – Dipende da te, quando devi venire?
    – Ma sanno che messaggi con me?
    – Se ti va!
    – Andiamo al mare?
    – Avvisami quando stai tornando che mi preparo!
    – Ci penserò quando mi vedrò con te!
    – Andiamo a Roma lunedì, se vieni? Ti prego!
    – Se vuoi, lunedì pomeriggio… ci vediamo!
    – Dove vai di bello stasera?
    – Che fai adesso?

    grazie, siete uniche

    • Zanichelli Avatar

      Caro Claudio, qualche correzione: “Andiamo a Roma lunedì? Vieni? Ti prego!”; “Se vuoi, lunedì pomeriggi ci vediamo!”.

      Un saluto
      Prof. Anna

      • claudio scrive:

        scusatemi se non ho capito le vostre correzioni

        – Andiamo a Roma lunedì, se vieni? Ti prego!

        dove sta l’errore? lei dice che verrà a trovarmi forse lunedì, e io dico a lei che se mi viene a trovare lunedì voglio che andiamo a Roma a farci due giri! nella vostra correzione secondo me cambia il significato della frase perché sembra che io stia già a Roma e chiedo a lei di venirmi a trovare lunedì!

        nella seconda frase che mi avete corretto, sembra uguale a ciò che ho scritto io:

        – Se vuoi, lunedì pomeriggio… ci vediamo!

        voi mi avete corretto scrivendo così: “Se vuoi, lunedì pomeriggi ci vediamo!” va beh tralasciando il “pomeriggi” (sicuramente vi sarà sfuggita la o finale), l’errore dove sta? nell’aver messo i tre puntini di sospensione?

        grazie mille per tuttooooooo

        • Zanichelli Avatar

          Caro Claudio, non avevo capito bene il significato del primo periodo, allora è meglio dire: “se vieni, andiamo a Roma lunedì?”; nel secondo caso ho eliminato i puntini perché è meglio non abusarne.

          Un saluto
          Prof. Anna

  22. claudio scrive:

    salve, professoressa

    Ditemi se queste frasi sono corrette in tutti i suoi parametri (ortografici, lessicali, grammaticali, punteggiatura, tempi verbali, etc.) se c’è da modificare/aggiungere parole o correggere/aggiungere punteggiature varie, avvisatemi!

    – Anche tu, quando vuoi, sei dolce!
    – Non ti fai sentire mai!
    – Ahahahah, vieni!
    – Facciamo domenica?
    – Ti faccio sapere domani, ok?
    – Vito è sparito!

    • Zanichelli Avatar

      Caro Claudio, le frasi sono corrette.
      Un saluto
      Prof. Anna

  23. jamila scrive:

    salve, professoressa

    Ditemi se queste frasi sono corrette in tutti i suoi parametri (ortografici, lessicali, grammaticali, punteggiatura, tempi verbali, etc.) se c’è da modificare parole o correggere/aggiungere punteggiature varie, avvisatemi!

    – Visto che ti piace montare!
    – Ma ti sei raffreddato, teso’?
    – Ci vediamo una sera?
    – Beh, ehi… buonanotte! Se è, ci vediamo domani!
    – Adori solo me o anche altre ragazze?
    – Mo ti stavo scrivendo!
    – Tu non sei uscito?
    – Uff, basta. Non ti parlo più.
    – Tu devi stare attento!
    – Se ti comporti bene.
    – Tu a che ora te ne vai?
    – Sei tutto mio.
    – Ti manco?

    thanks

    • Zanichelli Avatar

      Cara Jamila, nella frase 4 cosa intendi per “se è”?; è corretto scrivere “mo’ ti stavo scrivendo”. Le altre frasi sono corrette.
      Un saluto
      Prof. Anna

      • jamila scrive:

        scusate se vi correggo, ma la parola MO (come dice il dizionario della Treccani) per intendere ora, adesso, in questo instante… si scrive senza apostrofo e senza accento! invece MO’ è l’abbreviazione di modo! ecco perché ho scritto “mo ti stavo scrivendo” per intendere che adesso stavo scrivendo a lui.

        sulla frase 4 invece “se è” è inteso come per dire “nel caso”! credo che non sia sbagliato usare la frase “se è, ci vediamo domani!”

        grazie mille

        • Zanichelli Avatar

          Cara Jamila, lo Zingarelli 2019 riporta questo avverbio sia apostrofato (mo’) sia non apostrofato (mo), “se è” in questo contesto non è corretto, è necessario dire “nel caso”.
          Un saluto
          Prof. Anna

          • jamila scrive:

            okay, quindi posso usare il “mo” senza apostrofo come avevo scritto nella mia frase!

            nell’altra invece:

            – Nel caso, ci vediamo domani!
            – Nel caso ci vediamo domani!

            qual è corretta? con la virgola, senza, oppure in entrambi i casi vanno bene le frasi?

          • Zanichelli Avatar

            Cara Jamila, esatto: è possibile usare sia “mo’” sia “mo”; è meglio inserire la virgola dopo “nel caso”.
            Un saluto
            Prof. Anna

  24. tonia scrive:

    buonasera professoressa, mi chiamo Tonia

    Ditemi se queste frasi sono corrette in tutti i suoi parametri (ortografici, lessicali, grammaticali, punteggiatura, etc.) se c’è da modificare parole o correggere/aggiungere punteggiature varie, ditemi dove!

    – Io sono pronta comunque!
    – Fammi sapere se devo venire anche io!
    – Ti ho disturbato?
    – Io sono pronta!

    • Zanichelli Avatar

      Cara Tonia, le frasi che mi scrivi sono corrette.
      A presto
      Prof. Anna

  25. Antonio scrive:

    salve gentilissima Anna

    sono corrette queste frasi che ti scrivo? in caso contrario correggetemi su eventuali virgole da mettere o da togliere, sui tempi verbali, sui termini, sulle punteggiature etc.

    – Da domani lavoro a Bari (fino alle nove e mezza di sera)! Quindi… quando sei libero, tu mi avvisi (così usciamo, tanto sempre lì devo stare)
    – Ma alle 2:30 stai qua?
    – Dove stai?
    – Ah, vabbè! Fammi sapere! Non dirmi di no, andiamo a farci un giro a Verona?
    – Quando ci vediamo?
    – Ti ammazzo!
    – Stai in giro?
    – Per te questo ed altro!
    – Comunque, io oggi sto a Roma! Mi trattengo con le amiche al “Cocoricò”! Se ti va, passa a salutarmi!
    – Ok, ok! Dai, ci vediamo domani!
    – Ti ho detto già come dobbiamo fare per uscire di nuovo!
    – Perché ti devi vedere con qualcun’altra?
    – Ti fai trovare per un caffè tra un po’?
    – Comunque usciamo?
    – Dove sei?

    questo blog è utilissimo, la ringrazio

    • Zanichelli Avatar

      Caro Antonio, le frasi che scrivi sono corrette, solo qualche puntualizzazione: nella prima puoi usare l’imperativo: “quando sei libero, avvisami”; usare il verbo “stare” invece del verbo “essere” nelle frasi 3, 7, 9 non è scorretto ma, essendo un uso regionale, è meglio utilizzarlo sono in contesti informali, in altri contesti è meglio usare “essere” (dove sei?; sei in giro?; oggi sono a Roma).
      Un saluto
      Prof. Anna

      • antonio scrive:

        ok, la ringrazio per la puntualizzazione! comunque da quello che ho capito le frasi 1,3,7,9 se le lascio così come ve le avevo scritte, sono corrette sotto tutti gli aspetti! Diciamo che avete proposto delle semplici alternative (e non delle correzioni obbligatorie su alcuni errori), giusto?

        • Zanichelli Avatar

          Caro Antonio, esatto.
          Un saluto
          Prof. Anna

          • Antonio scrive:

            – Vengo con te!
            – Ok, tu esci stasera?
            – Ma sempre a Milano stai?

            queste 3 frasi sono corrette in tutti i suoi aspetti (ortografici, virgole, punteggiature, tempi verbali, grammaticali, lessicali, etc.)?

            grazie mille professoressa

          • Zanichelli Avatar

            Caro Antonio, le frasi sono corrette.
            Un saluto
            Prof. Anna

  26. Tonia scrive:

    buonasera professoressa, sono Tonia

    Ditemi se queste frasi sono corrette in tutti i suoi parametri (ortografici, lessicali, grammaticali, punteggiatura, etc.) se c’è da modificare parole o correggere/aggiungere punteggiature varie, ditemi dove!

    – Va bene, fammi sapere!
    – Domani dici?
    – Quando usciamo?
    – A che ora?
    – Sono pronta!

    • Zanichelli Avatar

      Cara Tonia, le frasi che scrivi sono corrette.
      Un saluto
      Prof. Anna

  27. Tonia scrive:

    buonasera professoressa, sono Tonia

    Ditemi se queste frasi sono corrette in tutti i suoi parametri (ortografici, lessicali, grammaticali, punteggiatura, etc.) se c’è da modificare parole o correggere/aggiungere punteggiature varie, ditemi dove!

    – Comunque io sono pronta!
    – Vedo che ti stai già frequentando con un’altra!
    – Tu non esci?
    – Buongiorno tesoro!
    – Stasera hai da fare?
    – Puoi venire!
    – Vieni tu!
    – E soprattutto a che ora vieni! (p.s. ho messo il punto esclamativo perché non è una domanda)
    – Beh, quando hai deciso che dobbiamo uscire? E’ da tanto che non ci vediamo!
    – Tu non mi ami!
    – Mi manchi!
    – Ti amo!

    nella frase 8 ho messo il punto esclamativo perché non è una domanda

    grazie mille

    • Zanichelli Avatar

      Cara Tonia, le frasi che mi scrivi sono corrette.
      Un saluto
      Prof. Anna