Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica

Prof. Anna
Civiltà,   Lettura

Care lettrici e cari lettori di Intercultura blog, siete degli amanti del cinema? Proprio in questi giorni si svolge la 73° edizione di quella che comunemente (ma scorrettamente) viene chiamata Mostra del Cinema di Venezia. Dal 31 al 10 settembre al Lido di Venezia si tiene annualmente la Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica, il più antico festival cinematografico del mondo. Vale la pena quindi conoscerne un po’ meglio la storia e le caratteristiche.

Se ci sono parole che non conoscete, vi consiglio di usare il dizionario online: cliccando due volte sulla parola sconosciuta si aprirà una piccola finestra, cliccando una volta su questa finestra apparirà il significato.

Buona lettura!

Prof. Anna

Nata nel 1932, Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica si tiene ogni anno nel capoluogo veneto nel Palazzo del Cinema, al Lido di Venezia, tra la fine di agosto e l’inizio di settembre. La Mostra si inquadra nel più vasto scenario della Biennale di Venezia, una tra le più antiche, importanti e prestigiose rassegne internazionali d’arte contemporanea al mondo.  Il premio principale che viene assegnato, assieme a diversi altri, è il Leone d’Oro, che deve il suo nome al simbolo della città (il leone della basilica di San Marco), il premio è considerato attualmente tra i più ambiti riconoscimenti cinematografici a livello internazionale, insieme alla Palma d’Oro del Festival di Cannes e all’Orso d’Oro della Berlinale.

La prima edizione non ha ancora carattere competitivo limitandosi a presentare una serie di pellicole (alcune delle quali diventate poi dei classici) al già numeroso pubblico presente, solo con la seconda edizione, datata 1934, la manifestazione diventa competitiva: viene istituita infatti la Coppa Mussolini come premio al miglior film, ma ancora non esisite una vera giuria. Nel 1935 la cadenza diventa annuale e nel 1936 fa il suo ingresso nel festival la Giuria Internazionale.

Gli anni quaranta rappresentano uno dei momenti più difficili della rassegna, schiacciata dalla guerra in corso e dalle esigenze propagandistiche: le prime tre edizioni del decennio, svoltesi lontano dal Lido, vengono in seguito considerate non avvenute. Dopo la triste parentesi, la mostra riprende a pieno regime nel 1946 a seguito della conclusione della guerra. Negli anni cinquanta la Mostra lancia cinematografie emergenti ma anche registi italiani che sarebbero stati protagonisti assoluti del nostro cinema nei decenni a venire, primi tra tutti Federico Fellini e Michelangelo Antonioni, che vincerà il Leone d’Oro al miglior film nel 1964 per Il deserto rosso e un Leono d’Oro alla carriera nel 1983.

Il vento della contestazione del 1968 fa sentire i suoi effetti anche sul festival, oggetto di continue contestazioni (rivolte anche, più in generale, alla Biennale), è costretto a cambiare la sua fisionomia: dal 1969 al 1979 si torna alla non competitività, e addirittura in tre annate (1973, 1977 e 1978) la manifestazione non si tiene affatto. Dal 1979 la mostra ritrova una cadenza regolare, riassegnando dal 1980 i premi, fino ai giorni nostri.

Ogni anno sul tappeto rosso, emblema della fama e della celebrità, sfilano le personalità più importanti del mondo del cinema facendo sognare il pubblico che si raduna numeroso per l’occasione e ogni anno i film in gara e che verranno proiettati nelle sale cinematografiche fanno sognare noi spettatori.

Per comprendere appieno lo spirito della Mostra,  leggiamo il comunicato sul sito ufficiale della Biennale di Venezia (http://www.labiennale.org/it/cinema/73-mostra/ ):
La Mostra vuole favorire la conoscenza e la diffusione del cinema internazionale in tutte le sue forme di arte, di spettacolo e di industria, in uno spirito di libertà e di dialogo. La Mostra organizza retrospettive e omaggi a personalità di rilievo, come contributo a una migliore conoscenza della storia del cinema.

Prova a rispondere alle seguenti domande:

1- Quale edizione della Mostra Internazionale d’Arte cinematografica è in corso in questi giorni?

2- In che è anno è nata la Mostra?

3- Come si chiama il premio più importante che viene assegnato?

4- Perché si chiama così?

5- La Mostra ha sempre avuto carattere competitivo?

6- Come si chiama il premio che viene istituito per il miglior film l’anno in cui la Mostra diventa una competizione?

7- Quale fu uno dei momenti più difficili per la Mostra?

8- Perché? Cosa stava accadendo in Italia?

9- Quali importanti registi italiani emersero negli anni cinquanta?

10- Perché, secondo voi, alle persone piace guardare film e andare al cinema?

 

 

 

Per la lezione

Prosegui la lettura

Commenti [9]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  1. Rino scrive:

    Non riesco a ritrova i miei ultimi commenti di Settembre.

    • Zanichelli Avatar

      Caro Rino, le troverai dove le hai scritte.
      Un saluto
      Prof. Anna

  2. Rino scrive:

    Anche il cinema è una grande arte,
    Ma siano più umili gli autori.

  3. Rino scrive:

    Sarebbe bello confrontare le risposte con quelle giuste.
    Un cordiale saluto Prof.

    • Zanichelli Avatar

      Caro Rino, se mi scrivi le tue risposte, potrò dirti se sono giuste oppure no.
      A presto
      Prof. Anna

  4. Rino scrive:

    1- Quale edizione della Mostra Internazionale d’Arte cinematografica è in corso in questi giorni?
    -Settantatreesima edizione;
    2- In che è anno è nata la Mostra? -Nel 1932;
    3- Come si chiama il premio più importante che viene assegnato?
    -Leone D’oro;
    4- Perché si chiama così? – Simbolo della città di Venezia;
    5- La Mostra ha sempre avuto carattere competitivo?- Non sempre,
    6- Come si chiama il premio che viene istituito per il miglior film l’anno in cui la Mostra diventa una competizione?
    -Coppa Mussolini;
    9- Quali importanti registi italiani emersero negli anni cinquanta? – F. Fellini, M. Antonioni
    7- Quale fu uno dei momenti più difficili per la Mostra?
    -Periodo della guerra: Anni quaranta;
    8- Perché? Cosa stava accadendo in Italia?
    -Ci si preparava alla seconda guerra mondiale;
    10- Perché, secondo voi, alle persone piace guardare film e andare al cinema?
    -Potrebbero essere molteplici i motivi a seconda del tipo del film: Comico, drammatico, giallo,ecc.
    Un salutone:-)

    • Zanichelli Avatar

      Caro Rino, tutte le tue risposte sono corrette, per quanto riguarda l’ultimo quesito, si trattava di esprimere il perché, secondo voi lettori, il cinema, in generale, è così apprezzato dal grande pubblico. Quala piacere provoca la visione di un film? Cosa spinge le persone ad andare al cinema?
      Un saluto
      Prof. Anna

      • Rino scrive:

        Gentilissima Prof. penso siano molteplici i motivi, riferiti agli attori, alla trama alla cultura, ai vestiti alla eleganza, al modo espressivo degli autori, alla bravura nell’interpretare le scene ecc. ecc.
        Es. l’interpretazione di Raul Bova, chi non andrebbe a vedere i suoi film, se il film fosse comico chi non si vedrebbe Checco Zalone, per le sue battutacce spiritose e volgari.. Insomma cara Professoressa, c’è un po’ di tutto per vedersi un bel film a seconda dellla sua trama e dei su interpreti specie se sono bellissimi o bellissime:-).
        Un saluto.

        • Zanichelli Avatar

          Grazie Rino per il tuo contributo.
          A presto
          Prof. Anna