Il testo descrittivo 2

Prof. Anna
forme narrative,   La lingua italiana,   Lessico

Cari lettori e care lettrici di Intercultura blog, oggi continuiamo il nostro studio del testo descrittivo; vedremo quali altri dati sensoriali sono necessari per descrivere in maniera approfondita un oggetto, una persona, un animale o un paesaggio.

Buona lettura!

Prof. Anna

Continuiamo dunque la nostra analisi dei dati sensoriali.

 

DATI OLFATTIVI

Tipo di odore:

– profumo; puzza; aroma (odore penetrante e gradevole: aroma di caffè); fragranza (odore delicato e gradevole); tanfo (odore pesante e sgradevole); fetore (puzza forte e nauseante)…

Intensità e qualità degli odori:

– delicato; acuto; penetrante (odore forte); pungente (odore molto intenso); acre (odore molto intenso); soffocante (odore talmente forte da rendere difficile respirare); ripugnante (odore che provoca disgusto); fragrante (molto odoroso, profumato); delicato; aromatico; balsamico; inebriante (odore che provoca godimento); fetido (puzzolente); maleodorante…

Modalità di diffusione degli odori:

– l’odore si propaga; l’odore ristagna (persiste a lungo in un ambiente); l’odore si diffonde; l’odore viene emanato da qualcosa (i fiori emanano un gradevole odore)

Verbi dell’olfatto:

– annusare; percepire; fiutare; odorare

DATI GUSTATIVI

Tipi di sapore:

– dolce; salato; acido; amaro; piccante; saporito; insipido (poco salato, poco saporito); aspro (il sapore della frutta acerba); agro (sapore pungente e acido, per esempio come un limone); agrodolce (che ha sapore agro e dolce insieme); dolciastro (che ha sapore dolce ma stucchevole o sgradevole); delicato; forte; appetitoso (gustoso); pepato; rancido (il sapore di cibo irrancidito, guasto, putrefatto); squisito (sapore molto gradevole)…

Verbi del gusto:

– mangiare; assaporare; assaggiare; gustare; masticare; inghiottire; mordere; leccare; abbuffarsi (mangiare molto)…

DATI TATTILI

Aggettivi per le sensazioni tattili:

– con il tatto possiamo sentire:

– la consistenza di una supeficie: liscia; ruvida; levigata (liscia); ondulata (irregolare); crespa (con piccole ondulazioni), pelosa; vellutata (liscia come il velluto); ispida (ruvida); squamosa (coperta di squame); grinzosa (piena di pieghe)…

– altre caratteristiche di una superficie: appiccicosa (che appiccica); unta; gelatinosa; viscida (molle e scivolosa); sdrucciolevole (scivolosa)…

– il tipo di materiale: duro; morbido; tagliente (che taglia); flaccido (privo di compattezza); sodo (compatto, duro al tatto); rigido; elastico; flessibile…

– anche la temperatura: caldo; freddo; tiepido; bollente; rovente (molto caldo); ghiacciato…

Verbi del tatto:

– toccare, sfiorare; accarezzare; afferrare; impugnare; palpare; tastare; stringere…

Vi ricordo che potete usare il dizionario on-line per scoprire il significato delle parole che non conoscete: basta cliccare sulla parola e apparirà il suo significato.

 

 

Seleziona la risposta corretta fra quelle disponibili. Se rispondi bene, vedrai lo sfondo diventare di colore verde.

  1. Una "fragranza" è un odore sgradevole.
    • vero
    • falso
  2. Un sapore "dolciastro" è dolce e gradevole.
    • vero
    • falso
  3. Una superficie "viscida" è molle e scivolosa.
    • vero
    • falso
  4. Un odore "stagnante" persiste a lungo in un ambiente.
    • vero
    • falso
  5. "Abbuffarsi" significa "mangiare molto".
    • vero
    • falso
  6. Il "tanfo" è un odore gradevole.
    • vero
    • falso
  7. Un cibo "insipido" è poco salato.
    • vero
    • falso
  8. Una superficie "rovente" è molto calda.
    • vero
    • falso
  9. Un odore "inebriante" è un odore che provoca disgusto.
    • vero
    • falso
  10. Un odore "acre" è un odore delicato.
    • vero
    • falso

Per la lezione

Prosegui la lettura

Commenti [11]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  1. khadija scrive:

    utilissimo,La ringrazio.

  2. Maria scrive:

    imparato molte parole. Grazie mille Prof Anna.

  3. Ho sbagliato la 8 – grazie prof.Anna.

  4. Jackie scrive:

    Anchi’o imparato qualche cosa,oggi solo ho sbagliato il numero nove,Grazie Prof.

  5. Stefania scrive:

    Buon pomeriggio Prof. Anna,
    Le riscrivo ( l’avevo già fatto un po’ di tempo fa in merito ai nomi alterati ricevendo una risposta più che esauriente) perché ho una domanda sui dati tattili.
    Mio figlio che frequenta la terza elementare, doveva leggere un brano e trovare i dati visivi,olfattivi,uditivi e tattili.
    Non sto a riscrivere tutto il brano, ma solo la parte che mi ha fatto sorgere dei dubbi, dopo la correzione dell’insegnante: – In quella luce d’oro Heidi aspirava l’aria fresca, la deliziosa fragranza dei fiori e sentiva di desiderare di rimanere là per sempre.
    Mio figlio ha sottolineato “l’aria fresca” e “fragranza dei fiori” come dati olfattivi, ma la sua insegnante lo ha corretto dicendo che “l’aria fresca” è dato tattile.
    Se è corretto ciò che dice l’insegnante, potrebbe cortesemente spiegarmi il perché?
    Avrei anche due altri dubbi in merito a quest’altro passaggio dello stesso brano: – La bimba se ne stava seduta,silenziosa; su tutte le cose si stendeva una gran pace…..
    L’insegnante ha fatto sottolineare “se ne stava seduta” come dato visivo e “silenziosa” come dato uditivo.
    È corretto e, se sì, perché?
    Nell’attesa di una Sua risposta, ringrazio e mi complimento ancora per la completezza, la semplicità e la cortesia delle Sue risposte.
    Cortesemente
    Stefania

    • Zanichelli Avatar

      Cara Stefania, “l’aria fresca” può essere intesa come dato tattile, la si può sentire sulla pelle, a contatto con le narici, non ha odore come “la fragranza dei fiori” che è invece un dato olfattivo; “se ne stava seduta” è un dato visivo perché l’azione dello stare seduti è percepibile dagli altri con la vista, mentre “silenziosa” è percepibile con l’udito, l’assenza di rumore è comunque un dato uditivo.
      Un saluto
      Prof. Anna

  6. livia scrive:

    Non ho capito niente

    • Zanichelli Avatar

      Cara Livia, se mi dici cosa non hai capito posso provare a spiegartelo meglio.
      A presto
      Prof. Anna

  7. Utilissimo. Grazie Anna.

  8. In cucina,nel primo pomeriggio,possiamo assistere a un vero e proprio concerto:tutte le cose ,infatti,a una certa ora,si mettono a cantare.si sente borbottare la teiera:giu,giu,flop…Una goccia d’acqua cade,come una nota musicale dal rubinetto.In sordina,si sente il gatto fare le fusa e infine:tic,tac…la sveglia.Proprio in questi momenti Tutina la caffettiera si mette in agitazione e,appena apre il becco,l’incanto é rotto.Il suo borbottio,dapprima in tono basso,aumenta sempre più:crumpf,prut,crumpf…Poi si calma;sente che tutti la disapprovano e piange qualche lacrima di caffè.

    Per favore aiutatemi a trasformare questo brano descrivendolo solo con l’olfatto,la vista o l’odorato!!nn riesco proprio a uscircene…é un compito delle vacanze di mio figlio!!grazie giuliana

    • Zanichelli Avatar

      Cara Giuliana, per esempio, per quanto riguarda la teiera, con l’olfatto: “il profumo intenso del tè si espande in tutta la stanza”, con la vista: “nuvole di denso vapore escono dalla teiera”. Puoi provare a tu a continuare, sarò felice di correggere il tuo testo.
      A presto
      Prof. Anna