Le parole della scuola

Prof. Anna
La lingua italiana,   Lessico,   Scuola

Care lettrici e cari lettori di Intercultura blog, bentrovati! In questi giorni si è parlato molto di scuola, che anche quest’anno, nonostante tutto, è iniziata. La nomenclatura relativa al mondo della scuola è molto ricca ma a volte un po’ complicata. Esploriamola insieme.

Buona lettura!

Prof. Anna

Quest’anno il rientro a scuola non è stato semplice, per garantire la sicurezza degli studenti e del personale si sono dovute mettere a punto nuove strategie per gestire gli spazi, quindi nuove postazioni, nuovi orari, nuove regole di convivenza.

Per questo motivo la scuola è stata al centro dell’attenzione dei principali mezzi di comunicazione come non accadeva da tempo.

A volte però non è facile comprendere il lessico specialistico legato al mondo della scuola, ad esempio cos’è un plesso scolastico? E cosa si intende per personale A.T.A.?

Esploriamo insieme questo vasto universo lessicale, procedendo per ambiti (tipi di scuola; organizzazione della scuola; persone; attività scolastiche e servizi).

TIPI DI SCUOLA

La scuola può essere:

pubblica → è la scuola gestita, finanziata e organizzata a livello statale o locale dalla pubblica amministrazione;

privata →  denominazione generica della scuola non pubblica, specialmente quella gestita da un ente privato ma non abilitata a rilasciare titoli legali;

pareggiata, parificata, paritaria →  gestita da un ente privato che rilascia titoli legalmente riconosciuti;

a tempo pieno →  prevede cinque giorni settimanali di scuola, la mensa tutti i giorni, la permanenza nel pomeriggio a scuola e l’assenza di compiti a casa  durante la settimana;

modulare, a modulo →  prevede cinque giorni settimanali di scuola, la mensa uno o due giorni a settimana, la permanenza a scuola in quei giorni fino alle 16 circa, i compiti a casa tranne nei pomeriggi in cui si resta a scuola;

serale → quella frequentata da chi lavora durante il giorno.

Per quanto riguarda l’organizzazione dei gradi della scuola in Italia (primaria, secondaria ecc.) vi rimando a questo articolo: https://aulalingue.scuola.zanichelli.it/benvenuti/2011/09/08/la-scuola-in-italia/

ORGANIZZAZIONE DELLA SCUOLA

Ecco alcune parole ed espressioni relative all’organizzazione interna della scuola:

MIUR → Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca

circolo didattico →  l’insieme di sedi scolastiche di uno stesso territorio comprendente la Scuola dell’Infanzia e la Scuola Primaria;

istituto comprensivo →  l’insieme di sedi scolastiche di uno stesso territorio comprendente la Scuola dell’Infanzia, la Scuola Primaria e Scuola Secondaria di 1° grado (a differenza del circolo didattico);

plesso scolastico → qualsiasi istituto scolastico, di insegnamento primario o secondario, con sede propria;

collegio docenti → l’insieme degli insegnanti appartenenti al circolo didattico, riuniti dal dirigente scolastico per proporre e decidere quanto necessario al buon funzionamento della scuola;

direzione didattica → centro dell’organizzazione dell’attività del circolo, di cui è responsabile il dirigente scolastico;

consiglio di classe o di interclasse → l’insieme dei genitori eletti quali rappresentanti di classe e degli insegnanti delle classi, riuniti per esaminare proposte, fornire indicazioni e riferire sulle attività delle classi.

PERSONE

dirigente scolastico o preside → è un dirigente della pubblica amministrazione  che si occupa di gestire, amministrare e coordinare le attività che si svolgono all’interno della scuola;

insegnante di ruolo → insegnante che ricopre nella pubblica amministrazione un posto fisso, ottenuto in seguito a concorso o al raggiungimento del punteggio necessario;

insegnante precario →  insegnante non di ruolo (a cui non è stata assegnata una cattedra) egualmente preparato sul piano professionale;

insegnante supplente → detto di insegnante che ne sostituisce temporaneamente un altro impedito a esercitare le proprie funzioni;

personale A.T.A. → (personale Amministrativo Tecnico Ausiliario) è costituito dal personale di segreteria (direttore amministrativo e collaboratori amministrativi) e dal personale scolastico presente nelle sedi, con mansioni di pulizia dei locali, assistenza, vigilanza;

rappresentante di classe → ha la funzione di rappresentare i genitori e viene eletto dai genitori della classe.

ATTIVITÀ e SERVIZI

programmazione didattica →  progetto organico che definisce gli obiettivi finali, intermedi e immediati dell’azione didattica e procede a costanti verifiche dei risultati conseguiti;

programma → piano di lavoro e di studi da realizzare entro un certo periodo scolastico;

pre-scuola →  nella scuola dell’obbligo, servizio di assistenza agli alunni che per motivi famigliari hanno la necessità di entrare a scuola prima dell’inizio delle lezioni;

post-scuola → nella scuola dell’obbligo, servizio di assistenza agli alunni che per motivi famigliari hanno la necessità di rimanere a scuola dopo la fine delle lezioni;

refezione → pasto di mezzogiorno.

Seleziona la risposta corretta fra quelle disponibili. Se rispondi bene, vedrai lo sfondo diventare di colore verde.

  1. Nella scuola modulare si pranza a scuola tutti i giorni.
    • vero
    • falso
  2. Il servizio di post-scuola garantisce l'assistenza degli alunni dopo la fine delle lezioni.
    • vero
    • falso
  3. Il rappresentante di classe viene eletto dagli insegnanti.
    • vero
    • falso
  4. L'insegnante precario ricopre un posto fisso.
    • vero
    • falso
  5. Un plesso scolastico è un qualsiasi istituto scolastico, di insegnamento primario o secondario, con sede propria.
    • vero
    • falso
  6. La scuola a tempo pieno prevede cinque giorni settimanali di scuola, la mensa tutti i giorni, la permanenza nel pomeriggio a scuola.
    • vero
    • falso
  7. La differenza tra circolo didattico e istituto comprensivo è che quest'ultimo comprende anche la Scuola Secondaria di 1° grado.
    • vero
    • falso
  8. Il personale A.T.A. è l'insieme degli insegnanti.
    • vero
    • falso
  9. Le scuole paritarie non rilasciano titoli legalmente riconosciuti.
    • vero
    • falso
  10. Il supplente sostituisce temporaneamente un altro insegnante.
    • vero
    • falso

Per la lezione

Prosegui la lettura

Commenti [13]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  1. Grazie Mille. IL vostro lavoro è eccellente.
    Distinti saluti dalla Colombia, Liliana Romero.

    • Zanichelli Avatar

      Cara Liliana, grazie per il tuo gentile commento.
      Un saluto e a presto
      Prof. Anna

  2. Bentornati anche voi e grazie ancora una volta per il ricco contenuto! Un abbraccio e vi saluto dal Brasile.

    • Zanichelli Avatar

      Caro Marcos, un abbraccio anche a te!
      Prof. Anna

  3. Grazie sono felice di avere letto questo articolo che è molto interessante.

  4. Bentornata, cara Prof. Anna.
    È molto interessante e un po’ complicato il lessico relativo alla scuola. Ho due domande da farle:
    -A volte, ascoltando i telegiornali della RAI, mi pare di aver sentito qualche notizia di questo tipo:” Domani, sabato, non apriranno le scuole, a causa del maltempo e dei nubifragi”. Aprono le scuole dell’obbligo anche il sabato?
    -Qual è l’orario delle scuole dell’obbligo in Italia? In Andalusia le scuole elementari aprono dalle 9:00 alle 14:00.
    Grazie mille e tanti saluti.

    • Zanichelli Avatar

      Caro Enrique, gli studenti che frequentano le scuole secondarie di primo grado (dagli 11 ai 14 anni) e le secondarie di secondo grado fanno lezione anche il sabato; la scuola dell’obbligo in Italia inizia a sei anni con la scuola primaria che può essere a tempo pieno (dalle 8:30 alle 16:30) o a modulo (dalle 8:30 alle 13 per tre giorni e due giorni fino alle 16:30), poi ci sono le scuole secondarie (primo e secondo grado) che prevedono lezioni solo di mattina (dalle 8:00 alle 13:00 circa).
      Un saluto e a presto
      Prof. Anna

  5. Sabine scrive:

    Gentile Prof. Anna, mi piacciono molto questi esercizi sul lessico. Grazie. Vorrei suggerire gentilmente di fare un esercizio simile sulle parole del giornale e dell’editoria. Grazie

    • Zanichelli Avatar

      Cara Sabine, grazie per il suggerimento.
      A presto
      Prof. Anna

  6. Nei tempi di pandemia moltissimo interessante ricevere contenuti come questo.

    Complementi.

  7. Gentile prof. Anna, Molto interessanti i contenuti col lessico delle scuole italiane. Mille grazie. María Cristina Bardi

    • Zanichelli Avatar

      Cara Maria Cristina, ben trovata!
      A presto
      Prof. Anna