Test 40 – di o da?

Prof. Anna
grammatica,   La lingua italiana,   Le preposizioni,   test

Cari lettori e care lettrici di Intercultura blog, questa settimana è dedicata al ripasso degli ultimi argomenti trattati sul blog.

Il primo esercizio è sull’uso delle preposizioni di e da.

Per ripassare questi argomenti potete leggere i seguenti articoli: https://aulalingue.scuola.zanichelli.it/benvenuti/2015/12/03/approfondimento-uso-della-preposizione-da/; https://aulalingue.scuola.zanichelli.it/benvenuti/2015/07/10/uso-della-preposizione-di-approfondimento/

Buon test! 😉

Prof. Anna

Seleziona la risposta corretta fra le opzioni disponibili. Al termine premi il pulsante "Correggi esercizio": vedrai le risposte giuste evidenziate in verde e quelle sbagliate in rosso.

1- Marco è un ragazzo venticinque anni, è ora che si comporti adulto. 2- Mi sono trasferito in una casa cento metri quadri, molto più grande di quella prima. 3- I miei genitori vorrebbero che sposassi un uomo buona famiglia. 4- Stasera andiamo tutti a cena Valentina, vieni anche tu? 5- Fare sparire il mio portafoglio è stato proprio uno scherzo cattivo gusto. 6- A pranzo non ho mangiato niente, ora non ci vedo più fame. 7- La mia famiglia è originaria Milano. 8- In cantina ho ritrovato la mia vecchia macchina scrivere. 9- Mio padre è un uomo nervi d'acciaio, non si scompone mai. 10- Luca mi ha regalato un bellissimo maglione lana.

Per la lezione

Prosegui la lettura

Commenti [25]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  1. Marta scrive:

    Cara Anna: Tanto le preposizione da come di esprimono origine/provenienza. Come se può sapere en che caso si usa l’una o l’altra?

    • Zanichelli Avatar

      Cara Marta, come dici giustamente tu, entrambe queste preposizioni richiamano a un’idea di ditacco, di origine, ma non c’è una regola che determina quando usare l’una o quando usare l’altra; sappiamo che con il verbo “essere”, se è seguito da un nome di una città, si usa “di”: “sono di Roma”, mentre con il verbo “venire” si usa “da”: “vengo da Roma”, ma in generale è necessario imparare quale preposizione è corretto usare prendendo in considerazione caso per caso, questo avviene attraverso l’esercizio, la pratica e anche l’errore, è per questo che l’uso delle preposizioni è uno degli argomenti più complessi per chi studia l’italiano.
      Un saluto e a presto
      Prof. Anna

  2. en escritura estoy muy mal

  3. ALEX scrive:

    pure io che essere albano finto italiano ho fatto tutto giusto codesto esercizio

  4. Angelica scrive:

    Questo indovinello credo che era un compito ma è stato bellissimo anche se era un pò difficile
    E stato bellissimo comun que ciaooo

  5. Nilda scrive:

    Cara Prof.Anna: devo ripasare le preposizione (di e da)…me piace molto questi esercizi…ma non sono molto facile..

    • Zanichelli Avatar

      Cara Nilda, benvenuta su Intercucltura blog!
      Un saluto e a presto
      Prof. Anna

  6. Ancora non ci riesco. Grazie

    • Zanichelli Avatar

      Cara Norma, continua ad esercitarti, vedrai che ci riuscirai.
      A presto
      Prof. Anna

      • Ciao Prof. Anna!

        Sono un puö scoraggiata . Ho capito che non potrö comprendere e parlare questa bella lingua a un nivello soddisfacente. Vedo dei film, ascolto anche il Notiziario. Mi ci vorrä ancora tempo.
        Grazie mille dell* opporttunitá d’imparare.

        • Zanichelli Avatar

          Cara Norma, non ti scoraggiare! Mi sembra, da come scrivi, che il tuo italiano sia buono e sono sicura che riuscirai presto a parlarlo a livello soddisfacente per te. Fai benissimo a guardare film e escoltare i notiziari in italiano, è un ottimo esercizio per il lessico e per la pronuncia.
          Un saluto e a presto

          Prof. Anna

  7. Rino scrive:

    Buon ritorno a tutti, specie alla nostra bravissima Prof.ssa Anna.

    …Resto sempre del parere che la macchina è per scrivere e non da scrivere.
    Cordiali saluti.

    • Zanichelli Avatar

      Bentornato caro Rino!
      A presto
      Prof. Anna

  8. Rino scrive:

    Esco di casa, ma esco dall’uovo, Esco di casa, ma esco dalla scuola.
    Ma come funziona questo italiano?:-)))

    • Zanichelli Avatar

      Caro Rino, “esco di casa” ma “esco da casa tua” (c’è un possessivo), “esco da scuola” ma “esco dalla scuola di ballo” (c’è un complemento di specificazione: “di ballo”).
      A presto
      Prof. Anna

  9. Rino scrive:

    Io esco di casa, è già mattino, villa Borghese sembra un giardino:-)

  10. Rino scrive:

    Esco dalla fattoria, dalla pizzeria, dal cinema, ma perché esco “DI” casa?

    • Zanichelli Avatar

      Caro Rino, il complemento di moto da luogo e quello di provenienza si esprimono correttamente tanto con la preposizione “da” quanto con la preposizione “di”. Una regola che fissi l’uso dell’una o dell’altra non c’è, ci sono però frasi dove la preposizione “di” è da preferire, come per esempio il generico “esco di casa” che significa “esco da casa (mia di solito)”, mentre se abbiamo un aggettivo possessivo o un complemento di specificazione useremo “da”: “esco da casa sua”, “esco da casa di Marco”.
      A presto
      Prof. Anna

  11. Rino scrive:

    10/10, ma i puristi scrivono:
    Macchina per scrivere:- Una finezza che alla Gen.ma Prof. sfugge?:-)))

    • Zanichelli Avatar

      Caro Rino, sono ugualmente corrette entrambe le espressioni ed entrambe significano: “macchina che serve a scrivere”.
      Un saluto
      Prof. Anna

  12. Test di ripasso purtroppo faccio ancora qualche errore, ma ce la farò. Questi esercizi sono ottimo.
    Grazie tante

    • Zanichelli Avatar

      Cara Norma, sono certa che andrà meglio.
      Un saluto e a presto
      Prof. Anna

  13. Giovanna scrive:

    Prof. Anna mi aiuti in un dilemma. Sono i preferiti di Babbo Natale o da Babbo Natale? (in riferimento a dei cioccolatini)

    • Zanichelli Avatar

      Cara Giovanna, sono corrette entrambe le soluzioni.
      A presto
      Prof. Anna