Uso della preposizione “per”

Prof. Anna
Complementi,   grammatica,   La lingua italiana,   Le preposizioni

Cari lettori e care lettrici di Intercultura blog, questa settimana approfondiremo i vari usi della preposizione per, vedremo quali sono i suoi significati e quali complementi  e proposizioni subordinate introduce.

Buona lettura!

Prof. Anna

La preposizione per riconduce a un’idea di attraversamento di uno spazio, reale o figurato, o a un’idea di tramite. Può introdurre complementi che hanno principalmente valore spaziale di attraversamento oppure che hanno valore modale, cioè determinano il modo in cui avviene l’azione espressa dal verbo.

COMPLEMENTI INTRODOTTI DA PER

moto per luogo→ indica il luogo attraverso cui ci si muove o si effettua un’azione: cammino per la strada;

moto a luogo→ indica il luogo verso cui ci si muove o è diretta un’azione: devo prendere l’autobus per la stazione; può indicare destinazione: c’è un regalo per te; oppure inclinazione, disposizione: ha una passione per la musica;

stato in luogo→ indica il luogo in cui avviene un’azione: non stare seduta per terra!;

tempo continuato→ indica per quanto tempo dura un’azione: ho lavorato per tutta la notte;

tempo determinato→ indica il momento in cui si verifica un’azione: ci vediamo per le nove;

mezzo→ indica la persona o la cosa per mezzo della quale avviene l’azione; ti ho spedito il pacco per posta;

causa→ indica il motivo per cui si compie l’azione: piangeva per la gioia;

fine→ indica il fine per cui si compie l’azione: sto studiando molto per questo esame;

vantaggio o svantaggio→ indica per chi o per che cosa si compie l’azione: se non vieni sarà peggio per te;

modo→ indica la maniera in cui avviene l’azione: preferirei che tu mi chiamassi per nome;

prezzo, stima, misura→ indica quanto è stimato o quanto costa qualcosa: ho comprato questi splendidi piatti per pochi soldi;

limitazione→ indica il limite, l’ambito entro cui vale ciò che si dice: per voi io ho sempre torto;

distributivo→ indica i rapporti numerici tra persone o cose: i bambini stanno in fila per due; vi dovete dividere per gruppi;

colpa, pena→ indica la colpa di cui qualcuno è accusato: lo condanneranno per furto;

sostituzione→ indica qualcuno o qualcosa che è al posto di un altro: hai capito una cosa per un’altra;

predicativo→ è un nome o un aggettivo che si riferisce al soggetto a all’oggetto e completa il significato del verbo: voglio prenderti per moglie;

PROPOSIZIONI SUBORDINATE INTRODOTTE DA PER

finale mi sto preparando per andare a scuola;

causale ti ringrazio per avermi difeso;

consecutivasei abbastanza grande per capire queste cose;

limitativaper essere usata, questa bicicletta costa troppo.

Seleziona la risposta corretta fra le opzioni disponibili. Al termine premi il pulsante "Correggi esercizio": vedrai le risposte giuste evidenziate in verde e quelle sbagliate in rosso.

1- Gli ho appena parlato telefono. 2- Vado palestra tutti i giorni. 3- Cammino due ore e ora sono stanco. 4- Ho camminato due ore e ora sono stanco. 5- L'appuntamento è otto. 6- Partiremo Roma domani sera. 7- Ho imparato memoria la canzone che hai scritto me. 8- Abbiamo litigato una sciochezza. 9- L'ho detto scherzo, non stare ansia! 10- Mi hanno scambiato nuovo capo, ma io sono solo un assistente.

Per la lezione

Prosegui la lettura

Commenti [24]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  1. Rino scrive:

    OK.!

  2. Ho un dubbio!!Si può dire per chi non lo sapesse

    • Zanichelli Avatar

      Cara Valeria, la frase che mi scrivi è corretta.
      A presto
      Prof. Anna

  3. Trissino scrive:

    Prof. Anna buongiorno,

    la frase “ha una passione per la musica” classificata come un complemento di moto a luogo potrebbe essere considerata anche un complemento di limitazione? Nel senso la passione e’ limitata alla musica, indicando “la musica” l’ambito entro cui vale cio’ che si dice.

    Cordiali saluti

    • Zanichelli Avatar

      Caro Trissino, la tua ipotesi è corretta.
      Un saluto
      Prof. Anna

  4. elena scrive:

    Cara professoressa Anna . Non so come ringraziarla per l’ottimo lavoro che ci propone. Sono una “già” insegnante d’italiano in Francia e mi diverto molto a dare una lunga occhiata ogni giovedi. Animo a quasi 78 anni un’attività presso persone del terzo età e raccomando loro di leggere le sue indicazioni . Mi permetto un abbraccio.

    • Zanichelli Avatar

      Cara Elena, benvenuta su Intercultura blog e grazie per il tuo gentile commento.
      Un abbraccio anche a te, a presto.
      Prof. Anna

  5. Nunzia scrive:

    Buonasera prof Anna…da quando sto seguendo questo blog sono migliorata molto in italiano, però ho sempre piccoli dubbi su come usare il congiuntivo e altre cose tipo:

    Quando si usa lì e là
    Oppure come si scrive : ed io o e io? Ad uscire a uscire?
    Il suo volto affioro’ nell’oscurità o dell’oscurità ?

    Tagliarlo a brandelli o in brandelli?

    Provo a parlarle ( riferito a una donna ) o parlargli?

    Con le cuffie alle orecchie o nelle orecchie. ?

    Una ragazza mi aveva chiesto se avessi una penna da prestarle o prestargli. ?

    Trascinandosi fino alla porta o fino la porta?

    Mi incitava a non farlo o di non farlo?

    Come se le fosse venuto una brutta cosa in mente o a mente?

    Il suono proveniva dalla porta nella quale/dalla quale entrava la figura possente di Anna.

    Anche quando parlava,ogni cosa che le uscisse di bocca/usciva di bocca si trasformava…

    In realtà era più vecchio di quanto mostrasse/mostrava

    Provo a parlarle/gli (riferito a una donna)

    La situazione divenne più assurda di quanto /quando già fosse

    Come se già sapesse che prima o poi mi avesse /avrebbe presa?

    Viveva con la paura per le violenze subitesi (l’ultima parola è corretta. ? )

    Almeno c’era qualcosa in cui aveva deciso di sua spontanea volontà, qualcosa che non gliel’aveva data per vinta. (È corretta questa frase. ? )

    Quello era il dono della quale mi aveva parlato Marco/ a cui si riferiva Marco?

    Degli spiragli di luce o dei spiragli. ..

    I gradini scricchiolavano sotto i piedi o sotto ai piedi

    Me lo avvolsi o lo avvolsi/me la immaginavo o la immaginavo. ?

    È corretto dire:
    Ho rotto un vaso a cui mamma teneva molto
    Erano domande a cui nessuno avrebbe potuto rispondere.

    Una relazione con Lisa non avrebbe mai funzionato o non avesse mai….

    Spero che mi aiuti professoressa…grazie in anticipo!

    • Zanichelli Avatar

      Cara Nunzia: sono corretti: “e io” e “a uscire”; “il suo volto affiorò dall’oscurità”; “tagliarlo a brandelli”; “provo a parlarle”; “con le cuffie nelle orecchie”; “una ragazza mi aveva chiesto se avessi una penna da prestarle”; “trascinandosi fino alla porta”; “mi incitava a non farlo”; “come se le fosse venuta una brutta cosa in mente”; “il suono proveniva dalla porta attraverso la quale entrava la figura possente di Anna”; “anche quando parlava, ogni cosa che le usciva di bocca si trasformava…”; “in realtà era più vecchio di quanto mostrasse/mostrava” (corrette entrambe); “provo a parlarle”; “la situazione divenne più assurda di quanto già fosse”; “come se già sapesse che prima o poi mi avrebbe presa”; “viveva con la paura per le violenze subite”; “almeno c’era qualcosa che aveva deciso di sua spontanea volontà, qualcosa che non gliel’aveva data per vinta (non capisco quest’ultima frase, prova a spiegarmi cosa vuoi dire);”quello era il dono di cui mi aveva parlato Marco/ a cui si riferiva Marco (entrambe corrette); “degli spiragli di luce”; ” gradini scricchiolavano sotto i piedi o sotto ai piedi” (corrette entrambe); “me lo avvolsi o lo avvolsi/me la immaginavo o la immaginavo” (tutte corrette); “ho rotto un vaso a cui mamma teneva molto”;
      “erano domande a cui nessuno avrebbe potuto rispondere”; “una relazione con Lisa non avrebbe mai funzionato”.
      Un saluto
      Prof. Anna

  6. Ema scrive:

    Salve!
    Prof.ssa Anna,
    penso che la domanda numero 10 c’è qualcosa che non va. credo che sia scorreta la risposta: “per il” ed anche quella “nel”…
    Grazie per l’atenzione.
    Ema

    • Zanichelli Avatar

      Cara Ema, hai ragione, l’articolo è ripetuto, ho corretto.
      Grazie per la segnalazione.
      A presto
      Prof. Anna

  7. kdela scrive:

    Cara Professoressa Anna
    nonostante e’ un soggetto abbastanza facile- ho avuto molti errori dell’esame.La ringrazierei se puo’ spiegare la differenza tra frazi 3 e 4
    Grazie, kdela

  8. O.K.
    Grazie

  9. kdela scrive:

    Ciao a tutti, La Professoressa Anna
    vorrei far osservazione- se si puo’
    c’e’ una domanda molto lunga qui- la domanda che compresa moltissime domande..
    allora- personalmente, non penso che La Professoressa “deve” rispondere a questa lunghissima domanda, ma siccome Lei sia molto gentile, ha risposto.
    Penso che c’e’ una misura ragionevole che ognuno di noi deve aver riguardo di cui.
    Spero che la mia osservazione sara’ pubblicata e tutti- anche la donna che hai scritto la domanda la leggeranno.
    Grazie, kdela

  10. Molto interessante questa ezercizio

    • Zanichelli Avatar

      Caro Pieter, benvenuto su Intercultura blog! Qui puoi trovare moltissimi esercizi su svariati argomenti.
      A presto
      Prof. Anna

  11. Giovanni scrive:

    Buongiorno Professoressa,

    mi chiedo se sia corretto anche l’uso della preposizione “PER” anziché “A” nella seguente frase.

    “Prima passo alla mostra sul Caravaggio e poi vado in Comune PER parlare con Antonio”.

    A mio avviso sì, perché risponde alla domanda: “Per fare cosa?”.

    Aspetto una sua eventuale conferma.

    Grazie in anticipo,
    Giovanni

    • Zanichelli Avatar

      Caro Giovanni, sono corrette entrambe le preposizioni.
      A presto
      Prof. Anna

  12. Si dice sono disponibile per fare questo lavoro oppure sono disponibile a fare iquesto lavoro?

    • Zanichelli Avatar

      Cara Giuliana, è corretto dire “sono disponibile a fare questo lavoro”.
      A presto
      Prof. Anna

  13. Tamara scrive:

    Salve prof. Anna,
    ho un dubbio. Qual’e’ la funzione della preposizione per nel seguente esempio? Complemento indiretto, tempo sospeso o dislocazione a sinistra?
    Per le ragazze di Roma ci troviamo in palestra (e non in palestra).
    Cordiali saluti

    • Zanichelli Avatar

      Cara Tamara, in questo caso “per” introduce un complemento di limitazione.
      A presto
      Prof. Anna