1° maggio: la Festa del lavoro

Prof. Anna
Civiltà,   Storia

Cari lettori e care lettrici di Intercultura blog, questa settimana, il 1°maggio, si celebra la Festa del lavoro o Festa dei lavoratori in Italia e in molti paesi nel mondo. Questa ricorrenza è una delle più sentite nel nostro Paese per questo mi sembra interessante ricordarne la storia nel mondo e in Italia.

Vi ricordo che, se ci sono parole che non conoscete, potete consultare il dizionario on-line: basta cliccare due volte sulla parola e si aprirà una piccola finestra, cliccando una volta su questa finestra apparirà il significato.

Buona lettura e buona Festa del lavoro!

Prof. Anna

La Festa del lavoro rappresenta una festività che annualmente si svolge per ricordare i traguardi raggiunti in campo economico e sociale dai lavoratori. Riconosciuta nella maggior parte delle nazioni nel mondo, la Festa del lavoro intende ricordare in particolare le battaglie operaie per la conquista di un diritto ben preciso: l’orario di lavoro quotidiano fissato in otto ore. Il 1° maggio nasce come momento di lotta internazionale di tutti i lavoratori, senza barriere geografiche, né tanto meno sociali, per affermare i propri diritti, per raggiungere obiettivi, per migliorare la propria condizione.
"Otto ore di lavoro, otto di svago, otto per dormire" fu la parola d’ordine, coniata in Australia nel 1855, e condivisa da gran parte del movimento sindacale organizzato del primo Novecento.

LE ORIGINI DEL 1°MAGGIO

Dal congresso dell’Associazione internazionale dei lavoratori – la Prima Internazionale – riunito a Ginevra nel settembre 1866, scaturì una proposta concreta: "otto ore come limite legale dell’attività lavorativa". A sviluppare un grande movimento di lotta sulla questione delle otto ore furono soprattutto le organizzazioni dei lavoratori statunitensi. Lo Stato dell’Illinois, nel 1866, approvò una legge che introduceva la giornata lavorativa di otto ore, ma con limitazioni tali da impedirne l’estesa ed effettiva applicazione. L’entrata in vigore della legge era stata fissata per il 1 maggio 1867 e per quel giorno venne organizzata a Chicago una grande manifestazione. Diecimila lavoratori diedero vita al più grande corteo mai visto per le strade della città americana.

 

LA DECISIONE
 
Il 1° maggio nasce il 20 luglio 1889, a Parigi. A lanciare l’idea è il congresso della Seconda Internazionale, riunito in quei giorni nella capitale francese.
Poi, quando si passa a decidere la data, la scelta cade sul 1° maggio. Una scelta simbolica: tre anni prima infatti, il 1 maggio 1886, una grande manifestazione operaia svoltasi a Chicago era stata repressa nel sangue.
Il 1 maggio 1886 cadeva di sabato, allora giornata lavorativa, ma in dodicimila fabbriche degli Stati Uniti 400 mila lavoratori incrociarono le braccia (=scioperarono). Tutto si svolse pacificamente, ma nei giorni successivi scioperi e manifestazioni proseguirono e nelle principali città industriali americane la tensione si fece sempre più acuta. Il lunedì la polizia fece fuoco contro i dimostranti radunati davanti ad una fabbrica provocando quattro morti. Per protesta fu indetta una manifestazione per il giorno dopo, durante la quale, mentre la polizia si avvicinava al palco degli oratori per interrompere il comizio, fu lanciata una bomba. I poliziotti aprirono il fuoco sulla folla. Alla fine si contarono otto morti e numerosi feriti. Il giorno dopo a Milwaukee la polizia sparò contro i manifestanti (operai polacchi) provocando nove vittime.
Il ricordo dei "martiri di Chicago" era diventato simbolo di lotta per le otto ore e riviveva nella giornata ad essa dedicata: il 1° maggio.
 
1°MAGGIO IN ITALIA
 
Anche in Italia da allora si celebra la Festa del lavoro . Quando però Mussolini arriva al potere proibisce la celebrazione del 1° maggio. Durante il fascismo la festa del lavoro viene spostata al 21 aprile, giorno del cosiddetto Natale di Roma, per poi essere riportata al 1°maggio dopo la fine del conflitto mondiale nel 1945.
Dal 1990 i sindacati confederali CCL, CISL e UIL in collaborazione con il comune di Roma organizzano un grande concerto per celebrare il 1° maggio, rivolto soprattutto ai giovani: si tiene in piazza San Giovanni, dal pomeriggio a tarda notte, con la partecipazione di molti gruppi musicali e cantanti, ed è seguito da centinaia di migliaia di persone, oltre a essere trasmesso in diretta televisiva dalla Rai.

Ora prova a rispondere alle seguenti domande:

1- Quale fondamentale conquista vuole ricordare la Festa dei lavoratori?

2- Dove e quando venne approvata la prima legge che stabiliva la giornata lavorativa di otto ore?

3- Quando venne deciso di celebrare la Festa del lavoro il 1°maggio?

4- Cosa successe il 1°maggio del 1886?

5- Cosa si intende con l’espressione "incrociare le braccia"?

6- Ci sono stati in Italia periodi in cui questa festa non si è celebrata?

7- Quale grande evento viene organizzato in Italia per celebrare il 1° maggio?

8- Nel vostro Paese d’origine si celebra la Festa del lavoro?

9- Voi cosa pensate di questa ricorrenza?

Per la lezione

Prosegui la lettura

Commenti [10]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  1. Grazie tante!
    Buona Festa del lavoro per tutti

  2. ?????? scrive:

    Complimenti e grazie

  3. Anita scrive:

    Cara Prof.ssa Anna,
    Grazie mille per dividere questo articolo molto importante ed interessante con noi tutti, perché ne sia così importante di dividere e ricordare come i fatti che sono successi nella seconda guerra mondiale. In questi due fatti sono stati le persone e gente brave e corregge che l’hanno fatto per nostri liberti. Non mai possiamo dimenticare, perché senza loro avremmo dovuto vivere in circostanze che nessuno vuole e può fare.
    Lei ringraziando, saluto cordialmente dal Olanda
    Anita

  4. Cati4 scrive:

    Carissima Anna, prima di tutto vorrei ringraziarti queste lezioni davvero molto utili ed interessanti. Mi aiuta tantissimo per comprendere meglio la grammatica italiana che é tanto diversa dalla nostra, da quella ungherese. Aspetto sempre, ogni settimana, con tanta ansia le nuove lezioni 🙂 Seguo il vostro sito ormai da tanti anni e trovo sempre qualche (anzi tante) novitá (almeno per me sono novitá).
    E adesso scusami, ma forse sbaglio io o forse manca una lettera in questa frase, magari un errore di dattilografia: “per questo mi sembra interessante ricordane (o ricordarne) la storia nel mondo e in Italia”.

    • Zanichelli Avatar

      Cara Cati4, grazie per la segnalazione, l’errore è stato corretto. Ti ringrazio anche per il tuo gentile commento.
      A presto
      Prof. Anna

  5. Cati4 scrive:

    Volevo dire che apetto sempre le lezioni con tanta eccitazione 😀

  6. Cati4 scrive:

    Cioé, aspetto 😀

  7. Gio scrive:

    Ulteriori informazioni sulla Festa del Lavoro potete trovarle su workersday.altervista.org

  8. Questo giorno può anche essere conosciuto come Festa del Lavoro o Giornata Internazionale dei Lavoratori.
    Ma porterei attenzione anche al fatto del perché è stata scelta la data del Primo Maggio.
    A riguardo lascio un appunto interessante: http://professioneoggi.altervista.org/festa-del-lavoro/

    Saluti.

    • Zanichelli Avatar

      Gentile Prof.ssa Zizza, grazie per l’interessante contributo.
      Un saluto
      Prof. Anna