Il testo regolativo

Prof. Anna
forme narrative,   La lingua italiana

Cari lettori e lettrici di Intercultura blog, oggi vedremo cos’è un testo regolativo e quali sono le caratteristiche che lo distinguono da altri tipi di testo.

Buona lettura!
Prof. Anna

Un testo regolativo è un testo che ha lo scopo di regolare il comportamento futuro proprio o altrui, dunque lo scopo di questo tipo di testo è:

fornire indicazioni

dare istruzioni

dare regole da seguire

I testi regolativi possono essere orali o scritti, alcuni esempi sono:

le istruzioni dei medicinali

le leggi

i manuali di istruzioni

le indicazioni per trovare la strada

le ricette di cucina

istruzioni per un esercizio in palestra

CARATTERISTICHE DEL TESTO REGOLATIVO

I due modi verbali spesso utilizzati in questo tipo di testo sono l’imperativo e il conguintivo esortativo.

A volte i comandi/consigli sono espressi all’infinito (es. Procedere con prudenza!).

Un testo regolativo è efficace quando permette al prorio destinatario di comprendere con chiarezza ciò che gli viene richiesto.

Osserva la tabella:

 

Cosa fornisce? Come si presenta? Come è scritto?

⇒istruzioni

⇒informazioni

⇒regole

⇒breve

⇒schematico

⇒con elenchi puntati

⇒il testo è chiaro e preciso

⇒i verbi sono all’imperativo, al congiuntivo esortativo o all’infinito

 

 Vediamo ora alcuni esempi:

istruzioni dei medicinali:

"prendete il farmaco a stomaco pieno; non superare le dosi indicate".

manuali di istruzioni:

"collegare il cavo all’apparecchio".

indicazioni stradali:

"prendi la prima strada a sinistra e poi gira a destra".

ricette di cucina:

"mescolate gli ingrendienti e aggiungete un po’ di sale".

istruzioni per un esercizio in palestra:

"distesa sulla schiena, solleva il ginocchio destro e poi il sinistro".

leggi:

Art. 30 "È dovere e diritto dei genitori mantenere, istruire ed educare i figli…"

Ora vi propongo una ricetta, questo può essere considerato un testo regolativo, in quando fornisce istruzioni precise.

PASTA AL PESTO

PER 4 PERSONE

INGREDIENTI:

350 gr di spaghetti, trofie, linguine o la pasta che preferisci.

2 patate medie

50 gr di fagiolini

PER IL PESTO:

2 mazzetti di basilico

2 spicchi d’aglio

25 gr di formaggio pecorino

25 gr di formaggio parmigiano

25 gr di pinoli già sgusciati

1/2 bicchiere di olio d’oliva

1 pizzico di sale

PREPARAZIONE

Per fare il pesto: lava e asciuga le foglioline di basilico. Sbuccia gli spicchi di aglio.

Prendi un frullatore, versa l’olio di oliva e aggiungi i pinoli, il basilico, l’aglio e un pizzico di sale; frulla a media velocità per poco tempo. Aggiungi i due formaggi grattugiati e frulla ancora. Il pesto è pronto.

Poi fai bollire insieme alla pasta le patate tagliate a tocchetti e i fagiolini in una pentola con abbondante acqua salata.

Scola tutto e condiscilo con il pesto, aggiungi ancora del parmigiano.

Buon appetito!

In questa ricetta abbiamo visto l’uso del modo imperativo ma è possibile usare anche il congiuntivo esortativo o l’infinito.

Prova tu a scrivere una ricetta tipica del tuo paese usando il modo verbale più adeguato.

Seleziona la risposta corretta fra quelle disponibili. Se rispondi bene, vedrai lo sfondo diventare di colore verde.

  1. Il seguente testo è regolativo? "Ieri sera il Presidente ha parlato a lungo delle conseguenze della crisi economica."
    • no
  2. Il seguente testo è regolativo? "Tieni spento il cellulare al cinema per non disturbare la proiezione del film."
    • no
  3. Il seguente testo è regolativo? "Vietato parcheggiare sulle strisce pedonali."
    • no
  4. Il seguente testo è regolativo? "Ogni anno aumenta il numero degli animali abbandonati durante le vacanza estive."
    • no
  5. Il seguente testo è regolativo? "Prendi l'autostrada e segui le indicazioni per Roma."
    • no
  6. Il seguente testo è regolativo? "Assumere il farmaco due volte al giorno, lontano dai pasti."
    • no
  7. Il seguente testo è regolativo? "Il sindaco vorrebbe aprire una nuova biblioteca in città."
    • no
  8. Il seguente testo è regolativo? "Completa le frasi con gli avverbi di tempo adeguati."
    • no
  9. Il seguente testo è regolativo? "Vorrei un bicchiere di vino per favore."
    • no
  10. Il seguente testo è regolativo? "Inserire le batterie e premere il pulsante di accensione."
    • no

Per la lezione

Prosegui la lettura

Commenti [64]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  1. Cate54 scrive:

    Ciao Anna!
    Una semplice domanda, ma per me non é cosí semplice.
    Si tratta della costruzione invasa, e poi dopo la particella interrogativa perché.
    Qual é giusto?
    Parla italiano la signora?
    Parla la signora italiano?

    Vuole una limonata il ragazzo?
    Vuole il ragazzo una limonata?

    Studia italiano Anna da due anni?
    Studia Anna italiano da due anni?

    Perché studia Anna l’italiano?
    Perché Anna studia italiano?

    Da quando studia italiano Anna?
    Da quando studia Anna l’italiano?

    Sono un po’ confusa :((

    Grazie!
    Cate54

    • Zanichelli Avatar

      Cara Cate, per non confonderti ti consiglio di mettere sempre al primo posto il soggetto, poi il verbo e il complemento:
      La signora parla italiano?
      Il ragazzo vuole una limonata?
      Anna studia italiano da due anni?
      Perchè Anna studia l’italiano?
      Da quanto Anna studia l’italiano?
      Un saluto
      Prof. Anna

  2. Cate54 scrive:

    Cara Anna,
    grazie della tua risposta, ma io sono una persona forse troppo curiosa :)) e vorrei avere una risposta precisissima alle mie domande.
    E vorrei sapere proprio quello che ti ho chiesto,
    perché vorrei imparare anche come funziona la costruzione invasa.
    Purtroppo nei libri di grammatica hon ho trovato la risposta alla mia domanda.
    Grazie della tua pazienza!
    E poi tanti complimenti per questo sito!
    Ho trovato tante cose molto interessanti,
    utili per noi stranieri.
    Buona giornata!
    Cate54

    • Zanichelli Avatar

      Cara Cate, non ho capito bene la tua domanda, forse tu intendi la costruzione inversa?
      Forse intendi la costruzione della frase con il soggetto alla fine: parla italiano la signora? Vuole una limonata il ragazzo? Studia italiano da due anni Anna? Perchè studia l’italiano Anna? Da quanto studia italiano Anna?
      Come vedi in queste frasi il soggetto è sempre l’ultimo elemento della frase. Spero di aver capito la domanda questa volta, se hai ancora dubbi non esitare a scrivermi di nuovo.
      un saluto
      Prof. Anna

  3. Cate54 scrive:

    Mamma mia che stupida che sono! 🙂
    Sono stata un po’ distratta nel scrivere invasa
    invece di inversa, anche se ho riletto il testo
    almeno tre volte e non me ne sono accorta 🙂
    Ma va be’, succede a volte a noi stranieri
    di sbagliare la parola 🙂
    Ma tu mi hai capito lo stesso. Grazie!
    Vorrei ancora sapere dopo “perché?” com’é
    la costruzione della frase?

    Perché studia italiano Anna? oppure
    Perché Anna studia italiano?

    Perché non é venuto Carlo?
    Perché Carlo non é venuto?

    Perché non mangia Carlo?
    Perché Carlo non mangia?

    E poi altre domande, qual é giusto?
    Dov’é pizza San Marco?
    Dov’é la piazza San Marco?

    Si scrive con la maiuscola o con la minuscola?
    la basilica di San Pietro
    la Basilica di San Pietro

    Per ora solo queste domande.
    Buona giornata!
    Cate54
    (Rileggo un altra volta 🙂

  4. sara scrive:

    Carissima Cate, scusa se mi intrometto nel dialogo fra te e la prof.ssa Anna. Mi sembra di capire che tu parli bene l’inglese o comunque una lingua in cui esistono regole grammaticali ben precise per la forma affermativa, quella negativa e quella interrogativa (che voi avete chiamato “inversa”, quella col punto di domanda per capirci).
    L’italiano non è una lingua così rigida come l’inglese, infatti non c’è un ordine fisso per mettere le parole e la struttura della frase può cambiare. Nei tuoi esempi:
    Perchè Carlo non è venuto?
    Perchè non è venuto Carlo?
    Entrambe le forme sono corrette! A volte chi parla sceglie una di queste due forme perché vuole dare un rilievo diverso all’ultima parola, che di solito è quella più importante perchè rimane più impressa al lettore.
    Non so se sono riuscita a spiegarmi.
    Spero di aver risposto alla tua domanda 🙂
    Ciao ciao!
    sara

  5. be fa sempre piacere imparare qualcosa

  6. migotka scrive:

    Ciao. Sono molto felice che ho trovato questo blog. Vorrei parlare italiano bene ma c’e lo purtroppo problemi. Leggo i libri al alta voce e spero che mi aiutano. Non c’e’ lo molte ocasione per discutere in italiano e poi sofro di sociofobia. Volevo solamente scrivere che mi piace tantissimo questo blog ed e’ molto utile. Non ho letto troppo ma intendo.
    Un saluto :))

    • Zanichelli Avatar

      Cara Monia, benvenuta su Intercultura blog, puoi scrivermi quando vuoi per espormi i tuoi dubbi o semplicemente per fare due chiacchere in italiano!
      A presto
      Prof. Anna

  7. Luna scrive:

    è difficile per me non riesco a capire…mi farebbe comodo qualche esempio!
    grazie

  8. sofia scrive:

    ciao io sono in prima media e nn so nulla di questa roba ma volevo sapere:-la mia prof mi dice di fare un testo regolativo,quindi mi posso inventare anche 1 ricetta giusto?:)

    • Zanichelli Avatar

      Cara Sofia, è giusto, anche le ricette di cucina sono testi regolativi.
      Un saluto
      Prof. Anna

  9. Maria scrive:

    prof Anna
    devo scrivere un tema su un testo regolativo questa e la seguente consegna: scrivi un testo regolativo in cui suggerisci quelli che secondo te dovrebbero essere i comportamenti da assumere sia da parte dei docenti sia degli alunni per un sereno e coretto svolgimento delle attività.
    La prego mi aiuti?

    • Zanichelli Avatar

      Cara Maria, purtroppo un tema è qualcosa di personale, non posso quindi aiutarti sui contenuti, mi sembra comunque un argomento molto interessante che ti permetterà di esprimere il tuo parere in maniera costruttiva; ti consiglio di seguire i suggerimenti che trovi nell’articolo sul testo regolativo, l’articolo ti suggerisce infatti quali tempi verbali usare e come strutturare un testo di questo tipo.
      A presto
      Prof. Anna

  10. Maria scrive:

    prof anna dov’è ho bisogno subito di lei mi risponga al commento che li ho scritto perfavore

  11. sara scrive:

    vorrei sapere se nel testo regolaltivo ci deve essere: un’introduzione ;
    lo svolgimento con regole e spiegazione regole;
    la conclusione ;

    • Zanichelli Avatar

      Cara Sara, il testo regolativo serve per dare indicazioni precise, quindi è fondamentale che contenga le indicazioni o regole e che queste siano chiare e precise, non è necessaria un’introduzione o una conclusione, dipende comunque dal che ti po di testo regolativo devi scrivere.
      A presto
      Prof. Anna

  12. emanuela scrive:

    che centra la ricetta del pesto?

  13. emanuela scrive:

    è chiaro.che centra la ricetta del pesto?

    • Zanichelli Avatar

      Cara Emanuela, le ricette sono testi regolativi.
      Un saluto
      Prof. Anna

  14. vivla scrive:

    A proposito di ricette, ma i nomi dei formaggi si scrivono in maiuscolo o minuscolo? Ogni tanto trovo scritto Parmigiano a volte parmigiano; stessa cosa con il Grana, mentre mozzarella è sempre minuscolo… aiuto

    • Zanichelli Avatar

      Cara Vivla, “Parmigiano” o “Grana” si scrivono maiuscoli perché sono i “nomi propri” di questi formaggi, mentre “mozzarella” o “pecorino” si scrivono minuscoli perché indicano il tipo di formaggio e non la loro propria denominazione.
      A presto
      Prof. Anna

  15. menna scrive:

    Cara Anna,
    mi congratulo con lei per il suo ottimo blog perché ho trovato molte informazioni che mi servivano. Vorrei domandarle una domanda, in realtà è per una mia compagna, che purtroppo ha un problema con le doppie e che non riconosce le parole con le doppie e le parole senza.
    Distinti saluti
    Prof.essa Anna

    • Zanichelli Avatar

      Cara Menna, grazie per la tua gentilezza. Potresti proporre alla tua amica di leggere l’articolo sul nostro blog “le doppie” e di fare molti esercizi di lettura e scrittura, in questo modo piano piano riuscirà a riconoscere le parole con le doppie e a scriverle e pronunciarle correttamente.
      Un saluto
      Prof. Anna

  16. pr ana.. scrive:

    Prof. ANNA scusa se ti disturbo ho solo otto anni vado dunque in 3a vorresti dirmi se ti interesso io?????????????’ te lo chiedo perche sono ou po piccola forse… aspetto la tua risposta
    PR ANA..
    entro sta sera spero o entro lunedi 13 o 14 ottobre grazie ripeto
    PR ANA..

  17. pr ana.. scrive:

    sono troppo piccola???????????????????????????????????????????

    allora ti aspetto ha ha ha
    PR ANA..

  18. pr ana.. scrive:

    Cara ANNA mi puo consigliare qualcosa che riguardi [le doppie] e qualcosa sui [testi regolativi]
    UN SALUTO

    pr ana..

    • Zanichelli Avatar

      Cara lettrice, puoi provare a consultare in libreria alcune grammatiche italiane e scegliere quella che sembra più adatta a te; sicuramente questi argomenti vengono trattati.
      A presto
      Prof. Anna

  19. pr ana.. scrive:

    grazie mille

  20. pr ana.. scrive:

    Cara anna mi piace tanto questo blog perche a delle parole tanto utili per capire il testo regolativo…
    Approposito mi consigli qualcosa per il testo narrativo?
    o regolativo?
    UN SALUTO

    PR ANA..

  21. pr ana.. scrive:

    mi proporri qualcosa sulle doppie leggo tanti libri di 200 e avvolte pure 600 pagine ma faccio ancora tanti errori grazie…
    A presto

    PR ANA..

    • Zanichelli Avatar

      Cara Ana, ti consiglio solo di continuare a leggere, in tutti i testi in italiano troverai delle doppie, vedrei che col tempo migliorerai.
      Un saluto
      Prof. Anna

  22. pr ana.. scrive:

    Grazie io da quando avevo 4 o 3 anni leggevo e con i tuoi consigli c’elho fatta sei conetenta pr.ana

    GRAZIE

  23. Federica scrive:

    Cara proff.Anna vorrei avere un esempio di un testo regolativo.Devo prepararmi per un esame !

    • Zanichelli Avatar

      Cara Federica, la ricetta che trovi in questo articolo è un esempio si testo regolativo.
      Un saluto
      Prof. Anna

  24. pr ana.. scrive:

    mi dai un aiuto che fra poco ho un esame ma non ho capito come funziona mi potresti spiegare?

    GRAZIE PR ANA..

    • Zanichelli Avatar

      Cara lettrice, che cosa non ti è chiaro? Cerca di farmi una domanda più specifica.
      A presto
      Prof. Anna

  25. shon scrive:

    noo ma bello =)

  26. pr ana.. scrive:

    grazie per avermi rosposto ma non mi è chiaro tipo eh…. non so come dire eh tipo… a ecco tipo
    parla cinese il vecchietto,
    il vecchietto parla cinese.

    io studio adesso,
    io adesso studio.

    E COSE COSI mi puoi dare un consiglio?
    grazie pr ana.
    ciao buona sera e cerca di rispondermi il piu veloce possibi le grazie………..

    • Zanichelli Avatar

      Cara Pr Ana, di solito in italiano la costruzione della frase è: soggetto+verbo+complemento = il vecchietto parla cinese; ma non è scorretta la costruzione “parla cinese il vecchietto”, questa costruzione rende la frase un po’ più enfatica.
      A presto
      Prof. Anna

  27. pr ana.. scrive:

    ti prego sbrigati

  28. pr ana.. scrive:

    oggi è un giorno nuovo dunque mi puoi dare l’aiuto che ti ho detto
    ieri (domenica 21 aprile alle ore 19:9) ti prego giovedi ho l’asame ti prego ti supplico

    FIRMA

    pr ana..

  29. pr ana.. scrive:

    grazie mille ma ho sbagliato la data dell’esame l’ho appena fatto ed è andato benissimo con i tuoi consigli sto andando avanti benissimo ci sentiamo oggi o domani può essere anche tra una settimana o un mese ma penso che presto ci sentiremo ciao buona giornata.

    a e comunque mi piace parlare con te sei molto severa e divertente grazie per tutto quello che mi hai fatto e spiegato ciao…….

  30. pr ana.. scrive:

    ciao prof,
    io vorrei sapere una parte del testo regolativo perche non ho ancora capito tanto bene.
    Quanto fa una cinesina+2=

    risposta

    • Zanichelli Avatar

      Caro lettore, non ho capito bene la tua domanda, prova a spiegarti meglio.
      Un saluto
      Prof. Anna

  31. tissi scrive:

    buongiorno prof anna io faccio la prima superiore ma in italiano nn cci capisco più di tanto, nn so cosa seguiree nei temi e come scrivere, lo so è più saper ordinaare le tue frasi…e metterle al posto giusto coordinatamente ma… ho sempre preso 5 e infatti mi hanno rimandato a settembre… per favore mi dia un suggerimento breve, ma ke nutra il mil cervello…
    Grazie

    • Zanichelli Avatar

      Cara Tissi, quando scrivi un tema ti consiglio di fare frasi brevi e il più semplici possibili; prima è consigliabile fare una scaletta degli argomenti che intendi trattare, in modo che abbiano tra di loro una connessione logica coerente. Sono certa che con un po’ di esercizio vedrai presto dei miglioramenti.
      A presto
      Prof. Anna

  32. Sasyes scrive:

    Cara Prof,sono una studentessa frequentante il primo anno liceale…domani avrò una verifica sul testo regolativo e onestamente leggendo e rileggendo attentamento non riesco a capire come scriverlo…Vorrei un esempio fatto da lei se è possibile entro oggi perchè il test è per domani.
    Grazie in anticipo.
    Sasyes

  33. Mary scrive:

    Ma un testo espositivo al passato come lo posso fare

    • Zanichelli Avatar

      Cara Mary, non so se ho capito bene la tua domanda, ma per esprimere azioni al passato in un testo espositivo dovrai usare verbi al passato.
      Un saluto
      Prof. Anna

  34. babaman scrive:

    mi faresti un testo regolativo per favore di una pagina

    • Zanichelli Avatar

      Caro Babaman, prova tu a scrivere il testo e se vuoi puoi mandarmelo in modo che io possa corregerlo.
      A presto
      Prof. Anna

  35. Molto utile, grazie per questo articolo

    • Zanichelli Avatar

      Caro Lamberto, grazie a te per il tuo commento.
      A presto
      Prof. Anna

  36. Dan scrive:

    Grazie mille prof.Anna mi ha aiutato veramente a capire i testi regolativi perche ero un po scarsino prima….Grazia

  37. ekram scrive:

    è facilissimo hahahhaha amo sti esercizi
    un bacino a tutti auguro a tuutti di far5e sti esercizi per bene

  38. aisha scrive:

    e stato divertente

    • Zanichelli Avatar

      Cara Aisha, benvenuta su Intercultura blog!
      A presto
      Prof. Anna

  39. gioele scrive:

    è un buon sito ti spiega bene e puoi esercitarti

    • Zanichelli Avatar

      Caro Gioele, benvenuto su Intercultura blog!
      A presto
      Prof. Anna

  40. Pier scrive:

    Buona sera Anna!
    Sono uno chef ed insegnante di cucina; premesso questo ho due commenti: ottima la spiegazione iniziale un po’ meno corretto l’esempio della ricetta.
    “Prendi un frullatore, versa l’olio di oliva e aggiungi i pinoli, il basilico, l’aglio e un pizzico di sale; frulla a media velocità per poco tempo. Aggiungi i due formaggi grattugiati e frulla ancora. Il pesto è pronto”. Diventerà: ” Frulla a media velocità per poco tempo -(il “come” è meglio indicarlo prima)- l’olio, il basilico, l’aglio ed il sale, Incorpora i formaggi -(è inutile ripetere che sono due e grattugiati: sono già descritti negli ingredienti)- e frulla -(spiegare il risultato da ottenere)- il tempo necessario per rendere omogeneo il pesto.
    Scusa se mi sono permesso questo intervento, ma ho appena svolto una lezione in classe portando ad esempio la classica ricetta scritta per casalinghe, che non prevede la conoscenza o l’utilizzo del testo regolativo, dedicato esclusivamente alle ricette più professionali che prevedono ulteriori e precise regole.
    Commento personale a parte, vorrei la tua approvazione per riproporre in classe questa lezione ; non sono l’insegnante di italiano e la tua non comune dote di sintesi e chiarezza faciliterebbe MOLTISSIMO l’apprendimento dei miei ragazzi.
    Resto in attesa e cordialmente ti saluto
    Pier

    • Zanichelli Avatar

      Caro Pier, ti ringrazio per il contributo. Puoi sicuramente riproporre nella tua classe questa lezione, spero anzi che possa esserti utile.
      Un saluto e a presto
      Prof. Anna

  41. Cristina scrive:

    ciao! userò le info che avete scritto nella mia tei.Può dirmmi il suo nome completo? avrei bisogno del nome completo èerche devo menzionare chi ha detto alcune info. grazie

    • Zanichelli Avatar

      Cara Cristina, ti mando queste informazioni in privato se mi scrivi il tuo indirizzo mail.
      Mi interesserebbe sapere anche qual è l’argomento della tua tesi.
      A presto
      Prof. Anna