Le parole straniere che potremmo dire in italiano

Prof. Anna
La lingua italiana,   Lessico

Care lettrici e cari lettori di Intercultura blog, la lingua italiana ha sempre accolto nel suo vocabolario parole straniere, questo fenomeno è utile quando si tratta di termini che non hanno un corrispettivo in italiano e che quindi non sono traducibili in maniera efficace, quando invece il termine italiano esiste è consigliabile preferire quest’ultimo.

Oggi vi progongo una lista di termini stranieri (tratta da: http://libreriamo.it/scuola/lingua-italiana/lingua-italiana-le-50-parole-straniere-che-potremmo-benissimo-dire-in-italiano/) usati ormai sempre più frequentemente e accanto il corrispettivo italiano che può essere usato.

Buona lettura!

Prof. Anna

L’articolo che segue è tratto da:http://libreriamo.it/scuola/lingua-italiana/lingua-italiana-le-50-parole-straniere-che-potremmo-benissimo-dire-in-italiano/

Nel linguaggio comune, imperversano neologismi e termini stranieri che man mano stanno sopravanzando nella frequenza d’utilizzo i corrispettivi vocaboli italiani. Se alcune parole come “marketing”, “sport”, “rock”, “browser”, “smog” non trovano un corrispondente efficace nella nostra lingua, ci sono altri termini come ‘workshop’, ‘abstract’, ‘fashion’, ‘light’ di cui ptoremmo far benissimo a meno, utilizzando i loro corrispettivi italiani ‘seminario’, ‘riassunto’, ‘moda’, ‘leggero’. I nostri stessi lettori, spesso, ci fanno notare spesso che preferiscono essere definiti ‘amanti dei libri’ piuttosto che ‘booklovers’.

 

Vi proponiamo una serie di termini stranieri di cui potremmo benissimo fare a meno, in quanto “doppioni”di vocaboli italiani. […]

ABSTRACT                           =  RIASSUNTO

APPEAL                                 =  ATTRATTIVA, ATTRAZIONE

AUDIENCE                           =  PUBBLICO

BIG                                         =  GRANDE

BOSS                                      =  CAPO

BRAND                                  =  MARCA

BREAK                                  =  PAUSA

BUSINESS                             =  AFFARI

BUYER                                  =  COMPRATORE

CASH                                     =  CONTANTI

COACH                                 =  ALLENATORE

COMMUNITY                      =  COMUNITA’

COPYRIGHT                        =  DIRITTO D’AUTORE

DISPLAY                               =  SCHERMO

FASHION                              =  MODA

FLOP                                     =  FIASCO

FOOD                                    =  CIBO

GOSSIP                                 =  PETTEGOLEZZO

HOTEL                                 =  ALBERGO

JOBS ACT                            =  LEGGE SUL LAVORO

LIGHT                                  =  LEGGERO

MAKE UP                            =  TRUCCO

MASTER                              =  SPECIALIZZAZIONE

MATCH                                =  PARTITA

MEETING                            =  RIUNIONE

MISSION                             =  MISSIONE

NEWS                                  =  NOTIZIE

OPEN                                   =  APERTO

PARTNER                            =  COMPAGNO (SOCIO a seconda del contesto)

PARTY                                 =  FESTA

PREMIER                            =  PRIMO MINISTRO

RELAX                                =  RIPOSO

TREND                                =  TENDENZA

SHOW                                  =  SPETTACOLO

SNACK                               =  SPUNTINO

STAFF                                 =  PERSONALE

TEENAGER                       =  ADOLESCENTE

TEAM                                 =  SQUADRA

TICKET                              =  BIGLIETTO

WEEKEND                        =  FINE SETTIMANA

Nell’esercizio che segue dovrete inserire il corrispettivo italiano del termine inglese tra parentesi, dove è necessario anche l’articolo corretto.

 

Completa il testo inserendo le parole mancanti negli spazi vuoti. Al termine premi il pulsante "Correggi esercizio" per controllare se hai risposto correttamente.

1- Il nuovo film è stato un (flop) colossale. 2- Sono stanca, facciamo (un break) . 3- Tutto (lo staff) è a vostra disposizione. 4- Il nuovo (premier) francese è in visita in Italia. 5- Vorrei che voi lavoraste in (team) per realizzare questo progetto. 6- Abbiamo organizzato (un meeting) per discutere sul da farsi. 7- Lo (show) è cominciato con due ore di ritardo. 8- Io e il mio (partner) ci sposeremo il mese prossimo. 9- Fare tutti questi (snack) ti farà ingrassare. 10- C'è grande attesa per (il match) di stasera, i tifosi hanno già invaso la città.

Per la lezione

Prosegui la lettura

Commenti [28]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  1. kdela scrive:

    Grazie mille Cara Professoressa Anna,
    questo argomento e’ molto interessante e aiuta della promozione della lingua italiana (che secondo me,e’ molto molto bella,piuttosto piu’ modesta delle altre lingue).
    Grazie ancora
    kdela

  2. Lucia scrive:

    Mi chiedo, e chiedo agli Italiani in Italia, perché usare l’inglese se l’equivalente esiste in Italiano —— ed in più, e` anche più bello. Snack, show, team, party…..non si finisce più! Ma perché? La nostra e` la bella lingua. Usiamola al massimo! Sono professoressa liceale d’italiano negli Stati Uniti; i miei alunni imparano SPUNTINO, SPETTACOLO, SQUADRA, FESTA….

    • Mien scrive:

      Sono completamente d’ accorda, ma devo studiare ancora molto.
      Mien

      • Zanichelli Avatar

        Cara Mien, è corretto dire “sono completamente d’accordo”.
        Un saluto e a presto
        Prof. Anna

  3. M hamed scrive:

    Vostro corso e bonno
    Speriamo al futuro di fare piu di ecercisio
    Saluti

    • Zanichelli Avatar

      Caro Mhammed, benvenuto su Intercultura blog! Se hai dubbi o domande, non esitare a scrivermi.
      A presto
      Prof. Anna

  4. M hamed scrive:

    Mi piace molto di faremo un corso con una video
    Per ascoltare e rispondere con la voce
    Grazzie

  5. Rino scrive:

    Mi sono impressionato quando ho corretto l’esercizio, era tutto rosso, mi sono chiesto cosa fosse accaduto, per fortuna nulla, avevo incominciato le risposte con la prima lettera maiuscola.:-)
    Che ridere!!!
    Grazie mille per i riferimenti grammaticali Prof..

  6. Cara Prof. Anna! Molto appropriato questo tema; una volta che oggi le parole straniere fanno parte del vocabolario di tutto il mondo, specialmente con la globalizzazione. Penso che sia come la lingua franca, uno strumento de comunicazione. Grazie per l’attenzione. Elena Autieri.

  7. Enrique scrive:

    L’invasione degli anglicismi è un argomento assai interessante e preoccupante. Penso che nella lingua italiana è di moda dire tante parole inglesi, pur avendo le corrispondenti -e più belle!- italiane. Per me la colpa è della stampa, della TV e dei politici, che preferiscono dire gli anglicismi. Non riesco a capirlo, e neanche riesco a capire perché non c’è l’opportuno rimprovero dell’Accademia della Crusca. È veramente incredibile l’enorme quantità di parole inglesi que sono entrate nella lingua italiana. Per carità, cari italiani, fate presto per salvare la bella lingua italiana!

  8. Enrique scrive:

    Scusi, cara professoressa Anna, nel mio commento precedente ho scritto “…que sono entrate” invece di “…che sono entrate”. Pensavo in spagnolo e ho fatto l’errore. E poi, rileggendo il suo articolo ho scoperto che devo dire “i corrispettivi termini” invece di “i corrispondenti termini”.
    Grazie mille e tanti saluti.

    • Zanichelli Avatar

      Caro Enrique, è corretto anche dire “termini corrispondenti”, mentre non è corretto “dire anglicismi” ma si dice “usare anglicismi”.
      A presto
      Prof. Anna

      • Enrique scrive:

        Grazie tante per le correzioni, Prof. Anna
        Cordiali saluti.

  9. Anita scrive:

    Cara Prof.ssa Anna,
    Questa volta ho commesso 2 errori con le frase 6 e 7. Dopo aver visto ie soluzioni li ho capito. Nel frattempo ho fatto alcuni “downloads” da dirne in inglese ( in ollandese abbiamo anche da fare con questo fenomeno e sembra oppure l’olandese non essisterà in alcuni anni ancora di più, sopratutto quando parlano le gente chi trovano la moda da dirne anche con il accento americano.
    Anche nel frattempo ho subito un esame grande occhiale nel ospedale e dev’essere operato agli miei due occhi sinistro e destro. I miei lensi viene cambiati per lensi artificiali. Oggi ricevo gocce anastatiche negli occhi, invece di un anastetico generale, oppure di una locale e non sento niente della intervenzione. Anche vengo portata in taxi alla casa mia e 6 m settimane dopo è l’altro occhio al turno. Prima lasciarlo affondare e chiederò alcune cose agli esperti e al mio assucerazione e poi farò l’appuntamento, perché voglio evitare il periodo delle vacanze anche. Ma spero anche avere questa avventura presto possibile dietro di me. Infine non è senza risci. Anche ho raccontato questa storia alla mia aiuta casolare italiana. Dalla organisazione dell aiuta casolare sono stata accompagnata nel ospitale e a casa con una macchina, perché ho ottenuto le gocce per ingrandire le pupille da cui non ho visto molto di più per alcune ore. Questo è anche un’avventura. Spero e credo di passarla bene e Lei rimanerò sul alto con saluti cordiali
    Anita dal Olanda

    • Zanichelli Avatar

      Cara Anita, complimenti per il risultato!
      Ti faccio tanti auguri per la tua salute e spero che tu possa rimetterti dalle operazioni il più presto possibile.
      Una correzione: non si dice “aiuto casolare”, ma “collaboratrice domestica”.
      A presto
      Prof. Anna

  10. Viola scrive:

    Buongiorno, ho il dubbio se sia corretta questa frase: “Fino a che punto la tecnica umana, l’intervento della mano dell’uomo possono essere giusti?” Il verbo “potere” va al singolare o al plurale? È corretta la posizione della virgola?
    Grazie!

    • Zanichelli Avatar

      Cara Viola, quando abbiamo più soggetti singolari collegati per asindeto (con una virgola) il verbo sarà al plurale.
      Un saluto
      Prof. Anna

    • Zanichelli Avatar

      Cara Viola, quando abbiamo più soggetti singolari collegati per asindeto (con una virgola) il verbo sarà al plurale.
      Un saluto
      Prof. Anna

    • Zanichelli Avatar

      Cara Viola, quando abbiamo più soggetti singolari collegati per asindeto (con una virgola) il verbo sarà al plurale.
      Un saluto
      Prof. Anna

    • Zanichelli Avatar

      Cara Viola, quando abbiamo più soggetti singolari collegati per asindeto (con una virgola) il verbo sarà al plurale.
      Un saluto
      Prof. Anna

    • Zanichelli Avatar

      Cara Viola, quando abbiamo più soggetti singolari collegati per asindeto (con una virgola) il verbo sarà al plurale.
      Un saluto
      Prof. Anna

    • Zanichelli Avatar

      Cara Viola, quando abbiamo più soggetti singolari collegati per asindeto (con una virgola) il verbo sarà al plurale.
      Un saluto
      Prof. Anna

  11. Però non c’è come negare che relax e weekend sono state definitivamente incorporate all’italiano… ahahahahaha… Un abbraccio.

    • Zanichelli Avatar

      Caro Marcos, hai ragione!
      A presto
      Prof. Anna

  12. Manuela scrive:

    Salve! È corretto sostituire il termine meeting, oltre che con riunione, anche con incontro? Grazie!

    • Zanichelli Avatar

      Cara Manuela, dipende dal tipo di incontro, va bene se si tratta di un incontro di lavoro.
      Un saluto
      Prof. Anna

  13. È un argomento di grande intetesse. Ritengo eccessivo ed immotivato il reiterato ricorso a termini stranieri. Ciò impoverisce il nostro lessico ed umilia la dignità della nobile lingua italiana.

  14. Miijhs scrive:

    Yogurt
    Computer
    Shopping