Test 48- I diversi significati della congiunzione “ma”

Prof. Anna
grammatica,   La lingua italiana,   Sintassi,   test

Il prossimo esercizio è sull’uso della congiunzione ma. Abbiamo affrontato questo argomento la settimana scorsa, ma se lo volete ripassare ecco il link: http://aulalingue.scuola.zanichelli.it/benvenuti/2017/03/16/i-diversi-significati-della-congiunzione-ma/

 

Seleziona la risposta corretta fra quelle disponibili. Se rispondi bene, vedrai lo sfondo diventare di colore verde.

  1. Scegli la frase che può sostituire: "sono fiero di te, ma credo che tu possa fare meglio"
    • Sono fiero di te, tuttavia credo che tu possa fare meglio.
    • Sono fiero di te, invece credo che tu possa fare meglio.
  2. Scegli la frase che può sostituire: "sono stato molto male, ma ora sto meglio"
    • Sono stato molto male, bensì ora sto meglio.
    • Sono stato molto male, però ora sto meglio.
  3. Scegli la frase corretta:
    • Non mi sto lamentando di te, ma di lui.
    • Non mi sto lamentando di te. Ma di lui.
  4. Scegli la frase corretta:
    • Non ti dico niente non per sfiducia, ma per precauzione.
    • Non ti dico niente non per sfiducia, però per precauzione.
  5. Scegli la frase corretta:
    • Sembra felice, ma però non lo è.
    • Sembra felice, ma bensì non lo è.
  6. Scegli la frase che può sostituire: "il semaforo non era verde, ma rosso"
    • Il semaforo non era verde, però rosso.
    • Il semaforo non era verde, bensì rosso.
  7. Scegli la frase che può sostituire: "esco volentieri, ma non di sera"
    • Esco volentieri, però non di sera.
    • Esco volentieri, invece non di sera.
  8. Scegli la frase corretta:
    • Alla riunione non è venuto lui, ma però il suo socio.
    • Alla riunione non è venuto lui, ma bensì il suo socio.
  9. Scegli la frase che può sostituire: "sono anni che te lo ripeto, ma non mi dai ascolto"
    • Sono anni che te lo ripeto, però non mi dai ascolto.
    • Sono anni che te lo ripeto, bensì non mi dai ascolto.
  10. Scegli la frase corretta:
    • Puoi uscire, ma però prima devi studiare.
    • Puoi uscire, ma bensi prima devi studiare.

Per la lezione

Prosegui la lettura

Commenti [17]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  1. François scrive:

    Buongiorno professoressa Anna,
    Prima di tutto, La ringrazio per il Suo straordinario blog.
    Sono francese e imparo l’italiano per il piacere e la belezza della Sua lingua.
    Mi piacerebbero molto lezione sulle parole “pure” e “pur”. Forse Lei ha già scritto qualcosa sulle queste parole…ma non ho trovato niente.
    La ringrazio in anticipo.
    François

    • Zanichelli Avatar

      Cara Francois, grazie per il suggerimento, ne terrò conto.
      A presto
      Prof. Anna

  2. Sarà pure corretto, ma il “ma però” suona male. Personalmente non lo scrivo.
    Per il resto, complimenti alla professoressa Anna.

  3. É stato u n ripasso molto necessario per me. Gli esempi sono buonissimi. Tante Grazie proffesoressa Anna.

    • Zanichelli Avatar

      Cara Maria Cristina, benvenuta su Intercultura blog! Se hai dubbi o domande, non esitare a scrivermi.
      A presto
      Prof. Anna

  4. Più seguo le lezioni dell’aula di liongue e più ho voglia d’imparare.

    • Zanichelli Avatar

      Caro Giuseppe, questo mi fa molto piacere!
      Un saluto e a presto
      Prof. Anna

  5. 5 aprile 2017 mi chiamo Giorgio sono Greco Buona sera professoressa Anna .Suo straordinario lavoro/blog veramente non esiste .Mi da tanto aiuto e La ringrazio. Mi sto preparanto per fare gli esami all” universita. Ho gia finito la facolta di odontoiatrica e lavoro dal 1992. adesso hai 55 anni hodeciso di studiare italiano . LA prego se e” possibile mi faccia sapere qual” e” la sua prima lezione al suo blog per seguirlo dal inizio LA ringrazio in anticipo Vi auguro Buona Pasqua Giorgio

    • Zanichelli Avatar

      Caro Giorgio, benvenuto su Intercultura blog! Il primo articolo pubblicato da me risale al 2009 (http://aulalingue.scuola.zanichelli.it/benvenuti/2009/09/10/lalfabeto-italiano/). Per cercare gli articoli in ordine cronologico di pubblicazione, ti consiglio di utilizzare il menu a tendina che si trova a sinistra della pagina sotto la scritta “archivio”, troverai tutti gli articoli pubblicati in ordine di mese e anno. Colgo l’occasione per farti qualche correzione: la terza persona dell’indicativo presente del verbo “dare” si scrive sempre accentata “dà” (mi dà tanto), “università” si scrive con l’accento sull’ultima sillaba, così come “facoltà”, è corretto “adesso ho 55 anni”, “qual è” si scrive senza apostrofo, ed è corretto scrivere “mi faccia sapere qual è la sua prima lezione sul blog”.
      Se hai dei dubbi o delle domande, non esitare a scrivermi.
      Un saluto e a presto
      Prof. Anna

  6. giorgio scrive:

    5 aprile 2017 mi chiamo Giorgio sono Greco Buona sera professoressa Anna .Suo straordinario lavoro/blog veramente non esiste .Mi da tanto aiuto e La ringrazio. Mi sto preparanto per fare gli esami all” universita. Ho gia finito la facolta di odontoiatrica e lavoro dal 1992. adesso ho55 anni ho deciso di studiare italiano . LA prego se e” possibile mi faccia sapere qual” e” la sua prima lezione al suo blog per seguirlo dal inizio LA ringrazio in anticipo Vi auguro Buona Pasqua Giorgio

  7. Rino scrive:

    10/10,ma non mi chieda la lezione:-)
    Comunque una letta me la faccio.

  8. Luigi scrive:

    Buonasera prof.ssa Anna.
    sin da piccolo ho sempre saputo che con la congiunzione “ma” non vai associata la congiunzione “però”: tuttora nel libro “Dilla giusta di grammatica lo vietano assolutamente”.
    adesso nella risposta 5 e 10 lod° come domanda corretta…

    Mi può dire qual è la regola corretta?

    Grazie

    • Zanichelli Avatar

      Caro Luigi, spesso si ritiene che l’uso di due congiunzoni avversative, come “ma però”, “ma bensì”, sia scorretto, perché sarebbe un’inutile ripetizione di due congiunzioni che hanno la stessa funzione. In realtà, è possibile usare “ma” insieme ad altre congiunzioni avversative come elemento rafforzativo, è consigliabile evitarlo solo in testi caratterizzati da un registro particolarmente formale, ma nella lingua parlata è possibile dire ad esempio: “abbiamo fatto tardi! Ma però ti aiuteremo ugualmente a preparare la cena”.
      Un saluto
      Prof. Anna

  9. Li ho indovinati tutti, perchè sono stati spiegati molto bene!!

    • Zanichelli Avatar

      Molto bene Carlo, ottimo risultato!
      A presto
      Prof. Anna

  10. Ok!!!