Espressioni idiomatiche con la parola "piede"

Prof. Anna
espressioni idiomatiche,   La lingua italiana,   Lessico

Cari lettori e care lettrici di Intercultura blog, questa settimana arricchiremo il nostro vocabolario studiando alcune espressioni idiomatiche che contengono la parolapiede“, conoscere queste espressioni rende più facile la comprensione e la comunicazione, soprattutto nella lingua parlata.

Buona lettura!
Prof. Anna

Vediamo insieme alcune espressioni idiomatiche con la parolapiede“:

partire col piede giusto / partire col piede sbagliato ⇒ iniziare qualcosa con una mossa giusta o sbagliata: essere gentile con i tuoi nuovi colleghi è un buon modo per partire con il piede giusto;

darsi la zappa sui piedi ⇒ danneggiarsi, procurarsi del danno con un’azione che porta a risultati controproducenti: quando l’ho assunto pensavo che sarebbe stato un valido collaboratore e invece mi sono dato la zappa sui piedi, ho scoperto infatti che si comportava in modo disonesto arrecando danno a tutta l’azienda;

andarci con i piedi di piombo ⇒ affrontare con molta cautela una situazione: questo è un problema molto delicato, meglio andarci con i piedi di piombo;

togliersi dai piedi ⇒ andarsene: quel ragazzo stava dando fastidio a tutti, per fortuna a un certo punto si è tolto dai piedi (=se ne è andato);

puntare i piedi ⇒ ostinarsi, incaponirsi: per ottenere le cose bisogna insistere, puntare i piedi, non arrendersi mai;

• (qualcosa) fatto con i piedi ⇒ si dice di cosa fatta malissimo: devi impegnarti di più, questo compito è fatto con i piedi!;

su due piedi ⇒ all’improvviso: ci stavamo divertendo molto e Marco ha deciso su due piedi di andarsene, ma non abbiamo capito il perché;

prendere piede ⇒ diffondersi, affermarsi: in questi ultimi anni ha preso piede la moda di farsi foto con il telefono;

mettere in piedi ⇒ preparare, allestire, costruire, far sorgere: mio padre ha messo in piedi questa azienda dal nulla e ora me ne occuperò io;

essere sul piede di guerra ⇒ essere pronto a combattere, essere pronto allo scontro: i lavoratori sono sul piede di guerra e scenderanno i piazza per protestare.

Seleziona la risposta corretta fra le opzioni disponibili. Al termine premi il pulsante "Correggi esercizio": vedrai le risposte giuste evidenziate in verde e quelle sbagliate in rosso.

1- Maria è sconvolta, suo marito l'ha lasciata senza darle alcuna spiegazione. 2- Io prima di giudicare una situazione che non conosco bene. 3- Credo di , infatti ho ricevuto molti complimenti per il mio lavoro. 4- Ultimamente l'abitudine di sostituire la cena con un lungo aperitivo. 5- Qui non sei il benvenuto. 6- Se ti licenzi potresti trovarti in serie difficoltà, attento a non . 7-  Luca , vuole a tutti i costi andare a vivere all'estero. 8- Io e mio fratello discutiamo e ci scontriamo spesso, insomma siamo sempre . 9- Io e la mia scuola di danza abbiamo uno spettacolo bellissimo. 10- Questa torta è proprio , è davvero immangiabile!

Per la lezione

Prosegui la lettura

Commenti [37]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  1. Ana scrive:

    Cara professoressa,

    Mi interessa se si usa l’articolo dopo i verbi copulativi (per esempio con sembrare, parere, apparire, risultare, diventare, divenire ecc)?

    • Zanichelli Avatar

      Cara Ana, non ho capito bene la tua domanda, potresti farmi un esempio?
      A presto
      Prof. Anna

  2. andree scrive:

    Grazie, molto utile! Pero non capisco la risposta al no 3 del esercizio.

    • Zanichelli Avatar

      Caro Andree, la risposta è “essere partito col piede giusto” cioè “iniziare qualcosa in modo positivo”, la frase dice “ho ricevuto molti complimenti per il mio lavoro, (e per questo) credo di aver cominciato questa attività in modo positivo”. Spero di aver chiarito il tuo dubbio.
      A presto
      Prof. Anna

  3. Anita scrive:

    Cara Prof.ssa Anna,
    Questa volta non ho commesso un’errore, ma ho studiato veramente bene sulla lezione, che anche abbia fatto co la lezione sulla parola mettere e perciò ho una domanda, oppure “Alfonso è stato messo alla porta per non essere adatto il suo job. Alfonso è stato licenziato sui due piedi per non essere adatto per il suo job”, mi sembrano gli stessi significati. Mi piacerebbe sapere da Lei, oppure ho ragione o non è se non, di avere una spiegazione da Lei. In anticipo ringraziando, Lei e tutti do i miei cordiali saluti dall’Olanda
    Anita

    • Zanichelli Avatar

      Cara Anita, “Alfonso è stato messo alla porta” significa “Alfonso è stato licenziato (in modo brusco)”, mentre “Alfonso è stato licenziato su due piedi” significa “Alfonso è stato licenziato all’improvviso”.
      A presto
      Prof. Anna

  4. Anita scrive:

    Cara Prof.ssa Anna,
    In olandaise abbiamo anche alcune espressioni idiomatische con la parola “piede”, “gambe” etc. Voi do alcune essempii.
    Essere alzato dal letto con la sua gamba sbagliata= Avere un umore più male.
    Camminare con plombo nelle sue scarpe= Avere paura per dire il chef di avere fatto un costoso sbagliato sul lavoro; Dopo aver fatto un errore capitale, Piero è andato con plombo nelle sue scarpe dal chef per dirglielo.
    Prendere le gambe= correre vai, oppure andare via dal altro luogo.
    Quando il ladro ha visto la polizia, ha preso le gambe.
    Licenziare sugli stando piedi= Licenziare al improvviso.
    Poco dopo il truffatore è smascherato, ha preso le gambe ed è introvabile per tutti.
    Questo mi è venuto ancora nella mia mente e volevo convidere con voi tutti. Con saluti cordiali dall’Olanda
    Anita

    • Zanichelli Avatar

      Cara Anita, anche in italiano possiamo dire “alzarsi con il piede sbagliato” che significa “alzarsi di cattivo umore” e “darsela a gambe” per dire “scappare, fuggire”.
      Come al solito grazie per aver condiviso con noi queste interessanti informazioni.
      A presto
      Prof. Anna

  5. Robert scrive:

    Cara Professoressa Anna,
    ecco,siamo all’inizio dell’estate.
    Vorrei ringraziare per questo lavoro che ci permette di arricchire la nostra cultura Italiana.
    Auguro a tutti gli studenti un bellissimo viaggio d’estate in Italia.
    Un caro saluto della Francia
    Robert

    • Zanichelli Avatar

      Caro Robert, ti auguro di passare una buona estate e ti ringrazio per il tuo gentile commento.
      A presto
      Prof. Anna

  6. Anita scrive:

    Cara Prof.ssa Anna, Ora capisco la differenza tra le due frase, ma le entrambe cose vedono brutte per l’unque che accada eventualmente. Uffa! Ma l’ho capito e grazie mille per la sua spiegazione con saluti cordiali dall’Olanda
    Anita

  7. Ana scrive:

    Cara professoressa,

    Ecco l’esempio:la libreria gode quando diventa occasionalmente biblioteca. In questa frase non si dice diventa la biblioteca, perché il verbo diventare è il verbo copulativo?

    • Zanichelli Avatar

      Cara Ana, in questo caso è corretto non usare l’articolo o usare l’articolo indeterminativo, non per la presenza del verbo “diventare”, ma perché si intende “biblioteca” nel suo significato generico e quindi non abbiamo bisogno dellìarticolo determinativo.
      Un saluto
      Prof. Anna

  8. Anita scrive:

    Cara Prof.ssa Anna,
    Al solito ne faccio volentieri, ma sono stato un periodo più cauta dopo mi aver sbagliato col nome Brugman, ma ora è il impatto piccolo uscito dalla mia mente. Mi piaconno anche le sue informazione. Saluti cordiali dall’Olanda, dove il tempo e le temperature sono belli ed avremo qui con grande certezza un’ondata di caldo veramente all’improvviso.
    Anita

  9. Rino scrive:

    Io con il mio italiano sono sul piede di guerra.

  10. Rino scrive:

    A me piace molto il mare; oggi su due pidi lo mollato.

    • Zanichelli Avatar

      Caro Rino, non capisco esattamente il significato della frase, in che senso “lo mollato” (forse: l’ho mollato).
      A presto
      Prof. Anna

  11. Rino scrive:

    A me piace molto il mare; oggi su due piedi l’ho mollato.

    • Zanichelli Avatar

      Caro Rino, non avevo visto la correzione, ma non capisco comunque il significato di “l’ho mollato”, forse intendevi “oggi su due piedi me ne sono andato”?
      A presto
      Prof. Anna

  12. Rino scrive:

    Già! Professoressa, intendevo “mollato” figurativo, ovvero lasciato, abbandonato, Appropriato: Me ne sono andato.
    ERA BRUTTO TEMPO:-)

    • Zanichelli Avatar

      Caro Rino, immaginavo fosse così, ma non è un’espressione che si usa in questo contesto.
      A presto
      Prof. Anna

  13. Rino scrive:

    Mi sono avvicinato al mare con i piedi di piombo e all’improvviso sono finito in una buca.

  14. seguo con attenzione il vostro blog e mie’ molto interessante.

    volevo sapere il significato della espressione(andare per il sottile)

    Grazie molto

    • Zanichelli Avatar

      Caro Ismaiel, “andare per il sottile” significa agire con precisione o delicatezza, anche analizzare troppo minutamente le cose dando importanza a particolari irrilevanti, per esempio: se andassimo troppo per il sottile ci sarebbe da rifare tutto.
      Un saluto
      Prof. Anna

  15. Rino scrive:

    Ma questo italiano, uffa!
    Sono smontato; Ho smontato dal lavoro
    Ho finito di lavorare, sarebbe meglio, più appropriato. Perché smontare verbo essere; Perché smontare verbo avere?
    Ho smontato un perno, sì;
    Sono smontato= sono svitato, ovvero “pazzo”.no?
    Sono smontato dal lavoro:-))…

    • Zanichelli Avatar

      Caro Rino, solitamente quando l’ausiliare è “avere” il verbo ha valore transitivo e quindi può avere un complemento oggetto, mentre quando l’ausiliare è “essere” ha valore intransitivo e non ha complemento oggetto: “ho smontato” (transitivo) = scomporre un meccanismo (ho smontato un orologio); rendere privo di entusiasmo (la tua risposta mi ha smontato); “sono smontato” (intransitivo) = scendere (sono smontato dalla scala); terminare il proprio turno di lavoro. L’espressione “sono smontato” per “sono pazzo”, non è corretta.
      Un saluto
      Prof. Anna

  16. Rino scrive:

    …Insomma un italiano fatto con i piedi.

  17. Rino scrive:

    Ho salito;
    Sono salito.

    Alla fine Il grande Totò disse:
    Ho caduto o sono caduto sempre a terra me ne sono andato.

  18. Rino scrive:

    Togliersi dai piedi? L’italiano mi sembra l’insieme delle leggi, sono tante, non si capisce niente.
    …Le scarpe.
    Il mio italiano è mediocre.

  19. Rino scrive:

    Avvicinandomi con i piedi di piombo al mare, sono comunque caduto. Tutti hanno riso!

  20. Rino scrive:

    …E io mi sono fatto male:-)

  21. Anita scrive:

    Cara Prof.ssa Anna,
    Di punto in bianco, ho fatto questo testo di nuova senza leggere il lezione di nuova e non ho commesso un errore, che mi piaccia. Ne trovo un bel esercizio di fare e anche un provo così grande, che abbia la stoffa bene nella memoria mia.
    Con saluti cordiali a tutti dal Olanda
    Anita.

    • Zanichelli Avatar

      Molto bene Anita! Attenzione: la parola “lezione” è femminile, quindi “la lezione”.
      Un saluto e a presto
      Prof. Anna

      • Cara Prof,ssa Anna,
        Prima voglio augurare vi tutti un benissimo 2017 in tutte le opzione.
        Ora il mio errore: ho pensato che la parola “lezione” fosse maschile, perché la parola “lessico” ha l’uscita maschile e perciò il mio sbaglio.
        Perché Lei ha ripetute qualche lezione e ha usato recentamente un verbo pronominale nelle lezione sulle espressione sui “punti”, mi sembra una idea molto bene per farne con i verbi pronominali, perché li ho studiati un po’ di nuovo ed anche trovo un ripetizione le lezione sulle espressione idiomatice in latino e sui “punti”. Ne trovarei veramente bene.
        In Olanda abbiamo un mondo in bianco e l’ho fotografato con il mio smartfone nuovo, con quello sono tanto felice. Ne sembra un piccolo IPad, perché l’ha un schermo più grande come il vecchio e i problemi sono solvati per il più importante parte, ma devo solvare un po’, ma credo di farcela.
        Con saluti cordiali a tutti,
        Anita.

        • Zanichelli Avatar

          Cara Anita, auguro un buon anno anche a te!
          Un saluto e a presto
          Prof. Anna

          • Cara Prof.ssa Anna,
            Credo di aver scopato un sbaglio di me nel mio commento, perché ho scritto “il mio smartfone nuovo” e mi è venuto nella mia mente che abbia dovuto scrivere “lo mio smartfone nuovo” invece “il mio smartfone nuovo” perché il sostantivo “smartfone” inizia con un “s”, seguita da un “m”, è appena ho visto il sbaglio. Mi sono accorto che inizio conoscere la terminologia grammaticale un po che mi piaccia anche.
            Con saluti cordiali di nuovo dal Olanda
            Anita

          • Zanichelli Avatar

            Cara Anita, è corretto “il mio smartphone” perché la parola che segue l’articolo è “mio” e non “smartphone”, mentre se la parola immediatamente successiva all’articolo fosse “smartphone” sarebbe corretto l’articolo “lo” (lo smartphone), quindi per scegliere l’articolo corretto è necessario fare attenzione alle iniziali della parola che lo segue (l’amico; il mio amico; gli zaini; i tuoi zaini; lo studente; il nuovo studente ecc.)
            A presto
            Prof. Anna