Test 33- Interrogative dirette e tipi particolari di interrogative

Prof. Anna
grammatica,   La lingua italiana,   test

Il prossimo esercizio è sulle interrogative dirette e le interrogative retoriche, volitive e dubitative.

Per ripassare questo argomento potete leggere questo articolo: www.zanichellibenvenuti.it/wordpress/

 

Seleziona la risposta corretta fra quelle disponibili. Se rispondi bene, vedrai lo sfondo diventare di colore verde.

  1. "Quando vieni a trovarmi?" Questa interrogativa è:
    • totale
    • parziale
    • disgiuntiva
  2. "E che, hai già finito?" Questa interrogativa esprime:
    • meraviglia
    • contrarietà
  3. Scegli la frase corretta:
    • "Cucinerei io? Meglio di no, sono negato!"
    • "Cucinare io? Meglio di no, sono negato!"
  4. "Ma come hai potuto comportarti così?" Questa interrogativa esprime:
    • meraviglia
    • contrarietà
  5. "Non è simpatica Maria?". Chi pronuncia questa frase crede:
    • che Maria sia simpatica
    • che Maria non sia simpatica
  6. La frase della domanda precedente è:
    • un'interrogativa volitiva
    • un'interrogativa retorica
    • un'interrogativa dubitativa
  7. Scegli la frase corretta:
    • Oggi Lorenzo non c'è a scuola. Che non è malato?
    • Oggi Lorenzo non c'è a scuolo. Che è malato?
    • Oggi Lorenzo non c'è a scuola. Che sia malato?
  8. Scegli la frase corretta:
    • "Non mi sento tanto bene. E se fosse influenza?"
    • "Non mi sento tanto bene. E se sia influenza?"
  9. Scegli la frase corretta:
    • "Che dico? Non ci sono scuse per quello che ho fatto."
    • "Che dire? Non ci sono scuse pr quello che ho fatto."

Per la lezione

Prosegui la lettura

Commenti [6]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  1. Anita scrive:

    Cara Prof.ssa Anna,
    Senza avendo letto la lezione su di questo teme, solo ho commesso la 9º frase scoretta che mi piace veramente.
    Con saluti cordiali a tutti
    Anita dal Olanda

    • Zanichelli Avatar

      Cara Anita, ottimo risultato!
      A presto
      Prof. Anna

  2. Enrique scrive:

    Buongiorno.
    Scusate la mia ignoranza, ma riguardo alle frasi o domande del nº 7 si potrebbe dire semplicemente “È malato?”, invece di “Che sia malato”?
    Grazie mille e cordiali saluti.
    Enrique, dalla Spagna.

    • Zanichelli Avatar

      Caro Enrique, “è malato?” è una semplice domanda, voglio cioè sapere se -è malato o non è malato-, ed è corretta, mentre “che sia malato?” esprime un dubbio o una supposizione esprime il fatto che io credo o suppogno che sia malato; quindi il significato è leggermente differente.
      Un saluto
      Prof. Anna

  3. Enrique scrive:

    Grazie tante per i chiarimenti, professoressa Anna.
    Tanti saluti per Lei e per il Belpaese.
    Enrique.

    • Zanichelli Avatar

      Caro Enrique, un saluto anche a te!
      Prof. Anna