Genova la "Superba"

Prof. Anna
Cibo,   Civiltà,   Geografia,   In giro per l'Italia

Cari lettori e care lettrici di Intercultura blog, continuiamo oggi il nostro giro per l’Italia e ci spostiamo verso il mare, in particolare andiamo a Genova, in Liguria, nel Nord-Ovest della penisola.

Come sempre, vi ricordo che se ci sono parole che non conoscete, potete consultare il dizionario online: basta cliccare due volte sulla parola e si aprirà una piccola finestra, cliccando una volta su questa finestra apparirà il sigificato della parola.

Buona lettura!

Prof. Anna

Genova è il capoluogo della regione Liguria, è il sesto comune italiano per popolazione, terzo del Nord Italia.

liguria

Genova si affaccia sul mar Ligure e la sua storia storia è legata alla marineria e al commercio: il suo porto è uno dei più importanti d’Italia e del Mediterraneo e una delle principali risorse economiche della città; negli ultimi anni Genova ha conosciuto un’importante rinascita urbanistica e culturale, iniziata con le celebrazioni dei cinquecento anni dalla scoperta dell’America (in questa città infatti è nato Cristoforo Colombo) e culminata nel 2004 con le manifestazioni per Genova capitale europea.

UN PO’ DI STORIA

Genova ha origine antiche, il borgo già esisteva nel VI secolo a.C. ed era già impegnato in traffici marittimi.

Genova e i suoi abitanti furono al tempo stesso signori del mare, abili mercanti e valorosi guerrieri; la sua vera potenza comincia con la creazione della Repubblica di Genova che governò la Liguria e altri possedimenti per circa otto secoli. 

L’appellattivo di "superba" le deriva dal poeta Francesco Petrarca, che così la descrive durante un viaggio nella città.

GENOVA DA VISITARE

Il centro storico di Genova è uno dei meglio conservati e più grandi d’Europa.

La sua struttura è molto suggestiva e particolare: un labirinto di piazzette e vicoli strettissimi di origine medievale che vengono chiamati "caruggi".

Genova affascina per per la bellezza dei suoi monumenti storici e moderni, per il variegato paesaggio: i vicoli del centro storico, i grandi viali alberati, l’aspetto della metropoli portuale, il mare e le montagne.

Uno dei simboli della città è la Lanterna, l’antico faro alto più di 100 metri che di notte indica alle navi la via del porto.

Resti delle antiche mura della città sono visibili nei pressi della Cattedrale di San Lorenzo, che è luogo di culto per eccellenza dei genovesi e il più importante monumento medievale della città.

Non si può visitare Genova senza fare un giro nel porto antico, completamente restaurato. Il porto ospita oggi l’Acquario di Genova, il più grande acquario italiano e il secondo in Europa, è stato inaugurato nel 1992 in occasione delle celebrazioni per i cinquecento anni dalla scoperta dell’America da parte del genovese Cristoforo Colombo.

a-genova-la-citta-del-carnevale-sim704695alta

GENOVA DA MANGIARE

Genova è la patria del famoso pesto alla genovese. Il pesto è un condimento originario della Liguria, il suo ingrediente principale è il basilico, oltre a questo vengono pestati (per questo il nome -pesto-) a crudo pinoli e aglio, il tutto condito con parmigiano e olio extravergine d’oliva. Questi ingredienti vengono schiacciati col pestello in un mortaio di marmo, come vuole la tradizione.

pesto

Ora prova a rispondere alle domande.

1- In quale regione si trova Genova?

2- Qual è la principale risorsa economica della città?

3- Chi è il responsabile dell’appellattivo "La Superba"?

4- Che cosa sono i carrugi?

5- Che cos’è la Lanterna?

6- Che cosa si può visitare nel porto antico?

7- In quale occasione è stato inaugurato l’Aquario di Genova?

8- Quale importante personaggio legato al mare è nato a Genova?

9- Qual è il famoso condimento legato alla tradizione culinaria genovese?

10- Qual è il principale ingrediente di questo condimento? Lo hai mai assaggiato?

Per la lezione

Prosegui la lettura

Commenti [22]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  1. Brava professoressa!!!!
    articolo molto interessante 🙂
    Prof valerio

    • Zanichelli Avatar

      Grazie Prof. Valerio!
      A presto
      Prof. Anna

  2. Elena scrive:

    Buongiorno Profssa Anna
    Non so dire che piacere di leggere ogni settimana le sue informazioni varie .Un sacco di complimenti e mi permetto un bacino (sono una nonna settantenne,già insegnante ..d’italiano )

    • Zanichelli Avatar

      Cara Elena, grazie per il tuo gentile commento.
      Un saluto e a presto
      Prof. Anna

  3. maria scrive:

    Grazie Prof Anna, mi piace tantissimo queste storie con cui aumento la conoscenza dell’Italia.
    un caro saluto
    Maria

    • Zanichelli Avatar

      Cara Maria, un saluto anche a te.
      A presto
      Prof. Anna

  4. Rubén scrive:

    Come citadino genovese nato in Argentina, residente nel estero per essere nata mi madre in Genova, mi sento orgoglioso di questa lezione.Grazie professoressa Anna.

    • Zanichelli Avatar

      Caro Rubén, grazie per il tuo intervento.
      A presto
      Prof. Anna

  5. Rubén scrive:

    Professoressa, dopo scrivere il primo commento ho visto “CITADINO” – vergonia a me – ho dovuto scrivere “CITTADINO” con doppia “T”.

  6. Marta scrive:

    Cara Anna:
    Chi erano quelli che abitavano il borgo, nel siglo VI AC. Erano gli etruschi or i romani?

    • Zanichelli Avatar

      Cara Marta, gli antichi abitanti della liguria si chiamavano Liguri.
      A presto
      Prof. Anna

  7. Alfi scrive:

    Grazie!!! Molto interessante.

  8. Anita scrive:

    Cara Prof.ssa Anna,
    Con grande interessa ho legato il suo articolo sulla città porta Genova. Il scoperto di Crisforo Colombo, fu stato tratta nel una di lesione istorica nella scuola. Trovo che Lei abbia fatto un ottimo lavoro! Il 4ºMaggio, alle otto di sera abbiamo ricordato i vittimi mortali della seconda guerra mondiale e il giorno dopo, era il giorno festivale della liberazione negli Paessi Bassi.. Mi resta ancora di rispondere le domande.
    1- Genova si trova nella regione Liguria.
    2- La principale risorsa economica della città è il suo porto, uno di più importante d’Italia e del Mediterraneo.
    3- il poeta Francesco Petrarca è il responsabile dell’appellattivo “La Superba”.
    4- un labirinto di piazzette e vicoli strettissimi di origine medievale che vengono, sono i “caruggi”.
    5- La Laterna è l’antico faro alto di più 100 metri che di notte indica alle navi la via del porto.
    6- Si può visitare un giro nel porto antico, completamente restaurato e L’Acquario di Genova.
    7- In occasione delle celebrazioni per i cinquecentoi anni dalla scoperta dell’America da parte del genovese Cristoforo Colombo è stato inaugurato l’Aquario di Genova.
    8- Cristoforo Colombo è il importante personaggio legato al mare è nato a Genova.
    9- Il pesto alle genovese è il famoso condimento legato alla tradizione culinaria genovese.
    10- Il basilico è il famoso condimento legato alla tradizione culinaria genovese. Non l’ho mai assaggiato, ma mi viene l’appetito.
    Spero di aver risposto le domande corrette, Lei do i saluti cordiali dal Ollanda
    Anita

    • Zanichelli Avatar

      Cara Anita, sono contenta che tu abbia apprezzato questo articolo, ti faccio qualche correzione: 2- …uno dei più importanti d’Italia; 4- i “carrugi” sono vicoli molto stretti di origine medievale; 6- nel porto antico si può isitare l’Acquario di Genova; 8- …è l’importante personaggio; 9- l’ingrediente principale del pesto è il basilico.
      Un saluto e a presto
      Prof. Anna

  9. Grazie mille, sono tanto felice per sua aiuta…..

  10. eliana scrive:

    buongiorno professoressa Ana.

    Ho letto il suo articolo e gli considero molto interessante. Mi sono trasferita un anno fa in italia, sto imparando la lingua. Non e facile, ma con il meraviglioso contributo del suo blog e il prodotto in generale, mi sento più sicura per raggiungere rapidamente un buon livello di italiano. grazie mille

    • Zanichelli Avatar

      Cara Eliana, benvenuta su Intercultura blog!
      A presto
      Prof. Anna

  11. Anita scrive:

    Cara Prof.ssa Anna,
    Perché sono veramente impressionata di suo articolo, ho anche visto i video su Genova ed ho visto tutti di Lei ha scritto su Genova ed mi piace ancora. Rotterdam ed Amsterdam sono le due città molto importante del mondo en anche hanno le sue storiche ricce ed I Paesi Bassi sempre siano stati un nato di navigazione sul mare. Anche la città dove abito ora, ha anche una storia ricca ed molto complessa e avevo voluto scrivere un contributo con piacere, ma cerco come farlo brevemente ed anche cerco le parole giuste, ma farò ancora!
    Saluti cordiali dal Olanda
    Anita

    • Zanichelli Avatar

      Cara Anita, grazie per le interessanti informazioni che ci dai.
      Un saluto e a presto
      Prof. Anna

  12. Anita scrive:

    Cara Prof.ssa Anna,
    Ora Lei racconto sulla mia città natale e il mio domicilio, perché ho notato che le cita con una storia ricca e forte hanno le commercialeto e abitini fiorente. Anche la stazione della ferrovia ha anche dovuto traslocare tre volte nella periodo fra 1945 e 2014 e anche e stato costruito un rete della metropolitana molto moderne che ha dato i più grandi problemi di traffico perché alcuni quartieri di Rotterdam erano stati bloccati per il traffico, perché ciò? stato il più grande intervento nella sua storia, ma i abitanti e altre persone chi hanno dovuto viaggiare traverso Rotterdam sono stati molti uttilizzati e ne hanno subiti tranquilli. Ora risposa la Statione Centrale alle tutte domande del tempo moderne e della futura. Tutti tipi dei treni e autobus, tram ed metropolitane si incontrano la. Anche Rotterdam ha il 4º più grande porto del mondo con anche il suo porto del mare e Amsterdam participa anche alla gara” e ha anche il grande aeroporto. Prossimo anno Amsterdam ha il suo evento “Amsterdam Sail” e si compone 120 tolships e replice di atri navi storiche che solcavano gli oceani del mondo ed è un viso gigantico. I Paessi Bassi sempre sono stati un nato navigati anche per il commercio ed militant marinare e anche abbiamo i nostri statui degli eroi del mare chi hanno vinto i sui combatti marinari. La superstizione in Ollanda vuole che quando incontriamo una statua di un eroe navale marinare, che dobbiamo salutarla con la mano senza essere visto da una altra persona, poi lo porta fortuna.
    Ora la mia residenza è Capelle aan den IJssel. Questa città. Fu nato in periodo quando i soldati romani ebbero avuto il loro accampamenti qui e in oltre citte a la fiuma “de IJssel”, che si pronuncia in Inglese comei: “the Icel”. Questa fiume ha una lunghezza di 150 chilometri e inzia ad sud-est di Rotterdam ed circa 5 chilometri fuori Rotterdam fu stato trovare Capelle aan den IJssel. La fiuma de IJssel si corra traverso I Paessi Bassi al Nordest ed è diviso in due, dove lascia la provincia Zuid Holland sulla distanza di 75 chilometri dall’inizio della fiume e la si chiama de IJssel. A lungo della tutta fiume i soldati romani si hanno campamento. Perché loro ebbero trovato la terre e acqua così ricca, ebbero construito a tutto lori posti diversi coltori: agricoltori, coltori pescatori ed anche torba coltori, che ebbero dovuto stare attenti, altrimenti la terra ed l’acqua sarebbe diventate totale inutile e senza valore per queste attivite ed ebbero fatto veramente bene ed questi luoghi si ebbero tirato traverso tutti i periodi gente e abitudini a se, che prima furono nati i luoghi ed paesi e dopo diventano le citte. I soldati Romini hanno chiamato questa fiume La Isala e dopo questo periodo la fiume ebbi avuto il suo nome recente. Dove i soldati romani ebbero construito i villaggi con le sue architetture, i communi hanno lasciato così per ricordare questo periodo ed dove non ebbero fatto alcune edifici comunali hanno avuto il nome Isala. Un commina ha la biblioteca Isala e un altra commina la piscina Isala ed Capelle aan den IJssel ha la Theatra Isala in memoria del periodo.in Germania loro furono stati anche ed i tedeschi hanno lasciati anche i edifici come hanno construito i Romani ed anche i Tedeschi hanno costruito parchi secondo l’architettura romana ed laggiù ho visto un costruito esatta come il Colloseo di Roma, chiamata in inglese thermatea Romana ed ho visto anche la Porta Nigra a Trier in Germania. Ero impressionata della architettura romana che devo dire ancora. Anche sono impressionata dal suo articolo di Genova e mi sono ricordata questa storia che ho scritto ed giorni lungo non ho mai pensato che io avessi risciuto ed perchio Lei ho promesso di farne in pensato con la mano sul cuore, perché una promessa è una promessa, poi devo anche farne e ho fatto di buon grado.
    Cordiali saluti dal Ollanda
    Anita

    • Zanichelli Avatar

      Cara Anita, ti ringrazio molto per il tuo contributo, le informazioni che regali a me e a tutti i lettori sono molto interessanti.
      Un saluto e a presto
      Prof. Anna

  13. Anita scrive:

    Cara Prof.ssa Anna,
    L’ho fatto di buon grado e per me è un buon essercizio, anche mi da un sento molto bene e spero di farlo di più. Bacci e saluti cordiali a Lei e i tutti lettori dal Olanda
    Anita