Maiuscola o minuscola? (seconda parte)

Prof. Anna
La lingua italiana

Cari lettori e cari lettrici di Intercultura blog, oggi continuiamo il nostro studio sull’uso delle maiuscole e delle minuscole, vedremo alcuni casi in cui è necessario usare la lettera maiuscola e alcuni casi in cui invece non è necessario.

Buona lettura!

Prof. Anna

Prenderemo in considerazione alcuni ambiti specifici e vedremo quando è necessario usare la lettera maiuscola e quando non lo è.

Scienza

I punti cardinali vanno scritti con la lettera maiuscola quando indicano realtà geografiche o politiche e quindi sono nomi propri (i problemi dell’Occidente, il Sud dell’Italia); vanno invece scritti con la lettera minuscola quando non indicano nomi propri (il Sole tramonta a occidente; la Cina si trova nell’emisfero nord).

I nomi di stelle e pianeti vogliono la lettera maiuscola (Saturno, Venere, Mercurio) e, come abbiamo detto nella prima parte, le parole "sole, luna, terra" vanno maiuscole quando sono usate in senso astronomico, vogliono invece la minuscola quando sono usate in un contesto non astronomico.

Religione

I nomi delle religioni di solito vanno scritti con la lettera minuscola (cristianesimo; buddhismo; ebraismo; ecc.). Anche i fedeli delle varie confessioni vanno scritti con la lettera minuscola (musulmani; cristiani; buddhisti; ecc.).

⇒ La parola "Chiesa" intesa come comunità di cristiani (Chiesa cattolica; Chiesa ortodossa) va scritta con la lettera maiuscola per distinguerla dalla "chiesa" intesa come edificio, allo stesso modo vanno scritti con la minuscola anche i nomi degli altri edifici religiosi (basilica; moschea; sinagoga).

A volte la scelta fra maiuscola o minuscola è più controversa e dipende dalle caratteristiche del testo, dall’atteggiamento più o meno reverenziale nei confronti del destinatario, da scelte culturali o stilistiche. Ecco i casi più comuni:

I nomi che indicano cariche pubbliche o religiose (per esempio: presidente; ministro; assessore; papa; vescovo) si scriveranno con la minuscola quando sono intesi come nomi comuni: "l’elezione del nuovo papa"; "la visita del ministro" e anche quando sono seguiti dal nome "papa Benedetto XVI"; si consiglia però di scriverli con la maiuscola quando si indica col titolo la persona stessa che lo incarna: "il Papa ha tenuto la sua omelia", "ha parlato il Presidente"; ma, come abbiamo detto, in questi casi l’uso della maiscola o minuscola dipende dalla sensibilità di chi scrive.

Nomi di enti, società, organismi e istituzioni: il Senato, il Ministero del Tesoro; sebbene si possa anche usare la minuscola, l’uso della maiuscola è raccomandato quando c’è possibilità di confusione con nomi comuni di diverso significato: la Camera dei Deputati – la camera di Marta; la Borsa di Milano – la borsa di Giulia; il Consiglio dei Ministri – il consiglio di un amico.

Titoli di opere letterarie e artistiche, testate di giornali e riviste: è obbligatorio scrivere maiuscola l’iniziale della prima parola, ma si possono scrivere maiuscole anche tutte le parole del titolo: I Promessi sposi – I Promessi Sposi; L’Orlando Furioso – L’Orlando furioso.

Appellativi e titoli onorifici seguiti dal nome proprio: è preferibile l’uso della minuscola, a meno che non si voglia dare un’impronta reverenziale: il dottor Bianchi; l’ingegner Rossi. In testi formali, per segnalare che si intende rivolgersi con rispetto all’interlocutore, si può usare la cosidetta maiuscola reverenziale negli appellativi, nei pronomi personali e nei possessivi riferiti al destinatario: "Gentile Professore, mi rivolgo a Lei per comunicarLe la mia gratitudine…".

⇒Come abbiamo già visto, in alcuni casi l’uso della maiuscola al posto della minuscola fa cambiare significato alla parola: il paese → centro abitato di dimensioni limitate; il Paese → la patria; lo stato → significa "la condizione"; lo Stato → è l’organizzazione politica; la costituzione → indica il tipo di corporatura; la Costituzione → leggi che stanno alla base dell’ordinamento giuridico di uno Stato.

Seleziona la risposta corretta fra quelle disponibili. Se rispondi bene, vedrai lo sfondo diventare di colore verde.

  1. Scegli la frase corretta:
    • Durante il nostro viaggio abbiamo visitato delle bellissime moschee.
    • Durante il nostro viaggio abbiamo visitato delle bellissime Moschee.
  2. Scegli la frase corretta:
    • Milano è situata a nord - est di Torino.
    • Milano è situata a Nord - Est di Torino.
  3. Scegli la frase corretta:
    • La borsa di Londra è stata fondata nel 1801.
    • La Borsa di Londra è stata fondata nel 1801.
  4. Scegli la frase corretta:
    • La Divina Commedia è un poema di Dante Alighieri.
    • La divina commedia è un poema di Dante Alighieri.
  5. Scegli la frase corretta:
    • La costituzione italiana fu approvata nel 1947.
    • La Costituzione italiana fu approvata nel 1947.
  6. Scegli la frase corretta:
    • Palazzo Chigi è la residenza del presidente del Consiglio dei Ministri.
    • Palazzo Chigi è la residenza del presidente del consiglio dei ministri.
  7. Scegli la frase corretta:
    • Per l'interrogazione devo studiare l'organizzazione dello Stato italiano.
    • Per l'interrogazione devo studiare l'organizzazione dello stato italiano.
  8. Scegli la frase corretta:
    • Nel medio oriente vivono molti popoli diversi.
    • Nel Medio Oriente vivono molti popoli diversi.
  9. Scegli la frase corretta:
    • L'ultimo pianeta visibile a occhio nudo è saturno.
    • L'ultimo pianeta visibile a occhio nudo è Saturno.
  10. Scegli la frase corretta:
    • Il Sole sorge a Oriente.
    • Il Sole sorge a oriente.

Per la lezione

Prosegui la lettura

Commenti [30]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  1. maria scrive:

    Non troppo difficle. Grazie Prof. Anna e buon fine settimana.

  2. Helena scrive:

    La spiegazione molto chiara. Grazie

  3. Domenica scrive:

    Ho imparato molte cose. Grazie

  4. Anita scrive:

    Cara prof.ssa Anna,
    Questa volta solo ho scelta la frase no 10 scorretta, con questo risultato sono contenta e le lezione su questa tema trovo molto utile e interessante, perché le regole sono molto diversi delle olandese e meno delle tedesche.
    In tedesco si scrivere I sostantivi tutti con una lettera maiuscola, in olandese con una lettera minuscola e per la resta non trovo molto differenze fra il tedesco e l`italiano, ma fra l`olandese e l`italiano ne sono di più. Per esempio: In l`olandese si deve scribbere tutte le parole d cui riferiscono al alcune paese, regione, o province, città eccetera, si scrivere con una lettera maiuscola, pe: una Francese un ditore Inglese ect..
    Con questa lezione non ho avuto molto difficoltà di imperarla, perché mando alcuni messaggi email a miei parenti in Germania-Sud.
    Non so la terminologia grammaticale in l`italiano, altrimenti avrei scritto subito correttamente, ma trovo interessante di racontrarLei, dunque ne ho ho scritto di buon grado.
    Con saluti cordiali dal Olanda
    Anita

  5. Luis scrive:

    Cara professoressa
    Grazie, anch’io ho sbagliato la scelta numero dieci.
    Buon fine settimana.

  6. Dana scrive:

    Perfette le mie risposte!

  7. Dana scrive:

    Perfette le mie risposte! Chiarissima spiegazione Prof.ssa!!

  8. Riguardo ai titoli di opere, non mi risulta che in italiano si possano scrivere tutti maiuscoli. E’ corretto soltanto “I promessi sposi” e non “I Promessi Sposi”

    • Zanichelli Avatar

      Caro lettore, è obbligatorio scrivere maiuscola l’iniziale della prima parola, ma si possono scrivere maiuscole anche tutte le iniziali del titolo.
      Un saluto
      Prof. Anna

  9. Paolo scrive:

    Secondo Garzanti si può scrivere sia monte Bianco che Monte Bianco; cosa ne pensa? Esistono poi opinioni contrastanti riguardo la denominazione dei luoghi astronomici. Per esempio: Sistema Solare, Sistema solare, sistema solare; Superammasso della Vergine (che è il nome ufficiale di tale superammasso), superammasso della Vergine.
    Posso avere un parere? Grazie!

    • Zanichelli Avatar

      Caro Paolo, in alcuni casi l’uso della maiuscola è legato a fattori stilitici e ad abitudini individuali, quindi a parte le regole di base (come per esempio la maiuscola in posizione iniziale per segnalare l’avvio di un periodo e dopo un punto fermo)è possibile scrivere per esempio “monte Bianco” con la minuscola, e lo stesso vale per gli altri esempi che mi scivi.
      Un saluto
      Prof. Anna

  10. Paolo scrive:

    Gentile prof. Anna, secondo lei è preferibile scrivere big bang o Big Bang?

    • Zanichelli Avatar

      Caro Paolo, direi che è meglio maiuscolo.
      A presto
      Prof. Anna

  11. Paolo scrive:

    Tuttavia noto per esempio che un importante traduttore di opere scientifiche quale Libero Sosio preferisca utilizzare il minuscolo.
    Possibile che non esista qualche regola generale che consenta di superare la scelta legata ai fattori stilistici?

    • Zanichelli Avatar

      Caro Paolo, purtroppo no, anche molti dizionari lo riportano in minuscolo.
      Un saluto
      Prof. Anna

  12. Paolo scrive:

    Quindi, in fondo, la scelta del maiuscolo/minuscolo, a parte le regole di base da lei indicate, è arbitraria. Il mio problema è che se invio un lavoro a un editore, posso essere sicuro che comprenda le mie scelte di stile? O potrebbe individuare nella mia scelta un errore? Per esempio, se adotto l’uso di scrivere ammasso della Vergine(minuscolo)e sistema solare (minuscolo), poi posso usare l’accezione mare della Tranquillità (minuscolo) quando il 99% degli autori scrive Mare della Tranquillità (maiuscolo)? Chiedo scusa per le mie insistenti domande e la ringrazio per la sua disponibilità!

    • Zanichelli Avatar

      Caro Paolo, capisco le tue perplessità, ma, a meno che non si tratti di non rispettare le regole di base (per esempio il nome di una città scritto in minuscolo), non credo che l’esempio che mi fai possa essere ritenuto un errore.
      A presto
      Prof. Anna

  13. maria scrive:

    Le frasi giuste da scegliere erano belle e utili ma la risposta alla domanda non mi è stata di aiuto per niente .

  14. Paola scrive:

    Avrei una domanda sull’uso della maiuscola nel caso in cui si parli di una divisione di una società, per esempio la società è la IMA SpA e la division è la Tea & Herbs. E’ più corretto scrivere nella carta intestata :

    – IMA Tea & Herbs Division oppure
    – IMA Tea & Herbs division

    Grazie, Paola.

    • Zanichelli Avatar

      Cara Paola, lo scriverei maiuscolo.
      A presto
      Prof. Anna

  15. Gentile collega Paola,
    Il simbolismo oppure Il Simbolismo?
    L’Ermetismo oppure l’ermetismo?
    So benissimo che la regola di base dice che i movimenti letterari e artistici andrebbero scritti con la maiuscola.Ma ormai molti li scrivono con le iniziali minuscole, se sono dentro alla frase e non all’inizio dove si risolve il problema mettendo maiuscolo perché è la prima parola dopo il punto fermo. Anche ottime antologie per i licei classici fanno così. Ad esempio la Ferroni- Cortellessa -Pantani-Tatti scrive “verismo” oppure “simbolismo” sempre rigorosamente minuscoli se in mezzo alla frase.Cordiali saluti

    • Scusate, ma io sono interessato a conoscere l’opinione della Prof. Anna anche per un motivo pratico: sono infatti incerto su come comportarmi io all’interno di un saggio di critica letteraria che sto scrivendo. Funziona ancora questa vosta rubrica? Vedo che la risposta che sto aspettando tarda ad arrivare.
      Cordiali saluti

    • Zanichelli Avatar

      Caro Prof. Filippo, generalmente i nomi dei movimenti storici e letterari recano la lettera maiucola, c’è da dire però che l’uso della maiuscola è spesso legato a fattori stilistici e ad abitudini individuali e che l’uso della maiuscola facoltativa è oggi in generale regresso.
      Un saluto
      Prof. Anna

      • Ringrazio per la cortese attenzione e porgo i miei più cordiali saluti.

  16. Monica scrive:

    I gradi militari come vanno scritti? Ad esempio Caporal Maggiore Capo Scelto Mario Rossi? oppure il Generale Mario Bianchi o il generale Mario Bianchi. E quando si abbreviano, in maiuscolo o minuscolo?
    Grazie
    Monica

    • Zanichelli Avatar

      Cara Moniaca, vanno scritti con la lettera maiuscola.
      Un saluto
      Prof. Anna

  17. Calogero scrive:

    Gentilissima professoressa Anna, desidero innanzitutto complimentarmi per la lezione, davvero esplicativa. Avrei, inoltre, se posso approfittare di una piccola parte del suo tempo, un quesito da sottoporre alla sua attenzione: la parola “millenovecento” inserita, ad esempio, nella dicitura “Gli anni Cinquanta del millenovecento” richiede l’iniziale maiuscola?

    • Zanichelli Avatar

      Caro Calogero, ti consiglio di scrivere solo “Novecento” con la lettera maiuscola.
      Un saluto
      Prof. Anna

      • Calogero scrive:

        Molte grazie, seguirò senz’altro il suo prezioso consiglio. Buon fine settimana.

  18. Nickname scrive:

    Molto interessante.