Le professioni

Prof. Anna
La lingua italiana,   Lavoro,   Lessico

Cari lettori e care lettrici di Intercultura blog, di solito ci sono sempre molti dubbi sul femminile di alcuni nomi di professioni, oggi vedremo come si formano i nomi delle professioni e come questi nomi si tasformano al femminile.

Buona lettura!

Prof. Anna

Distinguiamo i nomi delle professioni a seconda di come finisce il nome stesso:

• nomi di professioni che finiscono inaio (maschile); –aia (femminile) → per esempio:

operaio – operaia; gelataio – gelataia; giornalaio – giornalaia; benzinaio – benzinaia; fornaio – fornaia; libraio – libraia; macellaio – macellaia.

In linea di massima il significato di queste parole è abbastanza chiaro infatti, per esempio, il gelataio vende il gelato; il giornalaio vende il giornale; il libraio vende i libri; il fornaio vende prodotti da forno (pane, biscotti ecc.);

nomi di professioni che finiscono iniere (maschile); –iera (femminile) → per esempio:

cameriere – cameriera; infermiere – infermiera; parrucchiere – parrucchiera; cassiere – cassiera;

nomi di professioni che finiscono in ista (maschile e femminile) → in questo caso la desinenza è uguale per il maschile e per il femminile, per determinare il genere usiamo l’articolo: il giornalista – la giornalista; qualche altro esempio:

elettricista – tassista – barista – farmacista – centralinista – camionista – stilista – musicista – dentista;

nomi di professioni che finiscono intore (maschile), molti dei nomi di professioni che finiscono in questo modo non hanno il femminile, ma quelli che ce l’hanno finiscono in – trice (femminile) → qualche esempio: muratore; attore – attrice; scrittore – scrittrice; presentatore – presentatrice; direttore – direttrice; autore – autrice; calciatore; lavoratore – lavoratrice; senatore – senatrice; pittore – pittrice.

In seguito ai mutamenti sociali, economici e culturali degli ultimi decenni, è nata l’esigenza di creare il femminile di mestieri e professioni un tempo riservati ai soli uomini; alcuni nomi di mestieri a cui le donne già da tempo hanno accesso hanno un femminile stabilizzato nell’uso, per esempio: il cuoco – la cuoca; il sarto – la sarta; il professore – la professoressa. Tuttavia ci sono ancora dubbi sul femminile di alcune professioni.

Valgono comunque le seguenti regole, oltre quelle già viste prima:

per i nomi il cui maschile termini in o, si può formare il femminile ina: ministro – ministra; deputato – deputata; modello – modella; postino – postina; ballerino – ballerina; fotografo – fotografa; psicologo – psicologa;

rare sono le forme: ingegnera, medica e soldata, in questo caso si lascia invariata la forma del maschile: il medico Maria Rossi; l’ingegnere Franca Bianchi;

nel caso di nomi o professioni di particolare prestigio si può lasciare invariata la forma del maschile: il presidente Laura Verdi; il ministro Giulia Bianchi; il presidente Maria Rossi;

a volte il suffissoessa, usato per rendere femminili alcuni nomi di professioni, ha valore ironico o addirittura spregiativo: perciò è meglio usare: presidente invece di presidentessa, filosofa invece di filosofessa; avvocato invece di avvocatessa. Nessun preoblema invece per: studentessa; professoressa; dottoressa; poetessa;

anche i nomi invariabili di origine straniera possono essere femminili, si dirà perciò: la manager; la leader; la designer ecc;

si può aggiungere donna, prima o (più raramente dopo) dopo il nome della professione: la donna poliziotto; la donna soldato; la donna magistrato.

Se non conoscete alcune parole, usate il dizionario on-line: basta cliccare sulla parola sconosciuta e vi apparirà il significato.

Seleziona la risposta corretta fra quelle disponibili. Se rispondi bene, vedrai lo sfondo diventare di colore verde.

  1. Il femminile di "direttore" è:
    • direttora
    • direttrice
  2. Il femminile di "il dentista" è:
    • la dentista
    • la dentistessa
  3. Il femminile di "architetto" è:
    • architetta
    • architettessa
  4. Il femminile di "avvocato" è:
    • avvocata
    • avvocato
  5. Il femminile di "medico" è:
    • medico
    • medica
  6. Il femminile di "ambasciatore" è:
    • ambasciatora
    • ambasciatrice
  7. Il femminile di "filosofo" è:
    • filosofessa
    • filosofa
  8. Il femminile di "scrittore" è:
    • scrittrice
    • scrittora
  9. Il femminile di "poeta" è:
    • poeta
    • poetessa
  10. Il femminile di "grafico" è:
    • grafichessa
    • grafica

Per la lezione

Prosegui la lettura

Commenti [233]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  1. Carissima Prof.ssa,
    grazie della buona lezione!!!!Molto utile!!!!

  2. Maria Adela scrive:

    Bongiorno Prof.Anna!Ringrazi veramente per l’assistenza nell’ apprendimento della lingua italiana. Le sue lezioni sono sempre molto ben sviluppati e spiegati. Un caloroso abbraccio dall’Argentina, Maria Adela Beninatti

    • Zanichelli Avatar

      Cara Maria Adela, grazie per il tuo gentile commento.
      Un abbraccio anche a te
      Prof. Anna

  3. Ho scoperto il blog da poco … è una vera gioia di leggere le lezioni, imparo sempre di più. Grazie a Lei, grazie a tutti!

    • Zanichelli Avatar

      Cara Francoise, benvenuta su Intercultura blog!
      A presto
      Prof. Anna

  4. maria scrive:

    Molto ciaro e abile a sapere! Grazie Professoressa o preferisce Professore??

    • Zanichelli Avatar

      Cara Maria, sono contenta che sia tutto chiaro!
      Un saluto
      Professoressa Anna

  5. grazie, molto utile e ho potuto imparare…
    avevo alcuni errori

  6. Bongiorno,
    Scrivo senza auito della Francia.Ho una piccola storia da scrivere.Sono andato in Sicilia e ho visto i miei cuggini.I miei sono stati felici che il mio italiano sia piu sereno,anche il fatto che voglio parlare con “applicazione” (réalité,justesse).
    Mi hanno fato la domanda come successo questa “transformazione”.
    Ho risponduto é “Grazia a Zanichelli”.Roberto ma chi é questo Zanichelli?,allora ho detta tutta la verita.
    Buona vacanze a tutti i studenti e insegnate.
    Grazie per tutti.

    • Zanichelli Avatar

      Caro Robert, auguro buone vacanze anche a te!
      A presto
      Prof. Anna

  7. ileana scrive:

    per me molto utile grazie per questo site….

  8. khadija scrive:

    buona sera Prof.Anna:
    E stato utilissimo La ringrazio.

    • Zanichelli Avatar

      Cara Khadija, grazie per il tuo commento.
      A presto
      Prof. Anna

  9. Carissima
    Sono felice di ricevere le vostre lezione, da sempre fanno gli esercizi,vi ringrazio molto.Buon riposo, fino al più presto.
    Abbraccio.

    • Zanichelli Avatar

      Cara Inilceia, grazie per il tuo commento.
      Un saluto
      Prof. Anna

  10. Carlos scrive:

    La ringrazio professoressa delle sue lezioni, sono molto utili per me.

    Miglioro cosí il mio italiano

    Da Ecuador -Sud America

    Carlos

    • Zanichelli Avatar

      Caro Carlos, benvenuto su Interculltura blog!
      A presto
      Prof. Anna

  11. Francy scrive:

    Vedo che Lei ha mantenuto la promessa, La ringrazio infinitamente. 🙂
    Mi ha aiutato davvero moltissimo.
    Comunque vedo che il mio problema con le professioni, e’ un problema anche degli italiani stessi.
    Ho sempre letto e sentito che si dice “il ministro Gelmini” mentre come dice Lei (e anche lo Zingarelli del 2006) e normale dire “la ministra Gelmini” . Avevo anche letto che “il grafico” ha solo il maschile. Mi chiedo come mai ci sia tutta questa ambiguità’ ?
    E’ l’uso che precede la regola o sono le regole che dettano l’uso? Mah, nn avrei mai immaginato che l’italiano fosse cosi’ difficile. 🙂
    Ma i linguisti (intendo pure i dizionari) sono tutti d’accordo su questo punto? A chi tocca l’ ultima parola?
    Spero di non averLa disturbato con tutte queste domande. 🙂
    Le auguro una buona serata.

    Francy

    • Zanichelli Avatar

      Cara Francy, credo che il motivo di questa “confusione” sia la velocità con cui i cambiamenti sociali e culturali sono avvenuti: se ci pensi bene non è da molto tempo che le donne ricoprono certi ruoli sociali e professionali e questi cambiamenti sono avvenuti molto velocemente, la lingua cerca di adeguarsi e di trovare nuove soluzioni, ma più lentamente, ci vuole tempo perché queste vengano accettate e entrino nell’uso comune.
      Un saluto
      Prof. Anna

  12. Francy scrive:

    Capisco…solo che non sara’ facile per noi. 🙂
    La cosa che piu’ mi impressiona die Lei e’ la dedicazione a questo sito, quindi prima di tutto un grande GRAZIE per il tempo che ci regala. 🙂

    • Zanichelli Avatar

      Car Francy, grazie per il tuo commento.
      Un saluto
      Prof. Anna

  13. io ho descoperto quete blog oggi e é molto utile; ioo sto imparando l’italiano, me piace molto. Grazie io sono de Argentina.

  14. michela scrive:

    Come si coniuga al femminile “tecnico di laboratorio biomedico”?grazie in anticipo e un caro saluto.

    • Zanichelli Avatar

      Cara Michela, anche per una donna puoi usare l’espressione “tecnico di laboratorio biomedico”.
      Un saluto
      Prof. Anna

  15. Rita scrive:

    Ho scoperto proprio oggi questo blog è una vera gioia per me..
    Grazie Rita

  16. lulu scrive:

    Se mi devo rivolgere a un uomo dando del Lei è giusto dire:”mi scusi per averla disturbata o devo dire mi scusi per averla disturbato”?Grazie.

    • Zanichelli Avatar

      Cara Lulu, la frase “mi scusi per averla disturbata” è corretta, l’altra invece non va bene.
      Un saluto
      Prof. Anna

  17. grendal scrive:

    Professoressa i suoi insegnamenti sono molto preziosi, la cultura è il bene più importante, continui con le sue amatissime lezioni, un saluto.

  18. berta scrive:

    sto studiando l’italiano. Me piacce molto. Ma piacce imparare molto e per questo indago sempre.Le spiegazione sono chiara e capito tutto. Ci sono parole che no lo so, ma aiuto con il dizionario. Molti gracie. cusa per i sbaglio.

    • Zanichelli Avatar

      Cara Berta, complimenti per il tuo entusiasmo! Continua a seguire le nostre lezioni e vedrai che migliorerai, se hai dei dubbi puoi scrivermi quando vuoi.
      A presto
      Prof. Anna

  19. Nicky scrive:

    Cara prof. Ana,

    Volevo solo un chiarimento da parte tua per quanto riguarda la parola AMBASCIATORE. Mi e stato spiegato che AMBASCIATRICE si chiama la moglie dell’Ambasciatore e mi e’ stato detto che sia al femminile che al maschile la parola rimane sempre AMBASCIATORE. Puo’ essere un’errore o e cosi ?

    Grazie mille

    • Zanichelli Avatar

      Cara Niky, è sempre opportuno usare la forma femminile, quando esiste, anzichè il maschile: quindi è preferibile usare “ambasciatrice”; l’eventuale dubbio che possa trattarsi della moglie di un ambasciatore sarà chiarito dal contesto.
      Un saluto
      Prof. Anna

  20. Gianmaria scrive:

    Gent Prof Anna, ho trovato molto chiara la Sua esposizione delle professioni espresse al femminile e ho apprezzato la spiegazione di come il suffisso -essa sia inadatto, ironico o dispregiativo e non Le nascondo che vigilessa è proprio sgradevole; al pari di il militare/la militare non si può dire il vigile/la vigile?. Al Suo elenco mi permetto di associare soldato che al femminile non può che essere soldata (per il naturals rispetto grammaticale e perchè è una professione che deriva dal verbo assoldare: assoldato/assoldata).
    Da giornalista che per una quindicina d’anni ha seguito il calcio femminile mi permetto di fornirLe una piccola (molto piccola) collaborazione: calciatore, al femminile, non resta invariato, diventa calciatrice.

    • Zanichelli Avatar

      Caro Gianmaria, grazie per il tuo intervento.
      A presto
      Prof. Anna

  21. Daniela scrive:

    Cara Prof. Anna,

    Nella copertina di un libro, sotto il nome della scrittrice, e’ corretto/accettabile scrivere “Autore nominato per il Premio Anthony” ? O dovremmo scrivere “Autrice nominata per il Premio Anthony”?

    Grazie!

    • Zanichelli Avatar

      Car Daniela, è possibile trovare il nome della professione anche al maschile anche se si riferisce ad una donna, quindi è corretto.
      A presto
      Prof. Anna

  22. ottimo articolo scritto molto bene… e complimenti ancora per il tuo blog è molto interessante

    • Zanichelli Avatar

      Caro lettore, grazie per il tuo gentile commento.
      A presto
      Prof. Anna

  23. Daniela scrive:

    Cara Prof. Anna,

    Qual e’ la forma corretta?

    I privilegi dei poliziotti donna…
    I privilegi delle donne poliziotto…
    i privilegi delle poliziotte donna…

    Grazie!

    • Zanichelli Avatar

      Cara Daniela, io direi: “I privilegi delle donne poliziotto…”.
      A presto
      Prof. Anna

  24. Gentilissima prof.Anna,
    le chiedo gentilemnte se bertuccia sia un falso alterato.
    Le chiederei se possibile l’indicazione di una buona grammatica di lingua italiana che risolva anche dubbi.Grazie del suo servizio!Sara

    • Zanichelli Avatar

      Cara Sara, “bertuccia” è un falso alterato; per quanto riguarda la grammatica ti posso consigliare: P. Trifone, M. Palermo “Grammatica italiana di base”, Zanichelli Editore.
      Un saluto
      Prof. Anna

  25. Gentilissima prof.sa Anna,
    le chiedo aiuto rispetto a dei dubbi.
    Bidello è un falso alterato?Orchestra è un derivato?Inverno è concreto?libreria collettivo?nell’analisi grammaticale se un nome è collettivo puo’ essere anche primitivo o derivato?Ad esempio bosco è collettivo, ma anche primitivo? o sbaglio? grazie della sua disponibilità. Saluti Sara

    • Zanichelli Avatar

      Cara Sara, “bidello” non è una alterato, “orchestra” non è un derivato, “inverno” è un nome concreto, con la parola “libreria” si intende anche una raccolta di libri, quindi può essere considerato un nome collettivo; se un nome è collettivo può anche essere primitivo o derivato.
      Un saluto
      Prof. Anna

  26. SARA scrive:

    Gentilissima prof. Anna ho alcuni dubbi : bidello è un falso alterato?orchestra è un nome primitivo?inverno è concreto?(si’ credo perchè lo tocco…lo vedo…)libreria è collettivo?i nomi di città non si dicono primitivi, vero?biblioteca è primitivo? Infine le chiedo un nome collettivo puo’ essere anche un nome primitivo?Pensando al nome bosco credo di si’!La ringrazio in anticipo per la sua risposta e mi scuso per le diverse domande.Saluti Sara

  27. GENTILISSIAM PROF.SA ANNA….HO ALCUNI DUBBI GRAMMATICALI SU NOMI CONCRETI E ASTRATTO.
    NATALE E COMPLEANNO SONO ASTRATTI? GEOGRAFIA è ASTRATTO? BELLEZZA E BUGIA SONO ASTRATTI?GRAZIE TANTE SARA

    • Zanichelli Avatar

      Cara Sara, i nomi che mi scrivi sono tutti astratti.
      Un saluto
      Prof. Anna

  28. e COMPLEANNO è ASTRATTO?GRAZIE.

  29. gianmaria scrive:

    ciao

  30. PINUCCIA scrive:

    Gentilissima prof. Anna,
    falegname è un derivato di legno? o è un primitivo?Grazie

  31. MARCO scrive:

    Gentilissima prof. Anna le chiedo se falegname è un derivato di legno o primitivo.
    Grazie

    • Zanichelli Avatar

      Caro Marco , “falegname” è un nome composto da “fa (fare = lavorare)” e “legname”.
      A presto
      Prof. Anna

  32. Salve prof. Anna,

    ho avuto modo di notare per strada due manifesti pubblicizzanti ognuno una banda musicale.

    Nel primo, essendo maestro un uomo, era scritto: “Direttore e concertatore XY…”

    Nel secondo manifesto, essendo maestro una donna, era scritto: “Direttore e concertatore ZZ…”

    Il secondo non è sbagliato, non dovrebbe essere “Direttrice e concertatrice”?

    Saluti e ringraziamenti in anticipo.

    Lello

    • Zanichelli Avatar

      Caro Raffaele, come è scritto nell’articolo, molto spesso i nomi di professioni vengono lasciati al maschile anche quando si riferiscono a una donna, quindi non è scorretto.
      Un saluto
      Prof. Anna

  33. pinuccia scrive:

    Gentilissima prof. Anna “caramella”è primitivo e falso alterato?grazie Pinuccia

    • Zanichelli Avatar

      Cara Pinuccia, “caramella” è un nome primitivo e un falso alterato.
      A presto
      Prof. Anna

  34. Gentile Anna,
    Caramella e’primitivo ed e’falso alterato?grazie!

  35. PINUCCIA scrive:

    Gentilissima Anna, la ringrazio davvero per la disponibilità che offre. Su questi falsi alterati sono molto indecisa, in quanto ci sono tanti nomi che hanno come suffissi gli alterati ma che in realtà non lo sono. Ad esempio bidello non è un falso alterato, ma caramella si’….ma ho dubbi su diverse parole….giardino, acquolina, acquazzone, fagiolino….tortellini è il diminuitivo di tortelli?canzone è un falso alterato? esiste un libro specifico che li spieghi bene?Grazie emi scusi delle tante richieste!saluti e buona settimana.

    • Zanichelli Avatar

      Cara Pinuccia, “bidello” è un falso alterato, come “giardino”, “acquazzone”e “canzone”, mentre sono alterati “acquolina”, “fagiolino” e “tortellino”; per sapere se un nome è alterato basta consultare il dizionario.
      A presto
      Prof. Anna

  36. PINUCCIA scrive:

    Gentilissima Anna, la ringrazio davvero per la disponibilità che offre. Su questi falsi alterati sono molto indecisa, in quanto ci sono tanti nomi che hanno come suffissi gli alterati ma che in realtà non lo sono. Ad esempio bidello non è un falso alterato….ma ho dubbi su diverse parole….giardino, acquolina, acquazzone, fagiolino….tortellini è il diminuitivo di tortelli?canzone è un falso alterato? esiste un libro specifico che li spieghi bene?Grazie emi scusi delle tante richieste!saluti e buona settimana.

  37. PINUCCIA scrive:

    capitano deriva da capo?giusto?Grazie …

    • Zanichelli Avatar

      Cara Pinuccia, “capitano” non è un nome derivato, ha la stessa radice latina di “capo”, ma è un nome primitivo.
      Un saluto
      Prof. Anna

  38. sara scrive:

    Gentilissima Prof Anna,
    bambino è un nome primitivo o derivato? E bambola? Grazie

    • Zanichelli Avatar

      Cara Sara, sono entrambi nomi primitivi.
      A presto
      Prof. Anna

  39. sarah scrive:

    Gentilissima Prof. Anna, i nomi di città sono da considerarsi primitivi?Acquazzone non è un alterato di acqua e fagiolino è un falso alterato?Come si puo’capire se un nome è un falso alterato?Grazie

    • Zanichelli Avatar

      Cara Sarah, i nomi di città sono nomi “propri” e quindi non bisogna specificare se sono primitivi; “acquazzone” non è un alterato ma è un derivato di “acqua”, mentre “fagiolino” è il diminutivo di “fagiolo”. Possiamo capire se un nome è un falso alterato o un alterato dal significato, per esempio “fagiolino” è una verdura come il “fagiolo” e contiene la parola “fagiolo”; mentre per esepio la parola “delfino” non è assimilabile a nessun altra parola, questo metodo però può non essere facile per gli stranieri, quindi per sapere con certezza se un nome è un falso alterato o un alterato è necessario consultare un buon dizionario.
      Un saluto
      Prof. Anna

  40. marco scrive:

    Fringuello è un falso alterato? Grazie

    • Zanichelli Avatar

      Caro Marco, “fringuello” è un falso alterato.
      A presto
      Prof. Anna

  41. Eccellente per lavorare con gli alunni! Un abbraccio da Tucumán, Argentina!

    • Zanichelli Avatar

      Cara Maria, benvenuta su Intercultura blog!
      A presto
      Prof. Anna

  42. Giulia scrive:

    Gent.le Prof. Anna,
    La ringrazio per questa utile nota, ma sono in dissenso con quanto dice “nel caso di nomi o professioni di particolare prestigio si può lasciare invariata la forma del maschile”. La trovo sbagliata dal punto di vista grammaticale e concettuale. Non c’è motivo grammaticale per cui non si possa anteporre l’articolo al femminile davanti alle forme italianizzate di participi presenti latini: presidente (colui o colei che presiede), sovrintendente (colui o colei che sovrintende), dirigente (colui o colei che dirige): Né c’è motivo per cui non si possa femminilizzare ministro in ministra. E quale sarebbe la ratio? che se diventa femminile, una carica perde prestigio? Sono proiprio questi generi di pregiudizi che un buon uso della lingua dovrebbe aiutare a superare.

    • Zanichelli Avatar

      Cara Giulia, il mio non è un parere personale, ma ho la necessità didattica di fare sapere a qualcuno che sta imparando la nostra lingua che c’è la possibilità di trovare il nome di una professione al maschile anche se è attribuita a una donna.
      Un saluto
      Prof. Anna

  43. sara scrive:

    Gentilissima prof.Anna,ho dei.dubbi sulla divisione in sillabe dei nomi di regione.Esampio:Puglia,Sicilia,Umbria,Lombardia,Calabria,Lazio. Grazie

    • Zanichelli Avatar

      Cara Sara: Pu-glia; Si-ci-lia; Um-bria; Lom-bar-di-a; Ca-la-bria; La-zio.
      Un saluto
      Prof. Anna

  44. sara scrive:

    gentilissima prof. Anna ho dei dubbi rispetto alla divisione in sillabe….i nomi di regione:Puglia, Umbria Lombardia, Lazio,Liguria, come di dividono? Grazie!le chiedo inoltre una buona grammatica di riferimento per tutti i dubbi e le spiegazioni approfondite. Un saluto

  45. sara scrive:

    Mi scusi prof. Anna….e Campania come si divide in sillabe?Vigono delle regole diverse per i nomi di città?Grazie tante

    • Zanichelli Avatar

      Cara Sara, Cam-pa-nia; non ci sono regole particolari per i nomi di città.
      A presto
      Prof. Anna

  46. SARA scrive:

    Gentile prof. Anna e Campania? Ma ci sono elle regole differenti per la divisione in sillabe dei nomi di regione?
    Grazie.

  47. sara scrive:

    Mi scusi prof. Anna e Campania come si divide? Grazie. Ma vigono le regole generali della divisione in sillabe anche per i nomi di città?

  48. Stella scrive:

    Gentilissima prof. Anna per essere sicuri sui nomi derivati,primitivi e alterati è sufficiente avere un buon dizionario? Mi dà qualche indicazione? Inoltre chiedo minestra è un nome primitivo? Grazie Stella

    • Zanichelli Avatar

      Cara Stella, non sempre nei dizionari viene indicato se n nome è primitivo o derivato; occore pensarci, per esempio: “lattaio” contiene la parola “latte” ed è qindi derivato da “latte”, anche nel significato “colui che vende il latte”; “minestra” è primitivo.
      Un saluto
      Prof. Anna

  49. azzurra scrive:

    ciaooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo

  50. azzurra scrive:

    come va tutto bene 🙂

  51. SARA scrive:

    Gentile prof Anna ho fatto un pò di confusione….bidello e giardino sono nomi primitivi e falsi alterati…mentre acquazzone E canzone sono derivati infine tortellino e fagiolino alterati di fagiolo e tortello?GRAZIE!

    • Zanichelli Avatar

      Cara Sara, “bidello”, “giardino” e “canzone” sono primitivi; “acquazzone” è derivato da “acqua”, “tortellino” e “fagiolino” sono alterati.
      A presto
      Prof. Anna

  52. Pina scrive:

    Gentile Anna panettone è un nome primitivo , ma anche un FALSO alterato? Perchè non è un grande pane?
    Sono FALSI ALTERATI : fringuello, cancello ,rubino ,cassetto, pattini, fettuccia e campione? O alcuni di essi sono semplicementi primitivi e quindi non falsi alterati perchè non hanno nessun rimando come per esempio il lampone non è un grande lampo? Grazie

    • Zanichelli Avatar

      Cara Pina, “panettone” non è un alterato di pane, un nome primitivo può essere anche un falso alterato, quelli che mi scrivi infatti sono falsi alterati, tranne “fetuccia” che può essere un diminutivo di “fetta”.
      Un saluto
      Prof. Anna

  53. Angelo scrive:

    Gent.le Prof.Anna
    Quando un sostantivo termina con la “e” da cosa si può riconoscere se è maschile o femminile?
    Grazie

    • Zanichelli Avatar

      Caro Angelo, in questo caso è l’articolo che precede il nome a dirci se questo è maschile o femminile.
      Un saluto
      Prof. Anna

  54. Gentile professoressa Anna, ho seguito la sua lezione e indubbiamente è utile e interessante. D’altronde tutto ciò che va a migliorare la piattaforma culturale e nozionistica del nostro parenchima sociale va salutato con grande plauso e approvazione. La rete, se usata correttamente, è un immenso patrimonio in questo senso, anche se, purtroppo, sono pochi che nutrono interesse per queste importanti sfumature della nostra lingua madre. Da sempre propugno la necessità di contribuire ad apportare un miglioramento all’uso dell’italiano e, nel mio piccolo l’ho sempre fatto, da direttore di testate giornalistiche e da capo ufficio stampa, trasmettendo ai miei ragazzi quelle regole tanto fondamentali quanto spesso ignorate. E ho scoperto con grande delusione che spesso la scuola abdica alla sua funzione formativa e così mi sono imbattuto in lacune a dir poco imbarazzanti per ragazzi quasi sempre laureati a pieni voti. Ciò va a corroborare l’approvazione piena per il suo contributo didattico. Tuttavia sono costretto a muovere un’obiezione in merito al femminile di avvocato. Censurando a priori l’ipotesi, purtroppo diffusa anche tra giuristi, di avvocatessa, non ritengo ammissibile comunque propendere per l’invariabilità del termine, solo, probabilmente, per un fatto di orecchio. Avvocato termina in o e non si comprende perché non debba esserci un femminile in a, come la regola e la logica deduttiva imporrebbero, e perciò avvocata. Come tutti sappiamo il termine deriva dal latino advocatus-a-um (chiamare a sé). D’altronde tale convinzione è stata fatta da sempre sua dal grande Aldo Gabrielli, colui che considero il più grande linguista che l’Italia abbia mai avuto, non significherebbe altro che applicare semplicemente la regola che lei stessa ha sostenuto.
    Cordialità.

    Antonello De Pierro

    • Zanichelli Avatar

      Caro Antonello, grazie per il tuo contributo.
      A presto
      Prof. Anna

  55. sara scrive:

    Buongiorno!Biglietto e genitori sono nomi primitivi?
    Grazie!

    • Zanichelli Avatar

      Cara Sara, sono nomi primitivi.
      A presto
      Prof. Anna

  56. stefania scrive:

    biancheria è un nime derivato? E ombrello?

    • Zanichelli Avatar

      Car Stefania, “ombrello” è un nome primitivo.
      A presto
      Prof. Anna

  57. rosa scrive:

    La parola verdura è derivata o primitiva?
    Grazie.

    • Zanichelli Avatar

      Cara Rosa, è primitiva.
      A presto
      Prof. Anna

  58. Leonardo scrive:

    Cara Prof. Anna,
    Questo blog è proprio grande! Per fortuna l’ho trovato. Mi ha già aiutato un sacco! Mille grazie!!!
    -Leo

    • Zanichelli Avatar

      Caro Leonardo, benvenuto su Intercultura blog!
      A presto
      Prof. Anna

  59. Andrea scrive:

    Gentilissima Professoressa Anna

    Per una lettera o email formale quale di questi appellativi con relativo titolo è corretto
    Gent.ma architetto Sara…
    Gent.mo architetto Mara…
    Gent.ma architetta Chiara…

    Grazie
    Andrea

    • Zanichelli Avatar

      Caro Andrea, scriverei “Gent.mo architetto” o più semplicemente “Gentile architetto”.
      A presto
      Prof. Anna

  60. Sara scrive:

    Buongiorno Prof.Anna.
    Ho un dubbio mostriciattolo è un nome comune di cosa? Anche se si puo’ riferire a persone o animale?Grazie

    • Zanichelli Avatar

      Cara Sara, è un nome comune di cosa alterato.
      A presto
      Prof. Anna

  61. Sara scrive:

    Inverno e natura sono considerati concreti?

    • Zanichelli Avatar

      Cara Sara, sono nomi concreti.
      Un saluto
      Prof. Anna

  62. Sara scrive:

    Buongiorno prof. Amna! Montagna deriva da monte e collina da monte? Grazie

    • Zanichelli Avatar

      Cara Sara, “montagna” e “collina” sono due nomi primitivi.
      A presto
      Prof. Anna

  63. Pina scrive:

    Gentile Anna quando si fa l’analisi grammaticale di nomi collettivi ad esempio: biblioteca…devo dire che è un nome collettivo, ma anche primitivo? O in questo caso per una verifica è sufficiente dire collettivo? Grazie!

    • Zanichelli Avatar

      Cara Pina, è sufficiente dire “collettivo”.
      Un saluto
      Prof. Anna

  64. annalisa scrive:

    Buongiorno Prof.Anna
    Lombardia è un nome astratto?
    Branco è un nome collettivo di cosa?
    Grazie
    saluti
    Annalisa

    • Zanichelli Avatar

      Cara Annalisa, “Lombardia” è un nome proprio, “branco” è un gruppo di animali della stessa specie.
      A presto
      Prof. Anna

  65. Pinuccia scrive:

    buongiorno posso considerare zoo un nome collettivo ?Esprime un insieme animali.Grazie

  66. Beatrice scrive:

    Prof.Anna,mi può dire se comandante è primitivo o derivato?
    Grazie.

    • Zanichelli Avatar

      Cara Beatrice, come sostantivo è primitivo, è anche il participio presente di “comandare”.
      Un saluto
      Prof. Anna

  67. Pamela scrive:

    Buon giorno mi può dire se biscotti è un nome composto

    • Zanichelli Avatar

      Cara Pamela, “biscotti” non è un nome composto.
      A presto
      Prof. Anna

  68. Francesco scrive:

    Buongiorno Prof., volevo chiederle, quali tra le seguenti alternative è un nome primitivo?
    poscritto
    scritto
    scrittore
    scrittura
    scritturasbie.
    Grazie.

    • Zanichelli Avatar

      Caro Francesco, “scritto” è un nome primitivo.
      Un saluto
      Prof. Anna

  69. violetta scrive:

    ma il verbo richiede sempre l ausiliare?oppure il facoltativo

    • Zanichelli Avatar

      Cara Violetta, l’ausiliare è necessario nei tempi composti come passato prossimo, trapassato prossimo ecc.
      Un saluto
      Prof. Anna

  70. Sara scrive:

    Gent.ma Anna…parlando di analisi logica,.nella frase: “A me piace la geografia a te la storia”
    A me a te sono completamente di termine? Soggetto sottinteso. ?.noi?
    GRAZIE.Le chiedo inoltre se zoo è nome collettivo . Grazie!

    • Zanichelli Avatar

      Cara Sara, “a me” e “a te” sono complementi di termine, il soggetto è “la geografia” e “la storia”: “la geografia piace a me, la storia piace a te”.
      Un saluto
      Prof. Anna

  71. Sara scrive:

    Gent.ma Anna nella frase “La sorella minore di Paolo studia danza” in analisi grammaticale “minore di” è comparativo di min8ranza o maggioranza speciale? Grazie !

    • Zanichelli Avatar

      Cara Sara, “minore” è il comparativo di maggioranza dell’aggettivo “piccolo”, alcuni aggettivi hanno comparativi che si dicono “sintetici” perché formati da una sola parola che convivono con quelle regolari: minore=più piccolo.
      Un saluto
      Prof. Anna

  72. Pinuccia scrive:

    Nella frase “La sorella minore di Paolo studia danza” in analisi grammaticale minore è un.comparativo speciale….?

    • Zanichelli Avatar

      Cara Pinuccia, “minore” è comparativo di maggioranza sintetico di “piccolo”.
      A presto
      Prof. Anna

  73. analisi logica: Quel signore è il sindaco della città. ?… Quel signore sogg +attributo, è p.verbale, il sindaco completare oggetto , della città comp di specif
    Quindi quanto è verbo essere è da solo è sempre pv ? GRAZIE

    • Zanichelli Avatar

      Cara Giuseppina, quel signore=soggetto, è il sindaco = predicato nominale (è-copula, il sidaco-parte nominale), della città=complemento di specificazione.
      Un saluto
      Prof. Anna

  74. Per merenda…può essere considerato compl di tempo?
    I miei cugini sono partiti per le vacanze….per le vacanze causa o fine?
    IL cane passeggiava con un collare rosso….con un collare rosso….unione più attributo?
    INFINE Il branco di pesci…di pesci specifiche?
    GRAZIE TANTE PROF ANNA.

    P.s.”La grammatica italiana per TUTTI “DELLA Giunti è un valido sostegno?

  75. Per merenda…può essere considerato compl di tempo?
    I miei cugini sono partiti per le vacanze….per le vacanze causa o fine?
    IL cane passeggiava con un collare rosso….con un collare rosso….unione più attributo?
    INFINE Il branco di pesci…di pesci specifiche?
    GRAZIE TANTE PROF ANNAP.s.”La grammatica italiana per TUTTI “DELLA Giunti è un valido sostegno?

    • Zanichelli Avatar

      Cara Giuseppina, “per merenda” e “per le vacanze” sono due complementi di fine, le altre tue ipotesi sono corrette, “di pesci” è un complemento di specificazione; la grammatica che citi è sicuramente un valido aiuto.
      A presto
      Prof. Anna

  76. Intendevo branco è sogg e di pesci compl di specificazione? GRAZIE!

    • Zanichelli Avatar

      Cara Giuseppina, non so se “branco” è il soggetto, perché non i hai scritto la frase intera (è il soggetto se è colui che compie l’azione espressa dal verbo), comunque “di pesci” è complemento di specificazione.
      Un saluto
      Prof. Anna

  77. Alfredo scrive:

    Gent.ssima Prof Anna, le chiedo.. rivolgendosi ad un professore, quale di queste frasi è corretta:
    a) ..vorrei tenerla aggiornata
    b) ….vorrei tenerla aggiornato …penso la seconda…o entrambe?
    GRAZIE

    • Zanichelli Avatar

      Caro Alfredo, è corretta la frase -b-.
      Un saluto
      Prof. Anna

  78. Il branco=sogg
    di pesci=specif
    raggiunse= pv
    la superficie= c.oggetto
    dell’acqua= specif.
    Questa era la frase! Grazie

    • Zanichelli Avatar

      Cara Giuseppina, l’analisi è corretta.
      Un saluto
      Prof. Anna

  79. Pina scrive:

    Il branco di pesci raggiunse la superficie dell’acqua.
    Grazie! Il branco è soggetto?

    • Zanichelli Avatar

      Cara Pina, “il branco” è il soggetto.
      A presto
      Prof. Anna

  80. marco scrive:

    Buongiorno Prof Anna…in analisi grammaticale “Con cui” si analizza tutto insieme dicendo che è un pronome relativo oppure Con=Prep.semplice e cui=Pronome relativo…Invece Del quale tutto pronome relativo?
    Infine…..Ho conosciuto un ragazzo che mi piace…in analisi logica che è soggetto mi piace complemento di termine? Grazie!

    • Zanichelli Avatar

      Caro Marco, si analizza separatamente la preposizione dal pronome relativo in entrambi i casi; che=soggetto, piace=predicato, mi=complemento di termine.
      Un saluto
      Prof. Anna

  81. PINA scrive:

    GENT.MA PROF ANNA..HO ALCUNI DUBBI RISPETTO ALL’ANALISI LOGICA.
    1-QUESTO è MIO CUGINO DI CUI TI HO AVEVO PARLATO.
    QUESTO SOGG, è MIO CUG. P.N., DI CUI….COS’è?, TI COMP. DI TERM,PARLATO P.V.
    2-DOMANI CI FARANNO LA VACCINAZIONE. CI COMPL DI TERMINE…?A CHI? A NOI…
    3-DAGLIELA. TU SOG SOT. DA è PV,GLI è COMPL TERMINE E LA è COMPL OGG…ED E COS’è?
    LA RINGRAZIO.

    • Zanichelli Avatar

      Cara Pina, “di cui” è complemento di argomento; 2- ci= complemento di termine; 3- -e- non è nulla, il pronome -gli- quando è seguito da un altro pronome si trasforma in -glie-.
      Un saluto
      Prof. Anna

  82. gabry scrive:

    grazie dell’ ottima spiegazione e del fantastico approfondimento.
    grazie di tutto lo scolaro
    TIRLONI GABRIELE

    • Zanichelli Avatar

      Caro Gabry, benvenuto su Intercultura blog!
      A presto
      Prof. Anna

  83. Raul scrive:

    Buongiorno Prof Anna, volevo sapere il significato di “ista” alla fine di una parola, ad esempio : giornalista, alpinista, pianista , artista, barista. potrebbe essere colui che fa? (sono madrelingua spagnolo)

    • Zanichelli Avatar

      Caro Raul, la tua ipotesi è corretta, il suffisso -ista- indica la persona che svolge un attività.
      A presto
      Prof. Anna

  84. Eviss scrive:

    Gentile Prof. Anna,
    Innanzitutto La ringrazio molto per il Suo lavoro!
    La mia domanda riguarda le professioni. Se ci sono i nomi di professione che non finiscono in -ista, ma rimangono invariati in femminile, che articolo bisogna usare: il guida – la guida? O rimane sempre l’articolo femminile “la guida” anche per i maschi?

    Cordiali saluti,

    Eviss

    • Zanichelli Avatar

      Cara Eviss, “la guida” rimane invariato anche se riferito a un uomo.
      A presto
      Prof. Anna

  85. Patrizia scrive:

    Buongiorno. Un dubbio mi assale:un nome è primitivo solo se da questo derivano altri nomi? Intendo dire sono primitivi solo nomi come carta, acqua, pane ecc.o sono primitivi anche tutti gli altri nomi che non danno origine ad altri nomi, come marmellata,mattonella ecc?

    Grazie

    • Zanichelli Avatar

      Cara Patrizia, sono primitivi i nomi che non che non si è sviluppato da un altro per alterazione o derivazione (anche se non danno origine ad altri nomi), quindi “marmellata” è primitvo, mentre “matonella” è un dominutivo di “mattone”.
      Un saluto
      Prof. Annna

  86. Patrizia scrive:

    Grazie mille per la cortese risposta.

  87. Rino scrive:

    Perchè la comunisa Boldrini vuole farsi chiamare presidenta?
    E’ corretto?
    Grazie Prof.

    • Zanichelli Avatar

      Caro Rino, non “la presidenta”, che non è corretto, ma “la presidente” per una questione di parità di genere linguistica.
      Un saluto
      Prof. Anna

  88. Rino scrive:

    Forse ne saprà una più della professoressa d’italiano:-)

  89. Rino scrive:

    La presidenta la vedo stralunata è corretto?

    • Zanichelli Avatar

      Caro Rino, è corretto “la presidente”.
      Un saluto
      Prof. Anna

  90. Pinuccia scrive:

    Nella frase: I bambin,i a due a due,scendevano le scale…..a due a due aggettivo o propone numerate

    • Zanichelli Avatar

      Cara Pinuccia, è un pronome numerale distributivo.
      Un saluto
      Prof. Anna

  91. Pinuccia scrive:

    Grazie

  92. Rino scrive:

    E il sindaco donna?
    La sindaca; Non sarebbe male. La guardia, il guardio; No! sto delirando:-)
    Grazie.

  93. Martina scrive:

    Ma della parola “campione”, il suo derivato qual’é?

    • Zanichelli Avatar

      Cara Matina, per esempio “campionissimo” che significa una altleta che si è particolarmente distinto per numero di vittorie; non è detto comunque che un nome debba avere un derivato.
      A presto
      Prof. Anna

  94. Amina scrive:

    Professoressa Anna,

    Ho un dubbio:

    In italiano si dice “Facoltà di Fonoaudiologia?”

    Chi si laurea in questo corso diventa… qual è il nome del professionista che lavora in quest’area?

    Grazie

    • Zanichelli Avatar

      Cara Amina, si diventa foniatri, il professionista è il foniatra.
      Un saluto
      Prof. Anna

  95. Buongiorno. ?..latte e sole sono nomi invariabili?
    GRAZIE

    • Zanichelli Avatar

      Cara Giuseppina, non sono invariabili.
      Un saluto
      Prof. Anna

  96. Amina scrive:

    Professoressa Anna,

    Ho un dubbio. Per esempio, una persona che studia amministrazione diventa:

    Amministratore (maschile). Come sarebbe il femminile? Si usa spesso?

    Grazie mille

    • Zanichelli Avatar

      Cara Amina, il femminile è “amministratrice” e si usa spesso.
      Un saluto
      Prof. Anna

  97. Amina scrive:

    Professoressa Anna,

    Grazie mille!

    Amina

  98. Spero che riceva anche la mia opinione che sia essa rossa oppure verde a seconda di quanto la maggioranza sia ragionevole o meno

  99. la avvocata è avvocata, l’ho avvocata, le ho data la mia voce, mi rappresenta, me la porta in giro, participio femminile di avvocare, a lei, non la avvocherei :-), mi perdoni. C’è gia la clinica medica, la patologia medica, se n’è accorta, tesora? Non me ne voglia! sSo che debba essere politicaly and ethicaly correct

    • Zanichelli Avatar

      Caro Emilio, non capito bene qual è la tua opinione. Se vuoi puoi provare a spiegarmela di nuovo.
      A presto
      Prof. Anna

  100. Amina scrive:

    Professoressa Anna,
    Non capisco cosa vuol dire la parola “impiegato” in italiano. Potrebbe farmi degli esempi, per favore?
    Grazie
    Amina

    • Zanichelli Avatar

      Cara Amina, un “impiegato” è un dipendente che si occupa di lavori non manuali (si può occupare per esempio di contabilità o amministrazione ecc.) in uffici pubblici o privati, per esempio un “impiegato pubblico” lavora presso un ente pubblico (Comune, Provincia, ecc), oppure un impiegato può lavorare presso un azienda privata. Spero di aver chiarito il tuo dubbio.
      A presto
      Prof. Anna

  101. carissima prof.Anna
    LA Sua spiegazione e’ benissima
    mi chiamo Mostafa Elhalwany sono egiziano d’Alessandria
    studio l’italiano da un anno e un mese e vorrei diventare un professore nella lingua italiana.
    ho sostenuto l’esame di cils b1 il 12 giugno 2015
    e vorrei continuare lo studio in italia.
    mi dica cosa faccio?

    • Zanichelli Avatar

      Caro Mostafa, complimenti! Se vuoi prosegiuire il tuoi studi in Italia, puoi considerare le università di Lettere e scegliere esami relativi alla linguistica e alla glottodidattica per poi diventare professore di italiano. Prova a consultare i programmi e i percorsi di studio online.
      In bocca al lupo!
      Prof. Anna

  102. Andrea scrive:

    Grazie per questi utili consigli! Un saluto! =)

    • Zanichelli Avatar

      Caro Andrea, benvenuto su Intercultura blog!
      A presto
      Prof. Anna

  103. Amina scrive:

    Grazie mille, professoressa Anna!
    Un saluto
    Amina

  104. Buongiorno.
    Come mai se i mestieri finiscono in iere si scrive ingegnere ?
    Anche su questo blog in “Rare sono le forme”
    Già che ci sono Le chiedo: si scrive Pasticciere per la professione ma la Crema Pasticcera non vuole la “i”, giusto ?
    Grazie di un chiarimento
    Kitty

    • Zanichelli Avatar

      Cara Kitty, si scrive “ingegnere” e “pasticciere” ma anche “pasticcere” ma solo “pasticciera”.
      Un saluto
      Prof. Anna

  105. Ciao anna, si puo dire al posto di post láurea, dopo láurea?

    • Zanichelli Avatar

      Cara Valeria, dipende dal contesto in cui usi questa espressione, in quale frase vorresti utilizzarla?
      Un saluto
      Prof. Anna

  106. sabina scrive:

    Però sull’enciclopedia http://www.treccani.it si usa ‘avvocatessa’ normalmente…

  107. Perché avvocato donna e non architetto donna? Io sono architetto (femminile)
    trovo che il femminile architetta sebbene etimologicamente corretto ( così pare) sia all’udito offensivo come spesso la desinenza essa in altri femminili. Spero che come medico e come avvocato sia architetto donna. Grazie. Lida Ravaglia

    • Zanichelli Avatar

      Cara Lida, il femminile di “architetto” è “architetta”, ma come dici tu, è una forma che non viene utilizzata frequentemente.
      Un saluto
      Prof. Anna

  108. Roby scrive:

    Leggendo tutti questi commenti mi rendo conto di quanto io conosca poco la mia linua 🙁

  109. Buongiono.Anna…..farmacista deriva da farmacia.o farmaco?
    Grazie Sara

    • Zanichelli Avatar

      Cara Sara Giovanna, deriva da “farmacia”.
      A presto
      Prof. Anna

  110. Me la prendo quando il mio nipotino non mi vuole credere. Gli ho detto che la professione di calciatore non ha femminile e che per renderlo femminile bisogna scrivere calciatore donna.

    • Zanichelli Avatar

      Cara Nonna Jole, la questione non è così semplice: secondo alcuni dizionari la parola “calciatrice” esiste come femminile di “calciatore”, altri invece non la riportano.
      A presto
      Prof. Anna

      • Sara scrive:

        Gentile Anna mi scusi per errore ho inviato due volte la stessa domanda.Le vorrei chiedere nella frase” Ieri ho comprato un.vestito da cerimonia”…….cerimonia lo.considero.nome, ma potrebbe essere aggettivo?In teoria l.aggettivo non.è però preceduto da preposizione…..ma se dico Il mondo è abitato da stranissime creature sì!Grazie per il chiarimento!

        • Zanichelli Avatar

          Cara Sara, la preposizione “da” può introdurre vari tipi di complementi, nel caso di “da cerimonia” introduce un complemento di fine (indica cioè la finalità), mentre nel secondo caso (da stranissime creature) introduce un complemento d’agente che indica l’essere animato da cui è compiuta l’azione espressa da un verbo passivo (è abitato), questo se devi fare l’analisi logica. In analisi grammaticale invece “cerimonia” è un nome comune di cosa femminile singolare e dovrà essere analizzato separatamente dalla preposizione semplice “da”. Spero di aver chiarito il tuo dubbio.
          Un saluto
          Prof. Anna

          • Sara scrive:

            Sì chiarissima.grazie!Le chiedo ancora nelle un chiarimento nell ‘uso del che congiunzione è giusto dire:Marta ha negato che abbia mangiato le caramelle. In.ogni caso nella.congiunzione che posso usare diversi modi dei verbi?Grazie

          • Zanichelli Avatar

            Cara Sara, quando c’è identità di soggetto tra reggente e dipendente, cioè la reggente e la dipendente hanno lo stesso soggetto, in questo caso “Marta”, è meglio usare la forma implicita con di+infinito: “Marta ha negato di aver mangiato le caramelle”, ma la frase che mi scrivi non è scorretta e l’uso del congiuntivo dopo “negare” è corretto. Dopo “che” possono esserci diversi modi verbali, dipende dal tipo di subordinata che introduce.
            A presto
            Prof. Anna

  111. Sara scrive:

    Buonasera Anna!farmacista deriva,da farmacia?Grazie sara

    • Zanichelli Avatar

      Cara Sara, la tua ipotesi è corretta.
      A presto
      Prof. Anna

  112. Sara scrive:

    Buongiorno Anna nella frase:’Il cappello è appeso nell’armadio è v essere è ausiliare di appendere!Grazie Sara

    • Zanichelli Avatar

      Cara Sara, il verbo “essere” è l’ausiliare della forma passiva “è appeso”, nella forma attiva l’ausiliare di “appendere” è “avere” (io ho appeso il cappello).
      Un saluto
      Prof. Anna

  113. Sara scrive:

    I nomi dei mesi sono propri e concreti?grazieee

    • Zanichelli Avatar

      Cara Sara, non sono nomi propri (infatti si scrivono con la minuscola) e non sono nemmeno concreti, anche se le categorie di nome concreto e nome astratto non sono universalmente accettate e a volte alcuni nomi possono appartenere ora alla categoria dei nomi astratti ora a quella dei nomi concreti, secondo il contesto e l’uso.
      A presto
      Prof. Anna

  114. PINuccia scrive:

    L aggettivo qualificativo può essere preceduto da preposizione?
    Le foglie verdi brillavano e il paesaggio sembrava un immenso campo da golf.
    Golf è agg?mi consiglia un.buona grammatica di.l italiana un po’ più specifica e approfondita?
    Grazie

  115. Marco scrive:

    Buonasera Anna.Mi scusi nella frase….Chiara è la più piccola delle sorelline , parlando di analisi grammarticali, più piccola è superlativo relativo?grazie

    • Zanichelli Avatar

      Caro Marco, “la più piccola” è superlativo relativo.
      Un saluto
      Prof. Anna

  116. marco scrive:

    Buonasera Anna! Nella frase Chiara è la più piccola delle sorelle, in analisi grammi più piccola è superlativo relativo? Grazie Marco

  117. marco scrive:

    Quindi mi scusi Anna la nn si deve analizzare come articolo è la più piccola come superlativo relativo? Grazie molte

    • Zanichelli Avatar

      Caro Marco: la più piccola = aggettivo qualificativo di grado superlativo relativo, femminile, singolare.
      A presto
      Prof. Anna

  118. Pinuccia scrive:

    Buonasera Anna, il che relativo può essere sia complemento oggetto che soggetto? Se completa oggetto vuol dire che è diverso dal soggetto.
    anche particelle pronomi nali possono essere completamente oggetto, in quali casi.graziebinfinite

  119. marco scrive:

    Mi scusi Anna , a proposito della mia domanda precedente, se devo fare analisi grammaticale….la non devo dire che è articolo, ma direttamente che la più piccola è super latino relativo

  120. sara scrive:

    Buona sera nella frase in un programma televisivo ho osservato dei cavalli selvatici, dei è articolo partitivo o prepreposizione articolata?? Grazie

    • Zanichelli Avatar

      Cara Sara, si tratta di un articolo partitivo.
      A presto
      Prof. Anna

  121. Sara scrive:

    Buonasera Anna esiste il.plurale di latte, quindi latti?grazie Sara

  122. PINuccia scrive:

    Buongiorno Anna!pappagallo è nome.collettivo??nome più nome?grazieee

    • Zanichelli Avatar

      Cara Pinuccia, “pappagallo” non è un nome composto, cioè un nome composto da due o più parole unite insieme (mentre i nomi collettivi indicano un insieme di persone, cose o animali riuniti in un gruppo in un’unica parola al singolare, come ad esempio “branco”).
      Un saluto
      Prof. Anna

  123. PINuccia scrive:

    Gentile.Anna, i nomi difettivi mancano del plurale o.singolare, mentre gli.invariabili non.cambiano al fem.o maschile.consultando il.dizionario posso togliermi ogni dubbio?Ad esempio tenebre coraggio libertà Pasqua sud costanza rame equatore sonno burro maggio sono tutti invariabili e non difettivi?Grazie!

    • Zanichelli Avatar

      Cara Pinuccia, i nomi invariabili sono quelli che hanno la medesima forma al singolare e al plurale come ad esempio “libertà” (la libertà; le libertà); mentre i nomi che mancano o della forma singolare o di quella plurale sono detti nomi difettivi. Sono difettivi: “coraggio”, “sud”, “equatore”, “maggio”, “burro”, “rame”, “costanza”, mentre “tenebre” ha il singolare in “tenebra”.
      Un saluto
      Prof. Anna

  124. PINuccia scrive:

    Scusi Anna allora pappagallo è primitivo?Non.mi.sno.spiegata bene nella.domanda precedente!Grazie

    • Zanichelli Avatar

      Cara Pinuccia, “pappagallo” è un nome primitivo.
      A presto
      Prof. Anna

  125. PINuccia scrive:

    Buonasera Anna oculiasta deriva da occhio?Nella frase : le spighe mature crescono nei campi con il sole caldo,con il sole caldo e’, in.a.logica, compl di unione o mezzo?
    Durante la lezione Claudia seguiva l insegnante, l insegnante e”compl oggetto?Infinite gli amici hanno portato” una scatola di cioccolatini e dei fiori” e’ tutto comp di specificazione?grazie mille buona serata

    • Zanichelli Avatar

      Cara Pinuccia, la parola “oculista” non deriva direttamente da “occhio”, ma, come molti termini relativi alla medicina, deriva dal latino “oculus”. In questo caso il complemento introdotto da “con” è un complemento di mezzo; “l’insegnante” è complemento oggetto, “di cioccolatini” è complemento di specificazione, mentre “una scatola” e “dei fiori” sono complemento oggetto, “dei” in questo caso è un articolo partitivo.
      A presto
      Prof. Anna

  126. PINuccia scrive:

    Forse dei fiori e”comp oggetto introdotto da art partitivo…..

  127. Anna scrive:

    “essa” diventa dispregiativo e le professioni “prestigiose” restano al maschile….? Professore Anna si adegui ai tempi.

  128. Cara professoressa Anna ,come si chiama in italiano il professionista che agevola e sbriga alcune faccende o commissioni per chi non ha il tempo di svolgerle.Una persona che paghi per risolvere al tuo posto questioni legate a documenti come passaporto ,la patente ecc..
    Questa persona sarebbe lo spedizioniere o non c’entra niente?
    In attesa della risposta già la ringrazio

    • Zanichelli Avatar

      Cara Maria Cristina, può chiamarsi, in maniera generica, “assistente”.
      Un saluto
      Prof. Anna

  129. giacomo scrive:

    siamo bravi e tosti

  130. Anna scrive:

    Riferendoci ad una donna che lavoro in un laboratorio è preferibile dire il tecnico di laboratorio o solo la tecnica. Grazie

    • Zanichelli Avatar

      Cara Anna, sarebbe corretto dire “la tecnica di laboratorio”.
      A presto
      Prof. Anna

  131. Giovanni scrive:

    Falegname è derivato?

    • Zanichelli Avatar

      Caro Giovanni, il nome “falegname” è composto dal tema del verbo “fare” e “legname”.
      A presto
      Prof. Anna