In farmacia

Prof. Anna
La lingua italiana,   Lessico,   Negozi,   Salute

Cari lettori e care lettrici di Intecultura blog, era da parecchi anni che in Italia non nevicava così tanto, le temperature sono scese quasi ovunque sotto lo zero, insomma siamo nel cuore nell’inverno, un inverno molto rigido a quanto pare! 

Mi sembra che possa essere utile proporvi un articolo sulla terminologia legata ai farmaci, infatti, con questo freddo, è più facile ammalarsi e di conseguenza si può aver bisogno di acquistare farmaci specifici.

Ovviamente la prevenzione è sempre la migliore medicina, quindi copritevi bene prima di uscire a godervi questo paesaggio così surreale!

Buona lettura

Prof. Anna

Leggete il seguente dialogo tra Marco e il farmacista e fate attenzione alle parole che non conoscete.

Marco: Buongiorno.

Farmacista: Buongiorno, La posso aiutare?

 

Marco: Sì, grazie. Ho una ricetta del medico.

Farmacista: Vediamo: gocce e compresse effervescenti contro la febbre. Sa come le deve prendere?

Marco: Non so, non mi ricordo.

Farmacista: Può guardare sulla ricetta o sul foglio illustrativo; comunque le deve prendere per una settimana, tre volte al giorno.

Marco: Prima o dopo i pasti?

Farmacista: Vanno prese dopo i pasti.

Marco: Questo farmaco ha effetti collaterali?

Farmacista: Può dare un po’ di sonnolenza.

Marco: Grazie, quant’è?

Farmacista: Dieci euro.

Il dialogo che avete appena letto ci da alcune informazioni su quello che dobbiamo sapere quando acquistiamo un farmaco:

come si presenta?

a cosa serve?

quando e come deve essere assunto?

quali effetti collaterali può causare?

Tutte queste informazioni si possono chiedere al farmacista oppure si possono trovare nel foglietto illustrativo (detto anche "bugiardino"), ovvero quel foglio che troviamo all’interno della confezione del medicinale; il linguaggio usato è però molto specifico e spesso non è facile capire i termini che vengono usati.

Facciamo intanto una distinzione tra i farmaci da banco e i farmaci che si possono comprare solo con la ricetta medica.

I farmaci da banco sono quei farmaci che per la loro composizione e il loro obbiettivo terapeutico possono essere acquistati e utilizzati senza l’intervento di un medico, questo non significa che non si possa chiedere informazioni al medico o fare una visita quando si decide di assumere uno di questi farmaci. La confezione esterna di questa categoria di farmaci deve riportare la dicitura: "Farmaco senza obbligo di ricetta", esattamente come nell’immagine seguente:

farmaci da banco

Gli altri farmaci invece necessitano della ricetta del medico per essere acquistati.

Vediamo ora quali sono le indicazioni che ci da il foglio illustrativo di un medicinale:

• Come si presentasi riferisce alla forma con cui i medicinali si presentano, potranno essere:

compresse; compresse effervescenti (cioè che si sciolgono nell’acqua); capsule; sciroppi; gocce; pomate; supposte;

può essere anche indicato l’uso che se ne deve fare:

per uso orale: si assumono per bocca (nel caso di compresse, sciroppi, ecc.);

per uso topico: significa che il medicinale deve essere applicato direttamente sulla parte malata (nel caso di pomate, gel o spray per il naso);

Che cosa è ⇒ si riferisce alla tipologia del medicinale, vediamo quali sono le più frequenti:

analgesiciantidolorifici: farmaci che combattono il dolore (mal di testa, mal di denti ecc.);

antipiretici: farmaci che combattono la febbre e i sintomi influenzali;

decongestionanti nasali: liberano il naso e aiutano a respirare meglio in caso di raffreddore e naso chiuso (di solito sotto forma di spray);

Indicazioni terapeutiche – perché si usa ⇒ in questa parte vengono elencati i disturbi che il farmaco può combattere;

Controindicazioni – quando non deve essere usato ⇒ qui vengono elencati i casi in cui il medicinale non dovrebbe essere utilizzato, per esempio in gravidanza, in caso di allergie o malattie croniche; conoscere le controindicazioni di un farmaco ci permette di non utilizzarlo in modo improprio;

È importante sapere che ⇒ vengono elencate alcune indicazioni generali sugli effetti del farmaco, per esempio se l’assunzione del farmaco può alterare la capacità di guidare la macchina, ecc.;

Effetti indesiderati Effetti collaterali ⇒ ogni farmaco può esercitare sul nostro organismo più azioni, quindi può capitare che un farmaco provochi delle reazioni che non ci aspettiamo e che non desideriamo (appunto "effetti indesiderati"), per esempio: sonnolenza (cioè fa venire sonno), nausea, fino ad effetti molto più gravi; è quindi molto importante sapere quali effetti indesiderati può causare il farmaco che decidiamo di assumere;

Come usare questo medicinale:

Quanto viene indicato il dosaggio, ovvero quanto medicinale si può assumere al giorno, per esempio: "adulti e ragazzi sopra i 12 anni: 1-2 compresse due-tre volte al giorno" o "30 gocce, tre volte al giorno"; oppure "non superare le 3 capsule giornaliere" cioè "non prendere più di 3 capsule al giorno";

Quando e per quanto tempo ci viene detto quando è meglio assumere il farmaco, per esempio: a stomaco pieno , dopo i pasti, a stomaco vuoto o a digiuno, cioè senza prima aver mangiato; ci viene detto anche quanto deve durare il trattamento (cioè la cura), di solito troviamo frasi come queste:

– "usare solo per brevi periodi di trattamento" cioè: "il farmaco deve essere usato solo per pochi giorni";

– "non superare le dosi consigliate" ovvero: "non assumere una quantità superiore di farmaco rispetto a quella indicata nel foglio illustrativo";

– "dopo una settimana di trattamento senza risultati apprezzabili consultare il medico" cioè: "se non si guarisce dopo una settimana bisogna andare dal medico";

Le dosi e i tempi di assunzione di un farmaco vengono anche chiamati: posologia.

Ovviamente, se usate farmaci che avete già in casa, è importantissimo controllare la data di scadenza!

Ora potete provare a leggere un foglio illustrativo e vedere se le informazioni contenute vi risultano più chiare.

Come al solito vi ricordo che, se non capite alcune parole, potete usare il dizionario on-line, cliccando sulla parola vi apparirà una finestra che ne spiega il significato.

Seleziona la risposta corretta fra quelle disponibili. Se rispondi bene, vedrai lo sfondo diventare di colore verde.

  1. Scegli la frase corretta:
    • I farmaci da banco si possono comprare solo con la ricetta medica.
    • I farmaci da banco si possono comprare senza la ricetta medica.
  2. Scegli la frase corretta:
    • "Per uso topico" significa che il farmaco deve essere applicato direttamente sulla parte malata.
    • "Per uso topico" significa che il farmaco va preso per bocca.
  3. Scegli la frase corretta:
    • Un "analgesico" si usa per curare il raffreddore.
    • Un "analgesico" si usa per curare il mal di testa.
  4. Scegli la frase corretta:
    • I casi in cui un farmaco non dovrebbe essere assunto si chiamano: effetti indesiderati.
    • I casi in cui un farmaco non dovrebbe essere assunto si chiamano: controindicazioni.
  5. Scegli la frase corretta:
    • "Essere a digiuno" significa avere lo stomaco vuoto.
    • "Essere a digiuno" significa avere lo stomaco pieno.
  6. Scegli la frase corretta:
    • Un farmaco "antipiretico" si usa per il naso chiuso.
    • Un farmaco "antipiretico" si usa per la febbre.
  7. Scegli la frase corretta:
    • Per "posologia" si intende la dose e il tempo di somministrazione di un farmaco.
    • Per "posologia" si intende la forma con cui un farmaco si presenta.
  8. Scegli la frase corretta:
    • Se un farmaco provoca "sonnolenza" significa che non ti fa dormire.
    • Se un farmaco provoca "sonnolenza" significa che ti fa venire sonno.
  9. Scegli la frase corretta:
    • Ogni farmaco può avere effetti indesiderati.
    • Solo pochi farmaci posso avere effetti indesiderati.
  10. Scegli la frase corretta:
    • Un decongestionante nasale serve a combattere il mal di denti.
    • Un decongestionante nasale serve a liberare il naso in caso di raffreddore.

Per la lezione

Prosegui la lettura

Commenti [11]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  1. Vi volevo ringraziare per il grande contributo che offrite per la nostra formazione!

  2. tante grazie per questo articolo talmente interesante,con cui ho potuto non solo conoscere molto sul tema farmacia, ma anche ampiare il mio vocabulario italiano.-

  3. Isi scrive:

    Grazie per questo lezione! Molto interesante ,chiaro , e utile.

  4. Maria scrive:

    Spero mai ne avere bisogna. Ma in caso che si sono molto istruita adesso. Grazie per la bella lezione prof. Anna

    • Zanichelli Avatar

      Cara Maria, anch’io spero che tu non ne abbia bisogno!
      Un saluto
      Prof. Anna

  5. Dalva scrive:

    Grazie, cara professoressa Ana, sei fantastica. Così, tutti
    possiamo capire l’italiano e praticarlo senza tanti errori.
    Grazie ancora.

    • Zanichelli Avatar

      Cara Dalva, grazie per il tuo gentile commento.
      Un saluto
      Prof. Anna

  6. khaled scrive:

    Grazie, cara professoressa Ana

  7. Questi sono davvero realtà di fatto veramente impressionanti a riguardo blogging .
    Lei ha toccato alcuni belle Cose qui . Qualsiasi
    modo tenere il passo wrinting .

  8. Maurizio scrive:

    Complimenti prof. Anna per il suo blog estremamente culturale e interessante da leggere.

  9. imma scrive:

    Cara prof. Anna molte cose non le sapevo nonostante sono un tipo molto attenta. Grazie mille cara prof.