Festa della Repubblica

Prof. Anna
Civiltà

Cari lettori e care lettrici di Intercultura blog, domani l’articolo della settimana non verrà pubblicato, in quanto, come alcuni forse sapranno, è la Festa della Repubblica.

La Repubblica Italiana nacque a seguito dei risultati del referendum del 2 giugno 1946, indetto per determinare la forma dello stato dopo il termine della seconda guerra mondiale. L’Italia in questo modo passò dalla forma istituzionale monarchica a quella repubblicana.

 

Buona Festa della Repubblica a tutti e alla prossima settimana!

Prof. Anna

Per la lezione

Prosegui la lettura

Commenti [4]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  1. Buon Natale Italia !!
    La prima statua di Mazzini nel mondo, è la della Piazza Roma a Buenos Aires, aperta nel 16 di marzo di 1878.
    http://cablemodem.fibertel.com.ar/coradukelsky/TELESCA%20Mazzini.pdf.pdf

    Abbiamo altra statua di Garibaldi, alla Piazza Italia in Buenos Aires , aperta nel 19 de giugno di 1904.

    http://www.youtube.com/watch?v=_gzqGtbaz4k

    la communita italiana in Buenos Aires è la più grande , seguita dalla communita spagnola. Ci sono moltissimi luoghi italiani, asociazioni culturali, scuole , e una tradizione di cucina italiana che si vedi .La pizza è mangiata como un cibo di ogni giorno in Buenos Aires, ci sono pizzerie in tutti le 48 quartiere che la città ha.

    • Zanichelli Avatar

      Caro Alberto, grazie per il tuo contributo.
      Un saluto a te e alla tua meravigliosa città!
      A presto
      Prof. Anna

  2. Bravi per pubblicare un articolo sulla Festa della Repubblica. Volevo sapere, ma forse lo scriverete nell’articolo la prossima settimana, con quanta percentuale vinse ‘la Repubblica’ rispetto ‘la Monarchia’? Grazie, Emilia

    • Zanichelli Avatar

      Cara Emilia,
      al referendum istituzionale del 2-3 giugno 1946, i votanti furono 24.947.187, pari all’89% degli aventi diritto al voto, che risultavano essere 28.005.449. I risultati ufficiali del referendum istituzionale furono:

      – repubblica voti 12.718.641, pari al 54,3%;
      – monarchia voti 10.718.502, pari al 45,7%;
      – voti nulli 1.498.136.

      Analizzando i dati regione per regione si nota come l’Italia si fosse praticamente divisa in due: il nord, dove la repubblica aveva vinto con il 66,2%, ed il sud, dove la monarchia aveva vinto con il 63,8%.
      I risultati del voto furono in un primo momento incerti, poi contestati dei monarchici. La presa di posizione del governo per la repubblica e la partenza dall’Italia del re Umberto II avvennero prima della proclamazione dei dati ufficiali, il 18 giugno alle ore 18.05, quando furono diffusi dalla Corte di Cassazione.
      Un saluto
      Prof. Anna