Ripassiamo il passato remoto

Prof. Anna
grammatica,   La lingua italiana,   Verbi

Buongiorno cari lettori e care lettrici di Intercultura blog, oggi ripassiamo la formazione e l’uso del passato remoto con una particolare attenzione alle differenze tra passato prossimo, passato remoto e imperfetto.

Buona lettura!

Prof. Anna

Il passato remoto è una forma verbale del modo indicativo, viene usato per indicare un’azione:

avvenuta nel passato;

terminata nel passato;

che non ha collegamenti  obbiettivi o psicologici con il presente.

Spesso questo tempo è accompagnato o introdotto da espressioni di tempo che ci permettono di capir e che l’azione è avvenuta in un tempo passato (cinquant’anni fa; nel 1900; due anni fa; durante la seconda guerra mondiale; quando ero piccola ecc.)

 

Ripassiamo insieme la coniugazione regolare del passato remoto:

 

STUDIARE TEMERE PARTIRE
io studiai io temei (temetti) io partii
tu studiasti tu temesti tu partisti
lui – lei studiò lui – lei temé (temette) lui – lei partì
noi studiammo noi tememmo noi partimmo
voi studiaste voi temeste voi partiste
loro studiarono loro temerono (temettero)
loro partirono

Come potete notare, i verbi della seconda coniugazione possono avere una coniugazione alternativa, per esempio:

temere ⇒io temei – io temetti; lui temé – lui temette; loro temerono – loro temettero;

ricevere ⇒ io ricevei – io ricevetti; lui ricevé – lui ricevette; loro riceverono – loro ricevettero.

Nella tabella che segue sono riportate la prima e la terza persona singolare e la terza persona plurale di alcuni verbi irregolari, le altre persone (tu, noi, voi) si formano in modo regolare; per i verbi sottolineati invece riportiamo tutte le persone perchè si formano in modo irregolare.

 

AVERE ebbi, ebbe, ebbero LEGGERE lessi, lesse, lessero
BERE bevvi, bevesti, bevve, bevemmo, beveste, bevvero METTERE misi, mise, misero
CHIEDERE chiesi, chiese, chiesero NASCERE nacqui, nacque, nacquero
CONOSCERE conobbi, conobbe, conobbero PIANGERE piansi, pianse, piansero
CORRERE corsi, corse, corsero SAPERE seppi, seppe, seppero
CRESCERE crebbi, crebbe, crebbero SCRIVERE scrissi, scrisse, scrissero
DARE diedi, desti, diede, demmo, deste, dettero
STARE stetti, stesti, stette, stemmo, steste, stettero
DECIDERE decisi, decise, decisero VEDERE vidi, vide, videro
DIRE dissi, dicesti, disse, dicemmo, diceste, dissero VENIRE venni, venne, vennero
ESSERE fui, fosti, fu, fummo, foste, furono VIVERE vissi, visse, vissero
FARE feci, facesti, fece, facemmo, faceste, fecero VOLERE volli, volle, vollero

Passato remoto, passato prossimo o imperfetto?

 

Qual è la differenza tra passato remoto, passato prossimo e imperfetto? Possiamo illustrarla considerando queste tre frasi:

1- da giovane leggevo molto (imperfetto);

2- da giovane lessi molto (passato remoto);

3- da giovane ho letto molto (passato prossimo).

Quello che differenzia queste tre frasi è la prospettiva di chi parla, ovvero l’atteggiamento con cui l’azione viene percepita e vissuta.

La frase con il verbo all’imperfetto sottolinea l’abitudine di leggere nel passato (avevo l’abitudine di leggere).

La frase con il verbo al passato remoto colloca l’azione di leggere nel passato evidenziando però la distanza psicologica rispetto al presente, ovvero l’azione di leggere molto nel passato non ha conseguenze nel presente, è un’azione che comincia e finisce nel passato.

La frase con il verbo al passato prossimo colloca anch’essa l’azione nel passato, ma collega il fatto di "aver letto" ad una conseguenza , ad un risultato, nel presente, per esempio: "da giovane ho letto molto e oggi devo portare gli occhiali".

Dunque la distanza temporale non può essere un criterio rigido nella scelta tra passato prossimo, passato remoto e imperfetto.

Seleziona la risposta corretta fra quelle disponibili. Se rispondi bene, vedrai lo sfondo diventare di colore verde.

  1. Scegli la frase corretta:
    • Dieci anni fa decidei di lavorare all'estero.
    • Dieci anni fa decisi di lavorare all'estero.
  2. Scegli la frase corretta:
    • Alessandro Manzoni scrivette i Promessi Sposi.
    • Alessandro Manzoni scrisse i Promessi Sposi.
  3. Scegli la frase corretta:
    • Quella sera io e Marco finimmo di lavorare molto tardi.
    • Quella sera io e Marco finimo di lavorare molto tardi.
  4. Scegli la frase corretta:
    • Lucia non sapé rispondere alle mie domande.
    • Lucia non seppe rispondere alle mie domande.
  5. Scegli la frase corretta:
    • Da piccola vedei un serpente in un bosco e avei molta paura.
    • Da piccola vidi un serpente in un bosco ed ebbi molta paura.
  6. Scegli la frase corretta:
    • Dante Alighieri fui un grande scrittore.
    • Dante Alighieri fu un grande scrittore.
  7. Scegli la frase corretta:
    • I tuoi parenti non vennero al nostro matrimonio.
    • I tuoi parenti non venirono al nostro matrimonio.
  8. Scegli la frase corretta:
    • Federico Fellini nacque a Rimini nel 1920.
    • Federico Fellini nascette a Rimini nel 1920.
  9. Scegli la frase corretta:
    • Conobbi mio marito molti anni fa.
    • Conoscei mio marito molti anni fa.
  10. Scegli la frase corretta:
    • Dopo quella discussione Luca e Franco non volerono più parlare con noi.
    • Dopo quella discussione Luca e Franco non vollero più parlare con noi.

Per la lezione

Prosegui la lettura

Commenti [28]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  1. joceliyn scrive:

    MI PIACE

  2. kate scrive:

    ciao io ho finito gli studi un anno fa e ho cominciato a lavorare in Macedonia in una scuola privata.Uso solamente il libro “Progetto Italiano” ma voglio trovare anche altri libri ma in Macedonia non e facile.Come posso trovare questo libro “NOI”
    grazie

  3. angela scrive:

    mi piace poco

  4. Martino scrive:

    forse un po’ troppo sintetico come riferimento puntuale, ma per una consultazione veloce è utile: grazie agli autori

  5. federica scrive:

    mi piace molto poco

  6. mariana scrive:

    devo capire meglio….ho perso lezione di questo l’unita…..per me e chiaro….ma ho bisognio capire meglio

  7. Per, me questo sito è molto utile perchè se tu non ti ricordi il passato remoto lo puoi andare a vedere qua e non a studiarlo di nuovo perché si no poi ti stanchi a studiare tutto il passato remoto allora poi noi ci manchiamo

  8. Tony scrive:

    Adesso lo vedo piùbchiaro, ma ho bisogno di più essecizi.

  9. Gerta scrive:

    Lezioni molto utili per parlare in modo corretto la lingua italiana!
    Complimenti

    • Zanichelli Avatar

      Cara Greta, grazie per il tuo commento.
      A presto
      Prof. Anna

  10. Khalid scrive:

    E molto interessante come blog. Grazie a tutti

    • Zanichelli Avatar

      Caro Khalid, benvenuto su Intercultura blog. Se hai dubbi o domande, non esitare a scrivermi.
      A presto
      Prof. Anna

  11. giavad scrive:

    grazie tante professoressa. per imparare questo concetto devo praticare molto , ma devo leggere le racconte diversi e semplici . è sempre un piacere leggere i suoi scritti.

    • Zanichelli Avatar

      Caro Giavad, sono certa che andrà sempre meglio, leggere racconti semplici è molto utile oltre che piacevole.
      A presto
      Prof. Anna

  12. gaietta scrive:

    mi piace un mondo 😉

    • Zanichelli Avatar

      Cara Gaietta, benvenuta su Intercultura blog!
      A presto
      Prof. Anna

  13. Matteo scrive:

    Salve a tutti!
    Per cortesia, vorrei chiedere un breve chiarimento!

    La forma alternativa riguarda tutti i verbi di seconda coniugazione o solo una parte di essi.
    In quest’ultimo caso, dove posso reperire un elenco dei verbi che accettano
    la doppia forma?

    Grazie mille e complimenti per lo straordinario lavoro!

    MS

    • Zanichelli Avatar

      Caro Matteo, si preferisce non usare le desinenze -etti, -ette, ettero quando la radice verbale finisce in -t: battei (non battetti), discutei (non discutetti), per il resto non ci sono regole precise per sapere se si possono usare entrambe o se occore scegliere, in questi casi occorre consultare un vocabolario.
      A presto
      Prof. Anna

  14. ottima lezione.

    • Zanichelli Avatar

      Caro Giuseppe, grazie per il tuo commento.
      Un saluto e a presto
      Prof. Anna

  15. Samuele scrive:

    Ame non è piaciuto sono rimasto veramente deluso, mi aspetto un miglioramento. Gli esercizi sono troppo difficili e ce ne sono troppo pochi. Oggi ho dovuto scrivere un testo sul’agomento Svizzera blu e non lo ho scritto molto bene perché sono ignorante, saluti Samuele

    • Zanichelli Avatar

      Caro Samuele, se cerchi nella sezione “test” troverai un gran numero di esercizi.
      A presto
      Prof. Anna

  16. Mauricio scrive:

    Non so scrivere bene l’italiano, dunque, per piacere , perdonami gli errori. Pèro non posso Lasciare di dire che questa è stato la migliore lezione sui verbi che ho studiato. Grazie mille.

    • Zanichelli Avatar

      Caro Mauricio, grazie per il gentile commento.
      Un saluto e a presto
      Prof. Anna

  17. Filippo scrive:

    Slave Professoressa Anna.
    Trovo molto interessante il Suoi argomenti e di come li tratta.
    Vorrei sapere se questa mia frase è corretta;
    – A Mercato San Severino abbiamo avuto una bella squadra e avremmo potuto fare di più rispetto a quello che abbiamo fatto.
    O dovrei usare l’imperfetto?
    Poi un’altra domanda davvero è affidata alla soggettività di come percepiamo l’azione e di conseguenza scegliere il tempo che più si adatta alla nostra percezione del tempo?

    • Zanichelli Avatar

      Caro Filippo, il periodo che mi scrivi è corretto. La scelta tra passato remoto e passato prossimo dipende dalla distanza psicologica dell’evento narrato, l’evento potrebbe essere percepito da chi parla come lontano o come vicino, a prescindere dalla distanza cronologica.
      Un saluto e a presto
      Prof. Anna

  18. Potrei usare l’ espressione i criceti già mangiarono? oppure i criceti mangiarono, senza usare già?
    Grazie mille.

    • Zanichelli Avatar

      Cara Alba Rosa, è meglio dire: “i criceti hanno già mangiato”.
      A presto
      Prof. Anna