Commenti [21]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  1. Vony scrive:

    Cara prof. Anna, le mando le risposte per potermi sapere le risposte esatte. Grazie
    1- Perché Luca è rimasta in città?
    E’ rimasta in città perché non ha potuto organizzare un viaggio.
    2- Com’è la città durante l’estate?
    La città è spopolata. C’è un silenzio e tranquillità.
    3- Secondo te Luca preferisce la città quando è piena di gente o quando si svuota e perchè?
    Alui non piace la città quando è piena di gente. Lui preferisce quando è svuotata la città perché piace il silenzio e la tranquillità.

    • Zanichelli Avatar

      Le tue risposte sono corrette, nell’ultima, però, c’è qualche errore, te la riscrivo corretamente: a lui non piace la città quando è piena di gente, lui la preferisce quando è vuota perché gli piacciono il silenzio e la tranquillità.
      A presto
      Prof. Anna

  2. mairi scrive:

    le invio le mie risposte alle 2 ultime domande.
    la ringrazio in anticipo
    4. le vacanze più adatte per me sono quelle trascorse al mare ma non in piena estate.
    preferisco prendere le ferie in luglio, le spiagge non sono affollate e posso stare in spiaggia a lungo.
    5.l’ estate scorsa io e la mia famiglia siamo andati a Loutra Killinis, un paesino a 3 ore di distanza da Atene.
    sono state stupende.
    abbiamo nuotato, abbiamo fatto castelli di sabbia.inoltre abbiamo visitato la città dell’ antica Olimpia dove abbiamo ammirato i resti degli antichi templi, le statue.
    spero di ripetere una tale esperienza

    • Zanichelli Avatar

      Cara Mairi, le risposte che mi hai inviato sono corrette, ci sono solo alcuni errori:
      1- All’inizio di una frase, dopo il punto fermo ci vuole la lettera maiuscola (Le vacanze più adatte; Preferisco prendere le ferie a luglio; L’estate scorsa; ecc.).
      2- io scriverei “Sono state vacanze stupende: abbiamo nuotato…” ; “Inoltre abbiamo visitato l’antica città di Olimpia dove abbiamo ammirato i resti degli antichi templi e le statue”.
      Un saluto
      Prof. Anna

  3. Cara Anna sto studiando da sola l`uso del verbo PIACERE e se mi puoi aiutare ti ringrazio .
    In questo dialigo
    Hai mai mangiato pasta e fagioli?
    Si una volta
    E ti piace?
    Ma veramente non mi piace

    Il mio dubbio è : pasta e fagioli è plurale o singolare – per me sono 2 cose pasta / fagioli allora il corretto sarrebbe

    Hai mai mangiato pasta e fagioli ?
    E ti piacciono?
    Ma veramente non mi piacciono

    Grazie se mi puoi chiarire questo esercizio
    Saluti Silvia

    • Zanichelli Avatar

      Cara Silvia, in realtà “pasta e fagioli” è singolare, quindi è corretta la frase: “ma veramente non mi piace”.
      Un saluto
      Prof. Anna

  4. Arnoldas scrive:

    Buongiorno, cara Professoressa Anna! Mi tormenta un dubbio. Si dice “insegnare all`università/ al liceo/ alle elementari”. E va beh… Un mio conoscente mi ha detto che, p.es., “insegnare a una scuola” significa “insegnare agli insegnanti di questa scuola” e meglio dire “insegnare in una scuola”. È vero? Grazie.

    • Zanichelli Avatar

      Caro Arnoldas, come giustamente dici tu, è corretto dire “insegno all’università/al liceo/alle elementari”, ma si dice “insegnare a scuola” (generico) o “insegnare in una scuola”, mentre “insegnare a una scuola” può significare che una persona esterna alla scuola insegna agli insegnanti e/o agli studenti qualcosa che non viene insegnato nella scuola stessa (per esempio sicurezza stradale, ecc.) ma questa espressione non corrisponde esattamente a: “insegnare agli insegnanti di una scuola”.
      A presto
      Prof. Anna

  5. cara prof.Anna vorrei che lei mi corregga il testo seguente ;e’ una traduzione dall’arabo in italiano.

    I motivi del riscaldamento globale:

    Ogni giorno escono i giornali con notizie sul effetto serra delle quali molti di noi non sanno le dimensioni,al contrario alcuni quando ascoltano queste notizie , pensano che si trattino di amplificazioni di problemi inesistenti.Ma il fatto non e’ cosi’: ad esempio quando ascoltiamo Angela Merkel mentre dice nella conferenza di Monaco a cui hanno assistito piu’ di 250 responsabili, ”L’effetto serra rappresenta una minaccia a medio e lungo termine e potrebbe avere delle conseguenze catastrofiche.” Allora questo discorso e’ una esagerazione o parla di fatti…

    ED ecco DICHARD BRANSON ,un milionario americano ,stanzia 25 milioni di dollari per chi inventa una idea reale per eliminare almeno un bilione di tonnellate dell’ andride carbonica presente nell’atmosfera;e questa non e’ la prima volta ,dato che nell’ anno scorso la stessa persona si e’ impegnata a spendere 3 milioni a favore dello sviluppo dei progetti di energia alternativa.

    Cosa e’ l’effetto serra?

    L’effetto serra e’ un fenomeno dell’ aumento della temperatura in un ambiente qualsiasi a causa di un mutamento nel flusso dell’energia termica [ dall’ambiente e ad essa].DIsolito questa denominazione viene data al fenomeno dell’aumento della temperatura oltre il suo tasso naturale .L’idea di questo fenomeno e’ molto simile alle serre da agricultura in cui penterano i raggi del sole portando il suo calore ,pero’ il calore non esce fuori con la medesima proporzione ,il che conduce all’aumento della temperatura dentro le serre.Cosi’ i gas nocivi emessi dagli scarichi delle opifici , dalle raffinerie e dagli smog degli auto portano allo stesso fenomeno,accrescendo la temperatura terrestre.

    La maggioranza dei scienziati si sono accordati sul fatto che l’emissione dei gas inquinanti come l’azoto e l’anidride carbonica intensificano questo fenomeno ,mentre alcuni scienzati sostengono che la causa dell’effetto serra risale soltanto all’inquinamento.

    Tanti scienziati collegano gli oceani e le correnti ,in cui sono presenti ,al grado della terrestre ,dato che le correnti calde e quelle fredde consistono in una climatizzazione della terra ,cioe’ un sistema di riscaldamento e di raffreddamento.E’ stato osservato ultimamente che queste correnti hanno cambiato il loro percorso provocando il capovolgere dell’equilibrio termico che c’era.Alcuni scienziati si sono fatti indicare questo con l’apparizione di tornadi in certi luoghi nei quali non accadevano prima.
    In un rapporto pubblicato dall’ Ente di Protezione Ambientale(E.P.A): molti dei scienziati e dedli esperti del clima hanno citato che certe attivita’ umane come la raffinazione del petrolio, i centrali dell’energia e dli scarichi degli auto si considerano delle motivi diritti del riscaldamento globale.Il primo imputato e’ l’anidride carbonica che e’ diventato un mostro minacciante del futuro della Terra.E’ quanto ha ricevuto in cambio l’uomo , quando e’ andato fuori misura nel bruciare del petrolio,del carbone , del legno, della paglia e dei residui delle raccolte agrarie.Cosi’ e’ aumentato il tasso del carbone nell’aria.Inoltre,la deforestazione e la espansione della desertificazione hanno ridotto i verdi che assorbono l’anidride carbonica dall’aria,aumentando la sua concentrazione nell’ atmosfera.

    I scienziati del clima : la Terra senza l’atmosfera che la circonda , la sua temperatura si cala a -15 al posto della sua temperatura media attuale +15, dal momento che l’atmosfera terrestre gioca un ruolo principale nella regolazione degli andamenti della temperatura sopra la Terra perche’ una parte del calore proveniente dal sole ritorna verso lo spazio e la maggior parte si mantiene nella bassa atmosfera.

    Dopo la correzione vorrei che lei mi dicesse la sua opinione su quello che ho fatto .grazie in anticipo…

    • Zanichelli Avatar

      Caro Abdelmageed, ci sono alcuni errori:
      – intanto la terza persona del verbo essere si scrive con l’accento non con l’apostrofo -è-; stai attento alla differenza tra accento e apostrofo; dopo la virgola o il punto o un segno di punteggiatura ci vuole uno spazio;
      – notizie sull’effetto serra del quale molti di noi non conoscono le dimensioni…
      – pensano che si tratti;
      – è un’esagerazione;
      – “al contrario alcuni quando ascoltano queste notizie , pensano che si trattino di amplificazioni di problemi inesistenti” la punteggiatura non è corretta perché la virgola separa il soggetto “alcuni” dal predicato “pensano” quindi: “al contrario alcuni, quando ascoltano queste notizie, pensano che si tratti di amplificazioni di problemi inesistenti”;
      – “ED ecco DICHARD BRANSON ,un milionario americano ,stanzia 25 milioni di dollari per chi inventa una idea reale” io direi: “DICHARD BRANSON , un milionario americano , stanzia 25 milioni di dollari per chi inventa un’ idea reale”;
      – L’effetto serra e’ un fenomeno di aumento della temperatura in un ambiente qualsiasi a causa di un mutamento nel flusso dell’energia termica;
      – Così i gas nocivi emessi dagli scarichi degli opifici, dalle raffinerie e dalle auto portano allo stesso fenomeno, accrescendo la temperatura terrestre;
      – La maggioranza degli scienziati;
      – “Tanti scienziati collegano gli oceani e le correnti ,in cui sono presenti ,al grado della terrestre ,dato che le correnti calde e quelle fredde consistono in una climatizzazione della terra ,cioe’ un sistema di riscaldamento e di raffreddamento”: non capisco il senso di questo periodo, credo ci siano errori sia di punteggiatura sia di terminologia, prova a riscriverla semplificandola;
      – “Alcuni scienziati sono giunti a questa conclusione osservando l’apparizione di tornado in certi luoghi nei quali non accadevano prima”;
      – In un rapporto pubblicato dall’Ente di Protezione Ambientale (E.P.A): molti degli scienziati e degli esperti del clima hanno affermato che certe attività umane come la raffinazione del petrolio, le centrali energetiche e gli scarichi delle auto possono essere considerate cause dirette del riscaldamento globale;
      – Il primo imputato è l’anidride carbonica che è diventata una minaccia per il futuro della Terra;
      – è quanto ha ricevuto in cambio l’uomo, esagerando nel bruciare petrolio, carbone, legno, paglia e residui delle raccolte…
      – “Cosi’ e’ aumentato il tasso del carbone nell’aria” forse intendevi: “così è aumentato il tasso del carbonio nell’aria”?;
      – Inoltre, la deforestazione e l’espansione della desertificazione hanno ridotto il verde che assorbe l’anidride carbonica dall’aria, aumentando la sua concentrazione nell’atmosfera…
      – Gli scienziati del clima affermano che la Terra senza l’atmosfera che la circonda subirebbe un abbassamento della temperatura fino a -15, invece di mantenere la temperatura media attuale di+15. L’atmosfera terrestre gioca un ruolo principale nella regolazione degli andamenti della temperatura sulla Terra perché una parte del calore proveniente dal sole ritorna verso lo spazio, mentre la maggior parte di questo si mantiene nella bassa atmosfera.
      Ti consiglio di ripassare l’uso degli articoli determinativi e indeterminativi, fai attenzione alla costruzione delle frasi (soggetto, verbo, complemento), è meglio fare frasi brevi e semplici, attenzione anche alla scelta delle parole, controlla bene sul dizionario il loro significato così da poter scegliere i termini più adatti.
      A presto
      Prof. Anna

  6. Arnoldas scrive:

    Grazie, cara Professoressa, della Sua cortese risposta! Lei come sempre è molto gentile. Cordiali saluti dalla Lituania!

  7. Erika scrive:

    Salve, Prof.ssa Anna.
    Desideravo sapere la sua opinione circa la mia usuale “formula di apertura” in occasione di sms e mail informali. Eccone di seguito un esempio:
    Ciao, Anna!
    Come stai?

    Mi chiedevo se fosse corretto o se fosse più appropriato
    Ciao Anna,
    come stai?

    Grazie, Erika

    • Zanichelli Avatar

      Cara Erika, se la lettera è informale sono corrette entrambe le opzioni.
      Un saluto
      Prof. Anna

  8. Gentilissima professoressa,

    Lei mi può gentilmente dire se nel linguaggio formale (parlando al telefono con un cliente che si presenta: Claudio) e’ corretto dirle Signor Claudio? e se e’ corretto scrivere Gentile Signor Claudio?
    Mille grazie!

    • Zanichelli Avatar

      Cara Maria, le espressioni che usi sono corette se, anche all’interno di un linguaggio fromale, c’è un minimo di confidenza e conoscenza (infatti usi il nome proprio – Claudio-); in un registro ancora più formale si userà solo il cognome (Signor Rossi).
      Un saluto
      Prof. Anna

  9. sito molto elegante devo dire complimenti per la realizzazione e per i serviziecc

    • Zanichelli Avatar

      Caro Manuel, benvenuto su Intercultura blog!
      Un saluto e a apresto
      Prof. Anna

  10. Verónica scrive:

    Ho letto questo testo e leggo che Vony scrive.
    Luca è rimasta, è Luca un uomo o una donna?Si è una donna è correto, perchè quando si coniuga un participio con essere dobbiamo pensare si `e maschile o femminile, e anche plurale.

    • Zanichelli Avatar

      Cara Veronica, c’è scritto “Lucia è rimasta”, “Lucia” è una donna.
      A presto
      Prof. Anna

  11. Diana scrive:

    Cara Prof. Anna, le mando il testo da mia vacanze:

    Non dimenicherò mai i giorni passati a fare vacanza quando io aveva 12 anni. La mia sorella era una bambina de quasi due anni. Noi siamo andati in Svizzera, esattamente a Zurigo.
    Era la prima volta che prendevamo un aereo. Tutto era novità: gli assistenti di volo, la finestra dell’ aeroplano, il paese diventando un punto, ed io galleggiando tra le nuvole.
    Il cibo del volo con la gelatina mi sembrava orribile, ma mi piaceva conoscere cose diverse.
    Nell’hotel c’era un Kindergarten, ma la mia sorellina non parlava la lingua degli altri bambini e per questo e per altri motivi che solo lei conosce, piangeva molto. Lei è rimasta lì solo un pomeriggio.
    Questo viaggio è stata l’unica occasione in cui abbiamo potuto incontrare la parte svizzera della famiglia di mia madre. È stato un evento irripetibile.
    Per una settimana siamo andati a Lech (Austria), un luogo montuoso con una pista da sci.
    Mentre mia madre stava con mia sorella che giocnado con una slitta, io ed i miei due fratelli prendiamo delle lezionidi sci. Tre giorni dopo abbiamo azzardato a buttare, senza l’insegnante. Non realizzabamo il pericolo, ci eravamo fidati delle nostre capacità sportive, ma non sapevamo davvero come sciare bene, non sapevamo nemmeno come girare. Se prendevamo velocità, non sapevamo come si fermarci.
    A mio fratello era fuggito uno sci, che per fortuna era bloccato in un tumulo di ghiaccio. Lo vedevamo da lontano e studiavamo insieme il modo di arrivarci. Avevamo elaborato delle strategie per fermarci, trascinandoci da una parte. Come era molto complicato, abbiamo fatto una lotteria per vedere chi doveba lanciarsi per primo.
    Ognuno a sua volta ha fatto un vero disastro. Tutti siamo caduti e avviamo fato giri fino a quando qualcosa magica nos faceva fermare. Ma alzarsi era estremamente difficile per noi, perché ci scivolavamo.
    Non ridiamo mai tanto quanto durante quell’avventura.

    • Zanichelli Avatar

      Cara Diana, ecco il tuo testo corretto:
      “non dimenicherò mai i giorni passati in vacanza quando avevo 12 anni. Mia sorella era una bambina di quasi due anni. Siamo andati in Svizzera, a Zurigo.
      Era la prima volta che prendevamo un aereo. Tutto era una novità: gli assistenti di volo, la finestra dell’aeroplano, il paese che diventava un punto, ed io che galleggiavo tra le nuvole.
      Il cibo dell’aereo con la gelatina mi sembrava orribile, ma mi piaceva provare cose diverse.
      Nell’hotel c’era un Kindergarten, ma la mia sorellina non parlava la lingua degli altri bambini e per questo, e per altri motivi che solo lei conosce, piangeva molto. Lei è rimasta lì solo un pomeriggio.
      Questo viaggio è stata l’unica occasione in cui abbiamo potuto incontrare la parte svizzera della famiglia di mia madre. È stato un evento irripetibile.
      Per una settimana siamo andati a Lech (Austria), un luogo montuoso con una pista da sci.
      Mentre mia madre stava con mia sorella che giocava con una slitta, io e i miei due fratelli prendevamo delle lezioni di sci. Dopo tre giorni ci siamo lasnciati sulle piste, senza l’insegnante. Non avevamo realizzato il pericolo, ci eravamo fidati delle nostre capacità sportive, ma non sapevamo sciare bene, non sapevamo nemmeno come girare. Nel caso in cui avessimo preso velocità, non sapevamo nemmeno come fermarci.
      Mio fratello aveva perso uno sci, che, per fortuna, si era bloccato in un tumulo di ghiaccio. Lo vedevamo da lontano e studiavamo insieme il modo di arrivarci. Avevamo elaborato delle strategie per fermarci, trascinandoci da una parte. Poiché sarebbe stato molto complicato recuperarlo, abbiamo fatto una lotteria per vedere chi avrebbe dovuto lanciarsi per primo.
      Ognuno di noi ha combinato un vero disastro. Tutti siamo caduti, girando su noi stessi fino a quando qualcosa magicamente ci faceva fermare. Ma alzarsi era estremamente difficile, perché si scivolava.
      Non abbiamo mai riso tanto come durante quell’avventura.”
      A presto
      Prof. Anna