Il colloquio di lavoro

Prof.Giacalone
Lavoro

Il colloquio di lavoro

Buongiorno! Come stai? Oggi affrontiamo su Intercultura blog un argomento molto interessante: il colloquio di lavoro. Trovare un lavoro oggi è molto difficile. Dopo aver spedito il curriculum vitae, se si è fortunati, si fa un colloquio di lavoro, cioè si va a parlare di se stessi. Si cerca di convincere il datore di lavoro che si è la persona più adatta per quel lavoro. E’ sicuramente una impresa (cioè un compito difficile). Bisogna cercare di dare la giusta impressione, bisogna dare il meglio di sé. A volte il nervosismo o l’imbarazzo creano molti problemi. Ecco alcuni consigli facili da seguire:

Non mentire.

Essere  ordinati e curati nel vestire.

Evitare l’eccesso, il troppo storpia.

Sapere  ascoltare e parlare quando è il giusto momento.

Essere puntuali.

Non aver paura e non essere nervosi.

Essere sé stessi, essere naturali.

Una bella stretta di mano e un sorriso aiutano sempre.

 

Ora leggi il dialogo tra una ragazza e un direttore di banca e dopo una attenta lettura rispondi alle domande! Buona giornata 

Prof. Valerio Giacalone

 

Justin: Buongiorno
Direttore: Buongiorno, Signorina Justin Ledermann, come sta?
Justin: Bene, grazie e lei?
Direttore: Tutto a posto, grazie! Bene, sono contento di incontrarla, è stata puntuale, brava. Ho dato una occhiata al suo curriculum e mi è piaciuto molto. Vedo che ha studiato a Firenze e che conosce oltre la lingua italiana anche il francese, l’inglese e il tedesco.
Justin: Si, mi piacciono molto le lingue e mi piace molto conoscere la gente di paesi diversi!
Direttore: Bene, Signorina, vedo che si è laureata con il massimo dei voti in economia e commercio. In 4 anni: complimenti! Come mai vuole lavorare da noi in banca? E’ un lavoro piuttosto noioso e pesante …
Justin: Beh, lavorare in una banca come la vostra non è sicuramente noioso, ci sono molti stimoli e molte soddisfazioni economiche ed è sicuramente prestigioso.
Direttore: Ma vedo che non ha mai lavorato in un gruppo, un team, mi capisce? In questo ambito non ha esperienza!


Justin: Sono una ragazza che impara velocemente e non ho paura di affrontare nuove situazioni … anche le più difficili.
Direttore: Quanto vorrebbe guadagnare al mese?
Justin: Guardi, all’inizio lo stipendio non è un problema, devo imparare e devo conoscere bene l’ambiente, sono comunque molto ambiziosa! Ma su questo ci metteremo d’accordo in seguito e non credo ci saranno problemi.
Direttore: Vedo che ha avuto un’esperienza nel 2002 come hostess con una compagnia aerea, come mai ha smesso?
Justin: Era un‘esperienza che volevo provare, a me piace molto viaggiare, però non è un lavoro per tutta la vita.
Direttore: Capisco. Dove ha imparato la lingua italiana?
Justin: Mia madre è stata sempre innamorata di questa lingua e mi ha trasmesso l’amore verso questa cultura. Da bambina siamo sempre venuti in Italia per le vacanze e poi siamo  rimasti a vivere qui!
Direttore: Ha doppia nazionalità?
Justin: Si, è sicuramente un grande vantaggio!
Direttore: Sa che a volte dovrà lavorare anche fuori dagli orari prestabiliti?
Justin: Certo, non è un problema sono pronta a lavorare duramente per l’azienda.
Direttore: Anche il sabato e portarsi il lavoro a casa?
Justin: Anche la domenica, se necessario!
Direttore: (sorride) Le faremo sapere
Justin: Sono fiduciosa, Direttore!
Direttore: E’ stato un piacere conoscerla.
Justin: Spero di avere presto sue notizie!
Direttore: Grazie della visita! Buona giornata, avrà nostre notizie la  settimana prossima. 

 

Ora rispondi alle domande  vere o false

Scegli la risposta. Quella corretta diventerà verde.

  • 1. Justin arriva in ritardo
    • vero
    • falso 
  • 2. Il colloquio si svolge di pomeriggio
    • vero
    • falso
  • 3. Justin conosce il francese, l’inglese e l’arabo.
    • falso
    • vero 
  • 4. Nel 2003 la ragazza ha lavorato in una compagnia aerea.
    • vero
    • falso
  • 5. Justin ha doppia nazionalità.
    • vero
    • falso
  • 6. Justin é pronta a lavorare duramente.
    • vero
    • falso
  • 7. Il direttore farà sapere a Justin qualcosa la settimana successiva.
    • non si sa
    • vero
  • 8. Justin è stata diverse volte in Italia.
    • vero
    • falso
  • 9. Justin è pronta a fare lavoro straordinario.
    • vero
    • falso
  • 10. Justin ama viaggiare
    • vero
    • falso

Per la lezione

Prosegui la lettura

Commenti [16]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  1. Ciao, professore,
    Ho ricevuto la sua e-mail, in cui mi ha lasciato molto contenta. Non so se si ricorda, che mi ha datto l´orientazione per fare un corso in Italia, per imparare meglio la lingua da cui sono tanta appassionata. Penso che questa passione sia perché ho le origini italiane, di ambedue lati e sin da piccola ho sentito i miei nonni parlando.Il corso già l´ho fatto l´anno scorso a Castelraimondo, nelle Marche, il quale lo farò quest´anno a settembre, perché è un corso che mi ha fascinato.
    Studio l´italiano nel circolo italiano della mia città,con una professoressa italiana, fa quattro anni e ho l´intenzione di studiarlo por molto tempo ancora.
    Professore,devo dierLe una cosa molto interessante per me.Ho tre dizionari pubblicati da Lei, che mi sono molti piaciuti e che mi aiutano molto e anche ho preso nell´internet, alcuni esercizi molti interessanti per farli.Vorrei saper, per favore,se ha alcun dizionario di verbi sintagmatici perché mi piace imparare questi tipi di verbi.
    Tante grazie per l´attenzione e anche per l´informazione.
    Dalva.

  2. Ciao Dalva
    come stai? Ottima idea di venire in Italia per studiare e migliorare il tuo già ottimo italiano!
    Putroppo non ho pubblicato mai nessun dizionario e neanche un dizionario di verbi sintagmatici, spero magari in un futuro 😉
    un caro saluto e presto … e buono studio
    Prof. Valerio

  3. Cara Dalva,come stai?
    ho girato la tua richiesta, per quanto riguarda il dizionario dei verbi sintagmatici, al responsabile dei dizionari Zanichelli. Ecco cosa ti risponde:
    “Cara Dalva,
    scusa ma non mi è chiaro che cosa intendi con “verbi sintagmatici”. Probabilmente a te interessano le preposizioni che spesso accompagnano il verbo.
    Per esempio “interessarsi ..di… ” “cominciare …a… // cominciare … per…// Se è questo il tuo interesse ti consiglio senz’altro lo Zingarelli 2009, appena pubblicato, perché ha molte indicazioni di “reggenze” sia scritte direttamente sia ricavabili dagli esempi
    Un cordiale saluto”
    Spero ti possa essere utile
    un caro saluto e a presto
    Prof. Valerio

  4. ciao, professoresa.
    como stai?

  5. Ciao, io sto bene, ma ricordati che sono un professore, cioè un uomo, non una professoressa, cioè un’insegnante donna 😉
    a presto
    Prof. Valerio

  6. patricia scrive:

    Ciao Prof.Giacalone,
    Me piace questo sito e molto interesante, ho studiato el idioma
    quasi tre mesi e sento che me manca un po’ ,per me no e facile
    parlare fluidop per cioe ho rifato questo corso adeso.
    le saluto
    patricia

  7. claudia scrive:

    Egregio Professore Giacalone,
    Sono contentissima di aver trovato un sito veramente utile ed esplicito.
    Dintinti saluti,
    Claudia

  8. Claudia scrive:

    Egregio Professore Giacalone,
    Ho un grande dubbio linguistico. Vorrei, se possibile, che mi desse una spiegazione. Trattasi dell`accordo dell`aggettivo. So che quando i nomi sono esseri umani, l`accordo va fatto al maschile. Pero`, non so se la regola vale anche per gli oggetti. Mi spiego: per un orologio rosso e una pendola rossa, dovrei dire “un orologio e una pendola rossi”?
    Grazie mille,
    Claudia

    • Zanichelli Avatar

      Cara Claudia, così come per i nomi propri anche per i nomi comuni vale la medesima regola, ovvero “vince” il maschile, quindi nel caso di due nomi di diverso genere il plurale sarà maschile: “un orologio e una pentola rossi”.
      A presto
      Prof. Anna

  9. Claudia scrive:

    Gentile Professoressa Anna,

    La ringrazio tanto per la Sua risposta.
    Cordialmente,
    Claudia

  10. Mike scrive:

    Interesting topic! Excuse me, very badly I know English, so a little later I’ll write what I think about it. Thank you.

  11. Sona scrive:

    Ciao
    ho letto nell dialogo una frase:

    “ci sono molti stimoli e molti soddisfazioni economiche”

    e’ giusto dire molti soddisfazioni?
    se non mi sbaglio “soddisfazione e’ femminile?
    Grazie
    Sona

    • Zanichelli Avatar

      Cara Sona, “soddisfazione” è femminile, quindi è corretto “molte soddisfazioni”.
      A presto
      Prof. Anna

  12. Anita scrive:

    Cara Prof.ssa Anna,
    Questa volta ho scelto tutti corretti e trovo veramente interessante e utile di leggere anche che sono pensionata, ma grazia mille per fare conoscere questa forma.
    Salutti dai Ollanda
    Anita

  13. Gaetan scrive:

    Buongiorno,
    mi congratulo con voi per la qualità del vostro sito web. Sono belga di origine italiana da parte materna e cerco di avere il più contatti possibili con la lingua italiana. Avrei bisogno di una spiegazione e vorrei segnalare quello che mi sembra un errore.
    – Perché si dice “si va a parlare di se stessi” e non “si va a parlare di se stesso”, parlando di un colloquio di lavoro, sapendo che il colloquio si fa appunto da solo.
    – Secondo me, nella quarta frase detta da Justin, non è corretto dire “ci sono molti stimoli e molti soddisfazioni economiche “, ma bisogna dire “ci sono molti stimoli e moltE soddisfazioni economiche”.
    Grazie ancora a voi e non esitate a correggermi se ho fatto degli errori nel moi commento.
    A presto.
    Gaetan

    • Zanichelli Avatar

      Caro Gaetan, si usa il plurale perché la costruzione col “si” + il verbo alla terza persona singolare è una forma impersonale ed equivale a un generico “noi”; è corretta la frase ““ci sono molti stimoli e molte soddisfazioni economiche”, grazie per la segnalazione.
      Un saluto
      Prof. Anna